Vulnerable

di Inchiostro Gira in internet un video veramente ben fatto, che sembra diretto da Lars Von Trier, del quale dicono competerà a Cannes per la sezione documentari. E’ un bello spaccato della società e mostra come sia divertente, facile e appassionante prendersela con chi si sa che non si può difendere. Advertisements

Le discriminazioni subite dalle donne rappresentate in un video

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Giulia Natali. >>>^^^<<< VIDEO SOTTOLINEA LA DISCRIMINAZIONE SESSUALE CHE LE DONNE AFFRONTANO OGNI GIORNO IN TUTTO IL MONDO “Nessuno di noi è uguale, finché tutti sono uguali” Un video “incredibilmente intenso” diffuso da due gruppi di attivisti per spingere le persone ad agire contro il sessismo su scala globale.

6 cose che le femministe bianche possono fare per le femministe nere

Il seguente contributo è stato pubblicato su http://www.locarconio.com/, web spagnola femminista e collaborativa. L’autrice dell’articolo, che è diventata più nota sul web da poche settimane, si chiama Desirée Bela-Lobedde ed è una blogger spagnola e nera (nata a Barcellona da genitori guineani) che definisce se stessa come “afro-femminista, buddista e madre”. Il suo blog nasce […]

Trump confonde l’Islam con l’estremismo violento

L’articolo di Letta Tayler da hrv.org QUI in inglese. – Traduzione di Giulia Natali >>>^^^<<< TRUMP CONFONDE PERICOLOSAMENTE L’ISLAM CON L’ESTREMISMO VIOLENTO Cambiare il nome del Programma antiterrorismo degli Stati Uniti è discriminatorio ed alienante

Il discorso di Gloria Steinem per la Women’s March

Traduzione di Ethan Bonali Ho ascoltato discorsi maestosi in questa splendida giornata di marcia per i diritti umani. Questo discorso inizia con un sentimento potente: la gratitudine, che è la capacità di riconoscere l’operato degli altri e di comprendere che le cose si fanno insieme.

La tifoseria di #Trump contro la #WomensMarch: stessa merda, secolo differente!

L’elezione di Trump, come sapete, ha suscitato un sollevamento di massa da parte di tutte quelle persone lese dalle sue parole, dal suo programma politico, dai suoi intenti. Misogino, razzista, fascista, omofobo, è riuscito in un colpo solo a ottenere quello che difficilmente vedi nelle piazze: milioni di persone unite intersezionalmente a marciare per i […]

Il Discorso di Angela Davis alla Women’s March a Washington

Traduzione di Ethan Bonali Ho tradotto il discorso di Angela Davis perché desideravo che il messaggio di questa storica giornata arrivasse a tutti superando l’ostacolo della lingua e il filtro dei media. Chiedo perdono per la qualità del mio lavoro che non restituisce il carisma di questa leader.

Fascisti contro stranieri per salvare le donne? Non in mio nome!

  Ogni volta che vedo un fascista che scende in piazza contro i migranti dicendo che lo fa per difendere le donne dai neri stupratori mi sento derubata, oppressa, usata, violentata. Ogni volta che una fascista mi augura di veder stuprata figlia/mamma/sorella/varieEdeventuali mi si para dinanzi l’essenza fascio/sessista di chi in realtà se ne fotte […]

Di alcuni antirazzisti un po’ sessisti

Sara scrive: Raramente scrivo riflessioni personali su facebook. Ritengo la mia vita privata e i miei pensieri qualcosa da custodire con un minimo di cura; proprio per questo, pubblico solo quando ritengo di dover comunicare un messaggio che abbia qualche tipo di valenza sociale.

Wonder Woman ambasciatrice ONU: cambiamento sociale o strategia commerciale?

  di Serena Natile Qualche giorno fa mi è stato chiesto un intervento sulla nomina del personaggio dei fumetti Wonder Woman come ambasciatrice onoraria delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere e l’autoaffermazione delle donne. La questione, per quanto possa sembrare irrilevante e in un certo senso ludica, ha in realtà delle implicazioni politiche importanti […]

13° Emendamento USA: razzisti fin dalla Costituzione

::Avviso Spoiler:: Questo documentario lo trovate su Netflix anche in Italiano, per chi volesse vederlo. L’inglese rende comunque bene anche le inflessioni dialettali, il tono usato, per esempio: Nixon=Trump ma Reagan=Clinton (marito). Questo si spiega per via di un codice di comunicazione, un linguaggio fatto di ritmi, pause, elevazione vocale su alcune parole, usati in […]

#fertilityday: #lorenzin dice che il volantino da lei approvato è meglio

La ministra Lorenzin [qui la sua dichiarazione online] mostra al pubblico il volantino da lei approvato che sarebbe molto diverso da quello messo online da non si sa chi altri. La trama si infittisce. Ringraziandola per aver confermato il fatto che il volantino, così come l’abbiamo conosciuto, è razzista, e ringraziandola per il tempestivo intervento, […]

#GodLovesUganda: come la destra cristiana americana ottenne il controllo del governo ugandese

Volevo raccontarvi di un documentario che ho visto e mi ha lasciata davvero esterrefatta. Non perché non immaginassi le dinamiche ma perché a volte la realtà è talmente caricaturale da superare le stesse caricature di alcuni gretti personaggi. Si chiama God Loves Uganda, documentario indipendente presentato al Sundance Festival, che potete trovare anche in streaming […]

#FertilityDay: opuscolo “razzista” ritirato e direttore comunicazione licenziato. Ma #Lorenzin resta ancora lì?

Leggo che anche stavolta la Ministra Lorenzin non sapeva niente della campagna di comunicazione sul Fertility Day. Ma io dico: comunicate tra voi da quelle parti? Com’è che vi rendete conto dei vostri errori solo se ve li segnaliamo noi? Cioè noi che paghiamo le tasse e anche gli stipendi di chi lavora da quelle […]

#FertilityDay e la locandina con le cattive “abitudini” associate alla “razza”

Ricordate il Fertility Day con la sua propaganda da ventennio fascista? Il Ministero ci riprova, con un logo patriottico e alcune immagini scontate, tra le quali una, in particolare, un po’ razzista e classista. Nel sito continuano a parlare di iniziative, al plurale, in Italia, anche se in molte città italiane, invece, si faranno, domani, […]