Annunci

Vi racconto il mio aborto farmacologico (RU486)

Lei scrive:

Ciao Eretica,
seguo sempre la tua pagina e trovo sempre tante testimonianze interessanti che spesso mi hanno anche aperto gli occhi su argomenti che conoscevo appena, per questa ragione voglio condividere con te e coi tuoi follower anche una mia testimonianza.

[Read more…]

Annunci

Un’esperienza di aborto con la RU486

 

Lei scrive:

Ciao Eretica,
ti scrivo per condividere l’esperienza di un’amica con la pillola abortiva (RU486), metodo farmacologico alternativo a quello chirurgico per l’aborto. È mia premura farlo, poiché trovo ci sia pochissima informazione a riguardo, perciò spesso anche molta superficialità.

[Read more…]

El Salvador: dove le donne finiscono in carcere per aver perso un bambino in un aborto spontaneo

Articolo in lingua originale QUI. Traduzione di Manlio. Revisione di Eretica.

Una adolescente vittima di stupro in El Salvador è stata condannata a 30 anni di carcere per omicidio dopo aver avuto un aborto spontaneo. Questo non è che l’ultimo di una lunga serie di errori (orrori) giudiziari contro le donne che vivono un aborto in un Paese dell’America centrale.

El Salvador: dove le donne finiscono in carcere per aver perso un bambino in un aborto spontaneo [Read more…]

Sull’aborto, sulla 194 e sullo spingere più in là

14582459_602997813241709_4004042785647755264_n

(nella foto: Milano, Corso di Porta Ticinese)

di Marica Biancotti

Vorrei dire grazie a Fabrizio D’Alba, che è il direttore generale del San Camillo, e poi vorrei dire grazie a Zingaretti, presidente di Regione Lazio. Vorrei dir loro grazie, e poi mi sento qualcosa tra lo sterno e l’esofago, che non va ne su e ne giù (come il celebre “ovo sodo” del film di Paolo Virzì), una sorta di stato d’ansia descritto in modo colorito.

[Read more…]

Donald Trump firma un ordine esecutivo contro l’aborto, circondato da uomini

US President Donald Trump signs an executive order in the Oval Office of the White House in Washington, DC, January 23, 2017. Trump on Monday signed three orders on withdrawing the US from the Trans-Pacific Partnership trade deal, freezing the hiring of federal workers and hitting foreign NGOs that help with abortion. / AFP / SAUL LOEB        (Photo credit should read SAUL LOEB/AFP/Getty Images)

Da AnimAliena:

Articolo originale qui.

WASHINGTON – Lunedì, circondato da altri uomini bianchi, il Presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo anti-aborto che avrà conseguenze di vasta portata per l’accesso alla salute riproduttiva delle donne in tutto il mondo.

[Read more…]

La mia storia di IVG (interruzione volontaria di gravidanza)

Lei scrive:

Ciao Eretica,
ti scrivo per rispondere alla ragazza di 22 anni che sta per affrontare un aborto.

Ho pensato tante volte di scrivere la mia esperienza ma solo adesso, ad una richiesta di aiuto, trovo finalmente la forza di farlo. Ho 32 anni ed ho abortito 3 mesi fa (in piena campagna per il fertility day). I motivi per cui ho fatto questa scelta sono diversi e non vorrei stare qui a dilungarmi su questo aspetto in quanto penso che ognuna di noi ha le sue ragioni per farlo e non serve una giustificazione. Comunque diciamo che il motivo principale a spingermi a farlo è stata la mia disoccupazione e la mia voglia di trovare un’occupazione che mi dia soddisfazioni. Vedevo un figlio come un impedimento al raggiungimento di tutto ciò e così ho compiuto la mia scelta. Nel momento in cui ho scoperto di essere incinta mi è crollato il mondo addosso, la mia vita mi sembrava finita, tutti gli anni di studio buttati via perché una gravidanza prima e la maternità poi non mi avrebbero permesso di raggiungere i miei obiettivi, primo tra tutti la mia indipendenza economica che ancora oggi, a 32 anni, non riesco a raggiungere. Sono rimasta incinta del mio ragazzo con cui sto da tre anni, con cui sto bene e con il quale ho sempre pensato di voler costruire una famiglia. Ma il punto non era lui, ero io. La scelta era mia e non sono riuscita a mettere da parte la mia voglia di indipendenza e soddisfazione personale per far posto a un figlio non voluto. Ecco queste più o meno erano le mie sensazioni.

[Read more…]

#Antiviolenza #Brand: Wycon dona ricavato a un CAV

immagineCarlotta scrive:

Cara Eretica,

Seguo la tua pagina facebook da relativamente poco, e ti scrivo a seguito del post in cui chiedevi di tenere d’occhio iniziative di marketing che distorcono la lotta alla violenza di genere ai fini di vendita.
Ebbene, di recente io mi sono imbattuta nell’immagine che vedi (sopra).

[Read more…]

Ho abortito e non sono stata trattata con umanità

Lei scrive:

Ciao, sono una ragazza di 22 anni, fidanzata da 2, studentessa universitaria da 3. Cinque mesi fa, agli inizi delle vacanze estive, mi accorgo di un ritardo. Presa dal panico effettuo un test (ero sempre stata molto attenta e l’idea di una gravidanza non mi era passata manco per l’anticamera del cervello): positivo. Da lì inizia il mio inferno, non mi sentivo assolutamente pronta a tenerlo e a differenza di quanto la gente si aspetti non ho avuto molti dubbi sul da farsi, appena ho visto le 2 linee comparire tra me e me mi sono detta: non puoi portare avanti una gravidanza ora. Sono andata al consultorio dove sono stata trattata come una beota, mi sono sentita in colpa anche solo di aver pensato che l’aborto fosse una buona mossa.

[Read more…]

Non assistere una donna per un aborto è Violenza di Genere

14479770_1097171823683310_2725675174819266307_n

A Catania è morta Valentina Milluzzo, 32 anni, incinta di due gemelli, alla diciannovesima settimana di gravidanza. Secondo la legge un aborto terapeutico può essere praticato entro la 24esima settimana di gravidanza. Secondo le linee guida di chi voleva spremere la legge al minimo il limite sarebbe di 22 settimane. Valentina poteva dunque richiedere un aborto per aver salva la vita. I parenti denunciano il fatto che un medico obiettore si sarebbe rifiutato di assisterla. Sulla faccenda è in corso un’inchiesta e nel frattempo si rende noto, per voce di un’altra testata che riporta dichiarazioni fatte in conferenza stampa, che i medici di quell’ospedale sono tutti obiettori e che comunque la questione non riguarda l’obiezione di coscienza giacché il medico avrebbe operato d’urgenza.

Il primario di ostetricia e ginecologia dichiara: “Nel momento in cui il medico, dopo il primo feto morto per aborto spontaneo, induce il secondo parto abortivo con ossitocina cosa c’è di obiezione di coscienza?

[Read more…]

Perché gli studenti di Caserta dovrebbero partecipare ad una marcia antiabortista? (aggiornamento)

14590415_572351049619329_7762262455292694110_n

La faccenda della partecipazione degli studenti casertani alla marcia no-choice, corteo contro la libertà di scelta e l’aborto, tanto per capirci, resta ancora ambigua sebbene le richieste pubbliche di chiarimento siano state tante. Ad oggi sappiamo che due scuole (Istituto Ferraris e Liceo Scientifico Diaz) hanno revocato la partecipazione e restano altre che ci piacerebbe sapere in virtù di cosa spostano studenti in quella piazza partecipando ad una manifestazione ideologica. E poi non dite, please, che il problema è il Gender. Chi dovrebbe dunque dire ora “giù le mani dai nostri figli“?

[Read more…]

Scelgo di abortire, per rinascere

Aborto-A11

Quando mi sono sentita persa, dopo le ultime legnate sulla schiena, sul volto, sulla testa, ho deciso di andare ad abortire. Non ci resto più con uno che mi fa del male, e farci un figlio assieme vorrebbe dire essere legata a lui per tutta la vita. Non mi importa niente di quello che pensa in proposito, la sua opinione non mi interessa e non ha alcun diritto di decidere al posto mio dato che il diritto di progettare assieme l’ha perso quando mi ha regalato il suo primo pugno. Sono stata debole per tanto tempo, con lui, lunatico, che un po’ mi urlava contro, dicendomi cose orribili, gran bastarda, così mi chiamava, tu sei una stronza e fai di tutto per ferirmi. Sei una persona di merda, non vedi che qualunque cosa esce dalla tua bocca è merda? Merda merda merda, tanta merda. E il giorno dopo non ricorda niente. Non sa neppure perché sono arrabbiata, e mi chiede scusa senza impegno e poi ritorna a dirmi cattiverie.

[Read more…]