Su Barbara D’Urso e i sentimenti pop: dialogo sulla morte del ragazzino di Lavagna

  Ciao Roberta, grazie mille per la risposta, molto pacata (cosa che raramente ci meritiamo), sentita e ben argomentata. In primis, è vero: le parole del nostro articolista nascono in larga parte dalla rabbia, “de panza”, come si usa dire oggi. È il motivo del “disclaimer”, che di solito non viene inserito nei nostri articoli. […]

Solo un’altra storia di umana solitudine

Lui scrive: Ciao 🙂 Oggi ti scrivo per regalarti un pezzetto di me, qualcosa che ho covato a lungo e che ho bisogno di buttare fuori e condividere con menti fresche, lontane e sconosciute perché non sempre le persone che hai vicino possono essere le più giuste ad ascoltarti.

Mamme degeneri e altre catastrofi: sulla madre del sedicenne suicida

Quando eccessiva è l’emozione, non controllo la tecnica. La mia narrazione si frammenta, come forse il suo stesso oggetto richiede, non essendo alcune questioni meritevoli di essere trattate come monoliti, ma come mosaici in cui ogni tassello racconta la propria storia, e la storia dei propri incastri.

Che tipo di madre sono stata?

Raccolgo con l’indice una goccia di latte che scivola dalla buccia di un limone. Sembra una coccinella polare. L’ ha sputato poco fa mia figlia, spruzzi di latte sulla coppa azzurra colma di agrumi un po’ avvizziti. Schizzi di collera perlacea sui frutti, sulle piastrelle cobalto, sul mio pigiama.

Addio Italia, non ci vuoi abbastanza bene

Lei scrive: Cara Eretica, prima di tutto, e come sempre, grazie del lavoro che fai. Ti scrivo per conviderti una storia: me ne vado via dall’Italia, di nuovo, perché a me e al mio nuovo amore serve un posto migliore di questo.

Il perfetto militante antifascista

Lei scrive: Sono una ragazza di 34 anni, ho sempre frequentato centri sociali e posti occupati, i miei amici sono, per la maggior parte, attivisti. Le mie relazioni, anche sentimentali, gravitano intorno a questo mondo per mia scelta e perché non potrei fare altrimenti, per me l’amore e la politica viaggiano sulla stessa strada. Ho […]

Ylenia, non fate violenza a una vittima di violenza

Qualcun@ afferma, a proposito di Ylenia e la sua difesa dell’ex fidanzato, che andrebbe usato un Tso. usare un tso per una vittima di violenza è quanto di più violento si possa fare contro di lei. trovo questo genere di commenti paternalisti. non si tratta di giustificare una “scelta” ma di comprendere quali siano le […]

Il sesso non dovrebbe essere un dovere coniugale

Lei scrive: Cara Eretica, non voglio fare sensazionalismo e non mi piace che mi vedano come una vittima. voglio soltanto raccontare come ho vissuto due anni di stupri continuati in una casa che pure era la mia. lui era il mio compagno e io ero obbligata a fare sesso con lui tutte le volte che […]

Buon anno per chi ricomincia a partire da se’

Mi sono sentita a pezzi, quella volta in cui mi dissero che non ero bella. Volevo piacere e più di tutto volevo essere amata. A volte la ricerca di un modello di bellezza standard non è altro che la ricerca di un amore. Sbagliato dire che qualcuno possa amarti così come sei perché in realtà […]

Le forme d’amore dei piccoli e le perversioni degli adulti

La memoria della luce barbara e impietosa dell’estate greca dei miei dodici anni mi secca ancora la gola e rende – a distanza di decenni – la mia muscolatura fiacca, le palpebre di piombo. Come posso descrivere la sensazione corrosiva del sale mischiato al sudore e alla polvere sul cuoio cappelluto? Come posso raccontare l’odore […]

Se all’assemblea femminista partecipa la donna che è stata a letto col mio partner

Lei scrive: Ciao, vorrei chiedere un consiglio a tutt* voi, approfittando dello spazio che Eretica offre. Sono una militante femminista in difficoltà. Un tempo ero una forza della natura, che viveva la sua sessualità felicemente, ma non è più così e questo problema si sta scontrando con la mia militanza. Ho una relazione da molti […]

25 anni, uomo, bianco, eterosessuale e vi racconto la mia disperazione

Lui scrive: Vorrei rimanere anonimo, perchè è nell’anonimato che ho vissuto tutta la mia vita. Ho 25 anni, sono uomo, bianco, eterosessuale, non ho mai dovuto affrontare situazioni di violenza o prevaricazione indotta da qualcuno, il mio genere non mi ha mai causato disagi o difficoltà in ambito lavorativo. Per questi motivi mi sento in difficoltà, […]

#MascolinitàFragile: racconto di come il machismo ha infettato la mia vita

Cara Eretica, seguo con grande passione “Abbatto i Muri” scoprendo tante storie interessanti che mi stimolano a lottare, nel mio piccolo, attivamente per i pari diritti. Ho imparato tanto grazie ai frammenti di vita e alle informazioni che quotidianamente riporti e per questo ti ringrazio.

#MascolinitàFragile: la difficoltà a relazionarsi con l’altro sesso al di là dei ruoli imposti

  Sono un uomo di 26 anni e non ho mai avuto un rapporto completo con una donna, ma questo racconta ben poco di me. Fin dai tempi del liceo preferisco e ricerco la compagnia femminile, ho molte amiche donne e sento che quel che più mi manca dall’assenza di una relazione amorosa è proprio […]

#MascolinitàFragile: cos’è stato per me essere un uomo fuori dagli stereotipi

salve, ho iniziato di recente a leggere questa pagina (arrivando tramite un articolo sul fatto quotidiano) e l’ho trovata interessante e coinvolgente. sono un uomo, e mi interesso di sessismo da quando non sapevo nemmeno che esistesse la parola, da quando negli anni del liceo ho cominciato a rifiutare mentalmente tutte le norme che mi […]