Annunci

#metoo: se anche i compagni di lotta sminuiscono le violenze

Lei scrive:

Ci sono stati i #metoo – tanti, non tutti probabilmente. Qualcun* l’ha postato per denunciare una violenza subita, qualche altr* senza credere che possa servire più di tanto. Qualcun* per dire che ci sono tanti modi di abusare e che tutti sono parte di un problema sistemico che ci rende oggetti, da possedere e su cui rivendicare diritti di proprietà.

[Read more…]

Annunci

L’abbraccio di Louise

di Thelma

“E’ colpa tua”.
Troppe volte me lo sono sentita dire e adesso ci credo.
Sarà vero se me lo dicono tutti, chi mi ama e chi appena mi conosce.
Mi è stato detto da bambina, poi da ragazza, da giovane donna e da donna matura.
Sarà vero, è colpa mia.

[Read more…]

Quel pozzo senza fondo in cui giacciono le vittime di violenza di genere

saputa la notizia della fine che quello stronzetto assassino ha fatto fare ad una ragazza che aveva tutta la vita davanti, mi viene solo da dire che  quel pozzo in cui hanno trovato il suo cadavere è lo stesso pozzo in cui sono seppellite tante persone vittime di violenza di genere, vittime di chi inventa la balla dell’ideologia gender per evitare che nelle scuole si parli di educazione al rispetto dei generi e che si contestualizzino i delitti provando a prevenirli senza che se ne parli come un’emergenza da risolvere col pugno forte dello Stato. non è un’emergenza. è una questione strutturale, dipende da una cultura che va messa in discussione, una cultura che legittima delitti, stupri, e ogni azione criminale volta a sottomettere la volontà dell’altr@.

[Read more…]

Menopausa e narcisismo

di THELMA

Cara Eretica, ti racconto una storia che ritengo contenga utili spunti di riflessione.
Le vicende risalgono a questa estate ma alcune premesse sono indispensabili per la comprensione del racconto.

[Read more…]

E vissero per sempre

di Maria Vittoria

Che cos’è per te, il lieto fine?
Te lo dico io: per te il lieto fine sono io che mi ravvedo, che torno sui miei passi, che mi sveglio dai cento anni di sonno e ancora cieca e intorpidita cerco la mano di mia figlia. Che la riconosca tra mille.
Tu che mi vuoi bene, tu che mi conosci da una vita, tu che mi cambiavi il pannolino, tu che sai cosa voglio fare da grande, tu che mi hai vista piangere in mezzo agli scatoloni del trasloco.
Tu, tu, tu, tu e tu.

[Read more…]

Secchezza vaginale: sfogo di una comitiva di donne in menopausa

La simpatia di certi siti in cui si parla del problema e ti si para davanti un deserto. Posso dire che io non ce l’ho proprio così?

 

di fikuzza assetata

Ho un problema in comune con varie amiche, tutte in menopausa. C’è l’intenzione di trombare, in modo energico e con grande piacere reciproco, ma basta una penetrazione con sfregolio e avanti-indrè e parte il dolore che si diffonde come una tempesta senza che tu abbia riparo. Cistiti, Cerviciti, Vaginiti, Sospette Nefriti. Perfino febbre per qualcuna.

[Read more…]

Di amanti e dignità

Lei scrive:

Ciao Eretica! Ho pensato di raccontare le impressioni che ho avuto dalla mia ultima storia. Non so se è abbastanza pertinente con la pagina da essere pubblicato, in ogni caso ti ringrazio per quello che fai! Leggo ogni giorno i post e alcuni mi hanno fatto riflettere molto e vedere diverse cose sotto una nuova prospettiva. Se non ti dispiace vorrei restare anonima!

[Read more…]

Lo stigma sui disturbi mentali: io sono proprio come voi!

Lei scrive:

Sono una donna di 24 anni, in terapia da quasi 2 e sempre da quasi 2 uso uso psicofarmaci. Soffro di DOCDP, cioè, disturbo ossessivo compulsivo della personalità, fin da quando me lo posso ricordare (prima infanzia) e di depressione da quando avevo 10 anni che, se entro 2 anni non viene curata adeguatamente, si trasforma, come nel mio caso, in depressione cronica. Soffro di ansia sociale e di disturbo da stress post-traumatico. Ho pensato a suicidarmi talmente tante di quelle volte che, se le impilassimo tutte, una sopra l’altra, lo zenit di questa piramide metaforica arriverebbe a toccare l’infinito punto dove due rette parallele, finalmente, si incontrano. Ora sto meglio. A volte ci penso e mi rattristo, perché non mi ricordo com’è successo. Prima ero là, al buio e ora qua e… Ma lasciamo perdere.

[Read more…]