Annunci

Se chi paghiamo per la “nostra” sicurezza invece molesta le donne

Lei scrive:

Cara Eretica,
Ho 30 anni e ti scrivo per raccontarti di un abuso subìto, non molti giorni fa, da parte di persone che, in teoria, vengono pagate per rendere il nostro paese più sicuro. Sì…come no!
Andiamo con ordine.

[Read more…]

Annunci

#Moric a testa in giù? Un fake. L’antifascismo è antisessista o non è!

Ci segnalano questa immagine diffusa da un account che si dice Antifa. L’account è un falso. Quel tweet come spiega Leonardo Bianchi, non esiste.

[Read more…]

Caro Facebook: perché blocchi una pagina antisessista segnalata da sessisti?

Caro Facebook,

da un paio di giorni stai bloccando i profili di tutt* gli/le admin della pagina Abbatto i Muri.

Tanto per capirci hai bloccato un profilo perché aveva pubblicato sulla pagina gli insulti sessisti ricevuti da Eretica e inviati da un maschilista misogino XY (il cui ip è però bello chiaro ed evidente).

[Read more…]

Facebook chiude la pagina di Abbatto i Muri nel giorno internazionale contro la violenza di genere

Salve, qui Eretica. Mentre io e molte altre attiviste femministe siamo in giro per l’Italia a lottare contro la violenza di genere (oggi è il 25 novembre) qualcuno si diverte a segnalare i post sulla pagina di Abbatto i Muri (al momento irragiungibile https://www.facebook.com/AbbattoMuri/) che vengono rimossi per contenuti “pornografici”. Dapprima hanno cancellato un post in cui una ragazza parlava di recupero della coscienza di sé e di un  migliore rapporto con il proprio corpo e c’era la parola “masturbazione”. Con quel post hanno bloccato anche il mio account facebook. Ora scopro che hanno segnalato anche un altro post che parla di una ragazza che spiega, in termini femministi, perché il bsdm non corrisponde ad un trauma ma è per lei una scelta sessuale. Il fatto che nel titolo ci fosse la parola “sesso” per facebook basta a far censurare anche questo post e addirittura ad oscurare una pagina che conta (contava?) 170.000 persone.

[Read more…]

Il femminismo NON è una religione

 

La cosa grave delle interpretazioni fondamentaliste e dogmatiche di ogni parola che scrivo è che codeste interpretazioni, che tali sono e restano, impediscono un dibattito reale. oppongono intolleranza e normatività alla laicità e al rispetto per l’autodeterminazione delle persone. a conferma di ciò basta seguire il semplicistico e mediocre sillogismo medio della donna o dell’uomo (paternalisti e vittimizzanti entrambi):

[Read more…]

Lotta antiviolenza: non sto dalla parte di chi vuole più repressione

Lei scrive:

Cara Eretica,

vorrei parlarti di una cattiva sensazione che ho in questo periodo. Mi riferisco al fatto che le discussioni sulle molestie e le violenze mi fanno sentire a disagio. Mi preoccupa il fatto di ritrovarmi a commentare assieme a persone che più che di cultura dello stupro parlano di punizioni severe, castrazioni chimiche e cose del genere. Mi pare che ci sia tanta gente che cavalca alcune lotte e quando diamo per scontato di vivere in un mondo in cui quella gente ha finalmente acquisito la stessa sensibilità alla fine appare chiarissimo che non è così.

[Read more…]

Lettera aperta al mio ex violento

Dalle illustrazioni di donne ribelli di Obey

 

Lei scrive:

Ciao *****,

sono io, Sveva. Non sono sicura che leggerai questa lettera, anzi, sono abbastanza certa che non ti capiterà mai sotto gli occhi. Ci sono tanti altri ***** come te nel mondo e, in effetti, sarà come scriverla a chiunque – salvo qualche particolare del tempo che abbiamo “condiviso”.

[Read more…]

Su l’età del consenso e le relazioni tra adolescenti e adulti

Un racconto controverso ha stimolato un dibattito lungo ed estenuante. Si parla di una quindicenne che racconta come i genitori hanno preteso di psichiatrizzarla e farla imbottire di psicofarmaci perché lei era innamorata di un 35enne. Al di là delle valutazioni sulla questione quel che è emerso è il conflitto tra più parti. Chi ha condannato la violenza genitoriale ed istituzionale sulla pelle della ragazza ora ventinovenne. Chi ha raccontato esperienza analoga. Chi ha criminalizzato la questione, dando a lei della malata e dando ragione ai genitori, pretendendo poi che sia modificata la legge che parla dell’età del consenso. Sull’età del consenso in Italia:

In Italia l’età del consenso è fissata di norma a 14 anni, ma la determinazione dell’età minima per disporre validamente della propria libertà sessuale richiede particolare attenzione, dato che si rende necessario valutare se il soggetto è:

[Read more…]