Annunci

Un’amica, ex sex worker, racconta come vive adesso

Dopo alcuni anni mi contatta una donna che già in passato aveva voluto condividere con noi la sua storia. Studentessa, sex workers part time e contraria ad ogni messaggio proibizionista di chi pretende che anche le sex workers per libera scelta si autodefiniscano vittime. Né vittime né colpevole, aveva detto, annunciando che quel lavoro le avrebbe permesso di studiare e realizzare la vita che voleva. Oggi mi riscrive per aggiornarmi e a parte scambi personali ci siamo parlate su quello che sta succedendo in Italia con una parte del movimento femminista che persegue a tutti i costi la vittimizzazione delle sex workers delegittimando la loro lotta per ottenere la regolarizzazione e l’abbattimento dello stigma che pesa loro sulla testa.

Allora, cara XXXXX, a che punto sei con la tua vita?

Ho preso la laurea e ho ottenuto un dottorato di ricerca all’estero. Non avrei potuto fare niente di tutto questo se non fossi stata in grado di mantenermi da sola.

Non lavori più come sex worker, quindi? [Read more…]

Annunci

La differenza tra una fantasia di dominazione e lo stupro

Lei scrive:

Ho avuto un’avventura virtuale, tempo fa, e il tizio con cui chiacchieravo e sperimentavo sesso virtuale era disponibile ad un rapporto di dominazione che mi è sempre piaciuto. Lui dominante e io dominata. Si chiama bdsm e non c’è niente di male nel praticarlo se mi piace ed è consensuale. Lui era un amico di una mia amica e pensavo fossi al sicuro, qualunque cosa dicessi o gli mostrassi.

[Read more…]

Il sapore della pipì

The Piss Sculpture by David Cerny – Praga

Di piscia e redenzioni.

[Read more…]

#RepealSesta: Trump e Swerf insieme a criminalizzare i/le sex workers

La legge Sesta è il risultato dell’unione del Fight Online Sex Trafficking Act (FOSTA) e del Stop Enabling Sex Traffickers Act (SESTA). Trump, applaudito dalle femministe radicali transescludenti e sex workers escludenti, firma una decisione che rinvia alla responsabilità penale dei gestori dei siti per la diffusione di pubblicità online delle sex workers. Ciò significa che le sex workers non potranno più filtrare i clienti, dovranno accedere ad altri metodi di promozione del proprio lavoro e si dovranno affidare, essendo silenziate, invisibilizzate, a protettori che tengano in vita un business di sfruttamento per i/le sex workers marginalizzat*.

[Read more…]

I santi un tempo praticavano l’aborto – era considerato un peccato minore rispetto al sesso orale

Coloro che supportano gli aborti legali e sicuri potrebbero riflettere meglio l’atteggiamento della Chiesa Cattolica Irlandese “medievale” rispetto a quello di coloro che vi si oppongono.

Da entrambi i lati del dibattito sull’aborto la gente tende a condividere un presupposto, indipendentemente dalla propria visione al riguardo: il cattolicesimo permette un solo atteggiamento riguardo l’aborto, cioè è uno dei peccati peggiori, di una malvagità incommensurabile.

[Read more…]

Vorrei fare la camgirl ma mi sento insicura

Lei scrive:

Cara Eretica, sono una donna di 40 anni e sono disoccupata da due per motivi prima di famiglia e poi perché reinserirsi nel mercato del lavoro per me è molto difficile. Non ho particolari titoli e specializzazioni e mi sono fermata al diploma che come sapete non serve a molto. Avevo maturato un po’ di esperienza in un settore ma ora non spendibile perché dalle impiegate si aspettano la luna e io non gliela posso dare. Mi sono molto flagellata pensando fosse colpa mia, perché ho lasciato gli studi e perché mi sono dedicata a tante cose che non mi sono utili adesso. Ciascuno crea il proprio destino, mi dicevo. Poi ho cambiato idea. In realtà il destino lo crea chi gestisce l’economia e lascia che i datori di lavoro trattino le persone come oggetti da sfruttare e poi da buttare via.

Un giorno mi sono imbattuta in un tizio su facebook e con lui abbiamo prima stretto un’amicizia e poi abbiamo cominciato a scambiarci video e foto erotiche. Prima di quel momento mi sentivo una chiavica e non pensavo di poter ancora suscitare un certo tipo di emozioni. Mi sono ricordata dei tuoi post sul revenge porn e ho pensato alla soluzione che proponi. Se lui un giorno mi tradirà io pubblicherò le mie foto autonomamente. Non mi interessa e non mi sento in colpa per quello che ho fatto.

[Read more…]

Di Franca Leosini e delle due intervistate Sabrina e Cosima Misseri

E niente. Ho visto la seconda parte dell’intervista di Franca Leosini a Sabrina e Cosima Misseri e continuo a pensare, come per la prima parte, che abbia commesso degli errori. Chiedere a Cosima Misseri se negli ultimi tempi avesse o meno rapporti sessuali non mi è sembrato non necessario. Come se nelle altre coppie dopo vent’anni e passa di matrimonio ci si incontrasse sempre con spudorata passione (provo a usare parole che potrebbero piacerle). Chiedere conferma del fatto che fossero le donne a governare in quella casa, come se governare significasse avere un’indole da assassina, anche questo non mi è sembrato necessario. Dire a Sabrina Misseri che “non era una libellula”, anche se con scuse allegate, mi è sembrato assolutamente inutile oltreché ingiusto.

[Read more…]