Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Città del Messico verso la depenalizzazione del sex work, si concentra su come ridurre il traffico sessuale

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Maria Cristina del gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

Il sex work è consentito in gran parte del Messico ma ogni Stato ha regole diverse e talvolta poco chiare, che portano i/le lavoratori/trici ad operare spesso all’interno di vuoti legislativi.

Di Christine Murray

Continue reading “Città del Messico verso la depenalizzazione del sex work, si concentra su come ridurre il traffico sessuale”

Annunci
Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Irlanda- La Sex Workers Alliance si è dichiarata “inorridita” in seguito all’incarcerazione di due prostitute, una delle quali incinta.

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Luca del gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

di Laura Lynott

La Sex Workers Alliance si è dichiarata “inorridita” in seguito all’incarcerazione di due prostitute – una delle quali incinta.

Continue reading “Irlanda- La Sex Workers Alliance si è dichiarata “inorridita” in seguito all’incarcerazione di due prostitute, una delle quali incinta.”

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

La mia brutta e dolorosa esperienza con lo speculum

Lei scrive:

Cara Eretica,

intanto grazie per il tuo lavoro straordinario e sommerso. Leggo le storie IMPORTANTI che ti sono trasmesse e che con tanta cura trasmetti e non posso che ringraziarti.
A proposito del fantastico articolo da te pubblicato sul maledetto SPECULUM, voglio riportarti la mia storia.
Se vorrai divulgarla, anche tagliando, spero sia utile per altre donne.

Continue reading “La mia brutta e dolorosa esperienza con lo speculum”

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità

Il ex amico sessista e violento

“Non hai rispetto di te stessa”. Lo disse un mio ex amico, ex perché da quella sera non gli ho più rivolto la parola, quando qualcuno lo informò che avevo trascorso una bella serata con tre persone, un’amica e due conoscenti. Non mi interessava essere giudicata e tantomeno protetta. Ci eravamo dati appuntamento ad un bar e uno dei due ci invitò in un posto dove realizzava lavori artigianali. Lui e la mia amica si rifugiarono a fare sesso in uno stanzino e io e l’altro, dopo esserci guardati in faccia ridendo per un po’, finimmo per fare lo stesso. Non fu una cosa perfettamente riuscita, un paio di pompini e tante risate, ma non mi sono sentita violata e non mi è venuto in mente che qualcuno mi avesse mancato di rispetto. Tra me e la mia amica c’era e c’è una grande intimità, non ci siamo mai posti problemi in quel senso e quando uscimmo da lì la serata continuò fino alle 4 del mattino.

Continue reading “Il ex amico sessista e violento”

Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Il trattamento sessista contro le calciatrici mi ha stufato

Ebbene si. Non capisco molto di calcio perché sono cresciuta a bambole e addestramento all’aiuto di mamma nelle faccende casalinghe. Lo sport mi piace molto e l’ho praticato ma guardare tanti uomini correre dietro una palla per fare goal non mi ha mai appassionato molto.

Continue reading “Il trattamento sessista contro le calciatrici mi ha stufato”

Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Critica femminista, Personale/Politico, R-Esistenze

Persone trans senza diritti: le donne non sono le uniche persone che hanno bisogno di abortire!

Jack Qu’emi Gutiérrez

 

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Benz del gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

di Alanna Vagianos

Anche gli uomini transgender e altre persone non binarie devono sottoporsi a procedure abortive. Ma nessuno parla di come le ultime svolte legislative in America hanno un impatto su di loro.

Continue reading “Persone trans senza diritti: le donne non sono le uniche persone che hanno bisogno di abortire!”

Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Critica femminista, Personale/Politico, R-Esistenze

Controlliamo i corpi sbagliati: perché il controllo del corpo delle donne è sempre in discussione?

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Giulia del gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

di Maria Guido

Quando avevo 24 anni ho avuto un aborto. Io ero innamorata del mio migliore amico, lui era innamorato della droga. Lo convinsi che potevo gestire la nostra situazione di amici con benefit, perché sapevo che non voleva niente di più. Non era quello che volevo, ma ero molto brava ad amare l’uomo sbagliato in quel momento della mia vita.

Continue reading “Controlliamo i corpi sbagliati: perché il controllo del corpo delle donne è sempre in discussione?”

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Oh, sessisti, lasciateci la libertà di correre in un parco!

Lei scrive:

Ciao, sono una ragazza di quasi 24 anni e vorrei raccontare un episodio che mi è successo questa mattina. Non è nulla di grave, ma ho bisogno di raccontarlo perché è importante per come mi ha fatta sentire.

Sto scrivendo la tesi di laurea, per cui ho deciso di rinunciare alla palestra per un po’ e andare invece a correre al parco sotto casa tre volte a settimana. Mi piace andare la mattina presto, quando non c’è quasi nessuno e posso godermi la pace e la tranquillità della giornata che sta iniziando. Il parco è piccolo, ma adattissimo per correre perché si sviluppa in lunghezza, è molto ben tenuto ed è proprio sotto casa mia, il che mi permette di risparmiare parecchio tempo che posso dedicare allo studio.

Continue reading “Oh, sessisti, lasciateci la libertà di correre in un parco!”

Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Personale/Politico, R-Esistenze

#Francia – SOS Omofobia fuori dai nostri quartieri popolari!

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Benz del gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

Discorso di Karim Benbélache al primo DSN Decolonial Café di Parigi, 19 maggio 2019.

“Nel 2010 Marine Le Pen (portavoce del partito di estrema destra francese) ha dichiarato, nel suo discorso-logicamente-razzista:

“In alcuni quartieri, sento sempre più spesso che non è bello essere una donna, né omosessuale, né ebrea, né francese o bianca…”, stigmatizzando ancora una volta gli abitanti dei quartieri popolari non bianchi e accusandoli di essere più sessisti e omofobi che altrove. Da allora, quest’idea si è ulteriormente diffusa. Nel dicembre 2018, l’associazione SOS omofobia ha annunciato l’intenzione di insediarsi in questi stessi quartieri, giustificandosi con delle vaghe statistiche di crescenti casi d’aggressione e appoggiando di fatto le parole razziste del più importante movimento di estrema destra francese.

Continue reading “#Francia – SOS Omofobia fuori dai nostri quartieri popolari!”