Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo

Quali sono le “armi” della Lega? Lega “armata” per questioni di “sicurezza”?

Salvini dice che non è successo praticamente niente. Dunque è d’accordo con il contenuto minaccioso del post del suo responsabile per la comunicazione? Al solito il ministro fa una pappa mista tra mitra e foto con peluche ed ecco che il post contro chi critica il Sior Salvini diventa un ulteriore mezzo per parlare di martirio. Ce l’hanno tutti con lui, poverino. Se non fosse da piangere la cosa farebbe molto ridere.

Ma a mostrarsi interessato alle armi Salvini è comunque abituato. E’ pur un modo per apparire più virile, metodo già usato dai vari dittatori e dai vari Trump della storia. Se fosse stato un immigrato sarebbe stato giudicato subito un terrorista, solo per aver mostrato un’arma in una foto. In fondo è il pensiero che conta e il pensiero del ministro è al contrario tutto votato in direzione della “sicurezza”.

Continue reading “Quali sono le “armi” della Lega? Lega “armata” per questioni di “sicurezza”?”

Annunci
Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Cos’è il “femonazionalismo”?

L’accademica Sara Farris parla della “strumentalizzazione” delle donne migranti in Europa da parte dei nazionalisti di destra – e dei neoliberali.

Continue reading “Cos’è il “femonazionalismo”?”

Autodeterminazione, R-Esistenze

Perché dovrei avere rispetto delle tradizioni cattoliche se quelle tradizioni non rispettano le donne?

Lei scrive:

Oggi sulla pagina ho letto un divertente scambio di accuse e in qualche caso di utili informazioni. Tutto partiva da una immagine in cui chiaramente si celebrava un rito cristiano e che quei ridicoli costumi siano parte della nostra cultura, come di quella dei templari, o del massoni e in seguito, con il dovuto copyright ai cattolici, del ku klux klan poco importava perché il senso di un post di quel tipo, a mio avviso, sta nella sua ironica laicità.

Continue reading “Perché dovrei avere rispetto delle tradizioni cattoliche se quelle tradizioni non rispettano le donne?”

Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Non ho allattato e me ne vanto!

Lei scrive:

Avevo già scarse intenzioni di allattare mio figlio. L’ho fatto ma è durata tre settimane e poi il latte puff è scomparso. Quando l’ho detto a mia madre si è messa a strillare. “Bisogna attaccare il bambino che tira e tira fino a quando il latte non ritorna… è un miracolo”. Allora ho detto che evidentemente io non ero una miracolata e che il bambino pur se attaccato al capezzolo finiva per addormentarsi dopo due secondi. A quel punto è partita l’inchiesta. Forse io avevo un liquido malefico per farlo addormentare. Forse lo ipnotizzavo per ammansirlo. Forse, forse, forse. In ogni caso era colpa mia.

Io non volevo allattare mio figlio e il latte era morto. Che bello, pensavo. Se tutto fosse così allora basta che io dica “non voglio” e tutto smette. Tipo che non voglio più restare incinta o che non voglio più avere le mestruazioni o che non voglio essere donna. Perché questo impiccio doveva toccare solo a me? Mio marito se la rideva, conoscendo il mio senso dell’umorismo non se la prendeva più di tanto e poi è corso in farmacia a prendere il latte in polvere e ha cominciato ad aggeggiare preparando i biberon. Per lui era stata una liberazione. Vai, vai, diceva. E io uscivo tranquilla mentre lui si intratteneva con il bambino in braccio.

Continue reading “Non ho allattato e me ne vanto!”

Antiautoritarismo, Antirazzismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Ricerche&Analisi

#India – Perché molte donne nel distretto di Beed, nel Maharashtra, non hanno l’utero

Articolo scritto da Radheshyam Jadhav

In lingua originale QUI. Traduzione di Cecilia del Gruppo Abbatto i Muri.

Gli appaltatori della raccolta della canna da zucchero non vogliono assumere donne col ciclo mestruale, così l’isterectomia è diventata la norma.

Continue reading “#India – Perché molte donne nel distretto di Beed, nel Maharashtra, non hanno l’utero”

Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Storie

Il terrorismo estetico

Non so che dire o che fare. A parte lamentarmi per via dei miei malesseri che in parte sono autoprocurati. La sensazione di poter trasportare me stessa in un’altra epoca e un’altra nazione, dove potrei parlare un’altra lingua o forse più d’una. Il disagio è talmente forte e ci sono tante scarse fessure in quelle finestre chiuse. Evito di respirare ma prima ancora evito di uscire per non far colpire il mio volto da quel che resta di un timido raggio solare. Evito di scodinzolare di fronte alla gente ma non riesco altresì a raccontare lo spavento, l’enorme terrore che ho di vivere e raccogliere pareri positivi o negativi sulle mie vicende, sulle mie esperienze.

Mi sono vestita male, una sera, nascondendo tutto quel che ho da nascondere, indossando la tunica della fibra più spessa che possiedo, non per abitudine al monacato ma per non dar adito al fastidio. Quanta importanza ha il fastidio altrui per me? Dico niente ma in realtà è davvero molto. Mi maschero, mi nascondo, quando il buio può far morire le uniche parti di pelle che lascio scoperte. Qualcuno potrebbe insospettirsi, penso, ma in realtà mi preoccupa di più il fatto di dover assolutamente passare inosservata.

Continue reading “Il terrorismo estetico”

La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Il mercato maschilista delle illecite registrazioni di sexting (e nessuno fa niente)

Lei scrive:

Cara Eretica, ho deciso di scrivere a te e alle tue lettrici perché sento questa pagina come uno spazio sicuro e libero da pregiudizi, vorrei restare anonima, grazie.

Sto vivendo un incubo da 8 mesi ormai, mi spiego meglio. Circa 3 o 4 anni fa mi lasciai con il mio ex con il quale convivevo, questo mi causò mesi di depressione e ansia, inizialmente non riuscivo ad uscire, poi ho iniziato a stare meglio ma non riuscivo ad avere rapporti con altre persone e questa cosa mi dava tremendamente fastidio poiché volevo sostituirlo anche dal punto di vista sessuale, vivo in una piccola cittadina dove ci conosciamo quasi tutti e diventò impossibile conoscere qualcuno/a con il/la quale uscire.
Iniziai a chiudermi di nuovo in me stessa e passavo intere giornate e nottate a letto senza dormire, così scoprii il sexting.

Continue reading “Il mercato maschilista delle illecite registrazioni di sexting (e nessuno fa niente)”

Antisessismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Perché le donne a seno scoperto infastidiscono?

Ci scusiamo di dover coprire i capezzoli di queste fiere ragazze ma facebook trancia i post e le pagine solo per questa stupida ragione. Noi però vorremmo almeno far passare i contenuti che l’articolo regala. Nel link originale potete vedere le immagini senza censure.

 

Articolo di Paula Gimenez

in lingua originale QUI. Traduzione di Camilla del Gruppo di Abbatto i Muri.

Perché le donne a seno scoperto infastidiscono? Continue reading “Perché le donne a seno scoperto infastidiscono?”