Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, Precarietà, Storie

Sola, senza prospettive, eutanasia: un paio di cose in risposta ai commenti

Lei scrive:

Quando ho inviato il messaggio l’ho fatto perché il blog o la pagina sono un mio riferimento da sempre. Non intendevo offendere nessuno. Vedere il post pubblicato e leggere alcune risposte mi ha fatto guadagnare cinque minuti di notorietà? No. Cinque minuti di ossigeno, forse. Considerare la possibilità di poter coesistere con altre donne in situazioni simili mi ha fatto sperare. Sperare in una vita degna di essere vissuta. Se solo fosse davvero possibile. Mi piacerebbe, molto. Perché il punto è che l’eutanasia, lenta, è già in atto. Cosa pensate succeda quando ogni interruttore della tua vita viene spento e tu sei costretto a vivere nel buio?

Continua a leggere “Sola, senza prospettive, eutanasia: un paio di cose in risposta ai commenti”
Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, Precarietà, Storie

Sola e senza prospettive: perché non ho diritto all’eutanasia?

Lei scrive:

Ho 55 anni, sono disoccupata, ho problemi di salute, non ho prospettive o un posto dove andare, sono brutta e grassa e mio marito vuole divorziare. Dice che mi darà un po’ di soldi al mese per non farmi morire di fame ma il problema resta. Dove andrò a vivere? Come pagherò una stanza? Cosa farò? Chi si prenderà cura di me se neppure io so farlo? Ed è per questo che penso che l’eutanasia sia un buon proposito laico da attuare. Meglio che pietire elemosine, meglio che sperare in una valorizzazione che non mi è concessa, meglio che sperare che in questo mondo di merda a qualcuno davvero importi qualcosa delle persone come me.

Non è una richiesta di aiuto. Non si tratta neppure di uno sfogo ma della descrizione accurata dei fatti. Non sono in grado di autogestirmi perché con una depressione che mi causa immobilità. Ho il terrore di uscire e vedere gente, tecnicamente è agorafobia. Il semplice contatto telefonico con qualcuno mi dà problemi. Il Covid non fa che aggravare tutto questo. Dunque mi serve assistenza medica, soldi per i farmaci e qualcosa che mi consenta di restare in vita. Ma la legge dice che non posso chiedere il suicidio assistito perché c’è chi si arroga il diritto di scegliere per noi quando, dove e come dobbiamo morire.

Continua a leggere “Sola e senza prospettive: perché non ho diritto all’eutanasia?”
Autodeterminazione, Comunicazione, Contributi Critici, Critica femminista, R-Esistenze

Antropologhe femministe e transfemministe a favore della legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia e il sessismo

Ecco un comunicato e un appello che ci piace condividere. QUI il link dove potrete dare la vostra adesione. Buona lettura!

>>>^^^<<<

In occasione della discussione del Disegno di Legge Zan alla Camera prendiamo parola come antropologhe femministe e transfemministe per esprimere il nostro sostegno alla legge contro i crimini d’odio verso donne e soggettività lesbiche, gay, bisessuali, asessuali, trans*, intersex, queer e non binary e per rimarcare la necessità di mantenere all’interno del testo di legge il concetto di identità di genere insieme a quello di orientamento sessuale.

Continua a leggere “Antropologhe femministe e transfemministe a favore della legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia e il sessismo”

Autodeterminazione, Critica femminista, Culture, R-Esistenze

Undici consigli per essere un* buon* complice nella lotta

(articolo pubblicato originariamente da Lysandra, Sarah Zouak e Justine Devillaine dell’associazione Lallab a questo indirizzo – traduzione di Luana e revisione di Benz del Gruppo di lavoro Abbatto I Muri)

>>>^^^<<<

Quando noi presentiamo l’associazione Lallab, avviene una cosa buffa: non otteniamo affatto le stesse reazioni! «Noi» vuol dire Sarah, musulmana, e Justine, atea, entrambe cofondatrici di Lallab, realizzatrici della docu-serie Women SenseTour in Muslim Countries e femministe.

Continua a leggere “Undici consigli per essere un* buon* complice nella lotta”

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Il diritto di camminare

Maria scrive:

Sono con una mia amica. Stiamo passeggiando, chiacchieriamo instancabilmente, ci interrompiamo di continuo, talmente tante sono le cose che vogliamo dirci. Io sono di buon umore, ho appena sostenuto il mio penultimo esame della magistrale, ho deciso di prendermi una serata di pausa dallo studio, andare a bere qualcosa, divertirmi, cercare di svagarmi per allontanare le preoccupazioni di questo momento storico e di questa strana fase della mia vita, in cui mi preparo ad affrontare importanti cambiamenti. Ad un tratto una voce emerge da un gruppo di uomini e mi urla “che sei bella, ci possiamo conoscere?”. “Fottiti, testa di cazzo”, gli urlo. Ne ho subite moltissime, di molestie di questo tipo, nella mia vita, come ciascuna delle mie sorelle. E ciascuna di noi ha sviluppato i propri meccanismi di difesa. Il mio è quello dell’aggressione verbale. “Perché te la prendi così? Ma sei pazza? Ti volevo fare un complimento”.

Continua a leggere “Il diritto di camminare”

Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, Personale/Politico, R-Esistenze

Le donne trans muoiono: la scuola complice

(Pubblicato in originale il 23/06/2020 qui. Traduzione di Luana e Benz del Gruppo di lavoro Abbatto I Muri)

È necessario che la comunità educativa comprenda la propria responsabilità nella lotta alla transfobia. L’ignoranza della società ha conseguenze mortali. Le donne trans esistono, hanno dei diritti ed è ora di affermarli all’interno delle strutture scolastiche.

Questo week-end una giovane donna trans, Laura, si è suicidata. Dieci giorni prima si trovava alle esequie di una sua amica, Matilde, anche lei morta suicida.

Continua a leggere “Le donne trans muoiono: la scuola complice”

Antiautoritarismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Comunicazione, Critica femminista, R-Esistenze

Ddl contro Omotransfobia: chi sono le Snoq e Arcilesbica che si oppongono

La bozza del disegno di legge contro l’omotransfobia (Testo) è stata infine depositata alla Camera ed ecco spuntare le barricate a partire da destre varie e, indovinate un po’, anche da Se Non Ora Quando Libere e da Arcilesbica Nazionale.

Continua a leggere “Ddl contro Omotransfobia: chi sono le Snoq e Arcilesbica che si oppongono”