Che tipo di madre sono stata?

Raccolgo con l’indice una goccia di latte che scivola dalla buccia di un limone. Sembra una coccinella polare. L’ ha sputato poco fa mia figlia, spruzzi di latte sulla coppa azzurra colma di agrumi un po’ avvizziti. Schizzi di collera perlacea sui frutti, sulle piastrelle cobalto, sul mio pigiama. Advertisements

Sono stata maltrattata e licenziata per la mia omosessualità

Lei scrive: Cara Eretica, Non immagini la mia paura nello scriverti (…). Sono stata licenziata. Niente di nuovo. E invece sono stata cacciata, umiliata, offesa e molestata per ben due anni. La causa: la mia omosessualità. Dei datori di lavoro, i classici uomini squallidi, sposati con figli che ad ogni donna che passa sbavano.

Il sesso non dovrebbe essere un dovere coniugale

Lei scrive: Cara Eretica, non voglio fare sensazionalismo e non mi piace che mi vedano come una vittima. voglio soltanto raccontare come ho vissuto due anni di stupri continuati in una casa che pure era la mia. lui era il mio compagno e io ero obbligata a fare sesso con lui tutte le volte che […]

Buon anno per chi ricomincia a partire da se’

Mi sono sentita a pezzi, quella volta in cui mi dissero che non ero bella. Volevo piacere e più di tutto volevo essere amata. A volte la ricerca di un modello di bellezza standard non è altro che la ricerca di un amore. Sbagliato dire che qualcuno possa amarti così come sei perché in realtà […]

Se all’assemblea femminista partecipa la donna che è stata a letto col mio partner

Lei scrive: Ciao, vorrei chiedere un consiglio a tutt* voi, approfittando dello spazio che Eretica offre. Sono una militante femminista in difficoltà. Un tempo ero una forza della natura, che viveva la sua sessualità felicemente, ma non è più così e questo problema si sta scontrando con la mia militanza. Ho una relazione da molti […]

Quando la bulla è una professoressa

Lei scrive: Cara Eretica, Vorrei raccontarti una storia che mi è tornata in mente oggi, non so perché dopo tanto tempo. Se possibile, vorrei rimanere anonima.

25 anni, uomo, bianco, eterosessuale e vi racconto la mia disperazione

Lui scrive: Vorrei rimanere anonimo, perchè è nell’anonimato che ho vissuto tutta la mia vita. Ho 25 anni, sono uomo, bianco, eterosessuale, non ho mai dovuto affrontare situazioni di violenza o prevaricazione indotta da qualcuno, il mio genere non mi ha mai causato disagi o difficoltà in ambito lavorativo. Per questi motivi mi sento in difficoltà, […]

#MascolinitàFragile: la difficoltà a relazionarsi con l’altro sesso al di là dei ruoli imposti

  Sono un uomo di 26 anni e non ho mai avuto un rapporto completo con una donna, ma questo racconta ben poco di me. Fin dai tempi del liceo preferisco e ricerco la compagnia femminile, ho molte amiche donne e sento che quel che più mi manca dall’assenza di una relazione amorosa è proprio […]

Non voglio figli, mi sono fatta sterilizzare e sono felice

Lei scrive: Ho un bellissimo ricordo di quel giorno… Nonostante l’ansia che mi attanagliava lo stomaco, ero felice… finalmente era arrivato il mio giorno! Qualche giorno prima avevo fatto il Day Hospital dove, tra un prelievo di sangue ed un elettrocardiogramma, ho firmato un’enciclopedia di consensi e risposto a mille domande sul perchè della mia […]

#MascolinitàFragile: Cosa significa essere un uomo transgender?

Di Andrew Cacciatore Premetto che quanto sto per scrivere è semplicemente il mio personale modo di vivere la mia condizione di uomo transgender e che non rappresenta la condizione generale. Credo sia fondamentale che ognuno, cisgender e transgender, viva il genere che sente più suo nel suo personalissimo modo; ma trovo essenziale lasciare una mia […]

Sesso, giudizi, consensualità: a chi importa quel che provo?

Lei scrive: Il sesso e la voragine che mi si apre davanti Ecco. Forse questo, per quanto illogico, è il titolo ideale per affrontare l’argomento.. Dovrei mettere in chiaro le idee e ho deciso di farlo scrivendo un flusso di parole che stavolta –forse- condividerò con il mondo in forma anonima. Un evento, un gesto, […]

La bestia dentro me

Lei scrive: Ciao Eretica! Non sai quanta ansia mi sale nello scriverti questo messaggio. Non sarò breve, mai scritto bene, mai avuto dono della sintesi. Vorrei riportare qui la mia storia tuttavia in forma anonima perché mi sento disturbata dal giudizio a riguardo. La affido a te perché nonostante non ti conosca e a volte […]

Diario di una famiglia tradizionale: possono gli affetti essere davvero liberi?

I venti estivi si sono placati, le zolle di terra ne hanno assorbito la caduta. La penombra ora è precoce e confortante. Il silenzio è languido e senza pretese come quello che lascia il vento quando si ritrae sotto un manto d’erba e ne scrolla le punte simulando una carezza peccaminosa troppo simile a quella […]

Ai desideri non si comanda

Ero lì ad esplorare il tuo corpo e all’improvviso mi sono persa. Sarò poi così libera di gestire la mia sessualità, i miei desideri, il mio corpo? Se per esempio oggi volessi diventare quella che ti scopa, con uno strumento aguzzo, ma ben lubrificato, ci sarebbe di mezzo il tuo consenso, perché è così che si fa. […]

Caponata pirata, una questione generazionale

di Inchiostro Parlando di cucina, tengo a dire che prenderò tutti i nostri sogni e li cucinerò in un piatto unico. In una padella con un pizzico d’olio, pepe bianco quanto basta, accompagnati da un soffritto leggero di cipolle rosse e carote. Serviti, poi, in piatti ampi e rettangolari, accompagnati da un vino rosso scuro […]