Ylenia, non fate violenza a una vittima di violenza

Qualcun@ afferma, a proposito di Ylenia e la sua difesa dell’ex fidanzato, che andrebbe usato un Tso. usare un tso per una vittima di violenza è quanto di più violento si possa fare contro di lei. trovo questo genere di commenti paternalisti. non si tratta di giustificare una “scelta” ma di comprendere quali siano le […]

Siamo tutte Jenni Galloni

  Lei scrive: Ciao Eretica, scrivo questa lettera chiedendo di rimanere anonima. La “ragazza incinta di 25 anni trovata morta”, quella cui “la madre pubblica la foto choc del cadavere su Facebook” io la conoscevo. Forse lei non si ricordava nemmeno più di me, ho vissuto 7 anni a Bologna ma non vi abito più […]

#26N #NonUnaDiMeno – non verrò alla manifestazione ma vi seguirò da lontano

Cara Eretica, il 26 novembre non andrò alla manifestazione nazionale contro la violenza di genere perché non posso lasciare mia madre che sta male ed è affidata alle mie cure e in ogni caso non sarei in grado di fare il trasloco del mio corpo per portarlo a roma. è un corpo pesante, il mio, perché ho […]

La depressione non è una scelta. Semplicemente capita!

La depressione secondo me che sto ad una tappa fatta di maggiore consapevolezza e forse più coraggio. Di quando in quando mi permetto di abbuffarmi perché sono una mangiatrice compulsiva, per quanto non avrei ragioni di saldare la mia psiche ansiosa con un cibo anestetizzante, ma lentamente riemergo dal buio, aiutata da persone che non […]

Non sarò più complice

Lei scrive: Cara Eretica, ti scrivo per condividere questa mia esperienza di violenza psicologica in una relazione, troncata prima che gli effetti fossero devastanti.

Sentire la mancanza del compagno violento

No, non ho detto niente, continuo a ripetere al mio compagno, che mi guarda con disprezzo perché pensa che ho tradito la sua fiducia rivelando dettagli spiacevoli sulla nostra vita comune. La colpa di aver rotto un patto tra vittima e carnefice, patto stabilito con ricatti psicologici, alimentando il senso di colpa, come se dopo […]

Violenza psicologica e dipendenza nella mia relazione

Lei scrive: Cara Eretica, ti scrivo dopo aver letto il post della ragazza vittima di violenza psicologica da parte del suo compagno. Nella mia storia gli episodi di violenza psicologica si sono susseguiti nell’arco di un lungo tempo, con l’unica differenza che allo stesso tempo io e lui siamo stati, reciprocamente, vittime e carnefici.

Diario di una (non) anoressica

Lei scrive: [02-06-2016] – È da tanto che penso di scrivere questa pagina di diario, ma da sempre rimando. Mi chiamo….no, non mi chiamo, il mio nome non ha importanza, potrei essere chiunque, la tua amata sorellina, la tua timida vicina di casa, la stronza che ti isola a scuola, l’insopportabile secchiona, la strafiga che […]

La Depressa Consapevole: lo stigma e la discriminazione

E’ incredibile come il dolore trovi spazio perfino nella apparente patina di indifferenza costruita con i farmaci. Arriva tutto assieme, in un pianto incontrollato, e non si ferma, non mi lascia neppure il tempo per respirare. Difficile spiegare come il tempo di assenza sia dovuto ad un distacco non cercato, per non lasciarsi sopraffare dal […]

La Depressa Consapevole: va tutto bene!

Ieri sera. Sento la voce di qualcuno che mi dice che un membro della mia famiglia non sta bene. Torna la chiamata alle armi per le assunzioni di responsabilità di figlia. Devo dare una mano, l’ho sempre fatto, anzi, l’ho fatto per quel che ho potuto e voluto. Mi sono sentita incastrata altre volte, nel […]

La Depressa Consapevole: sentirsi reale, percepirsi viva

  Uno degli errori che compie una persona depressa come me è quello di prendersi per il culo, di celarsi a se stessa, di inventare balle che nascondano la vergogna. Quando si riesce a pronunciare la propria depressione pare che tutto diventi un po’ più semplice. E’ quello che mi dice lo psichiatra. Che male […]

La difficoltà di partorire se stess*

Porto un nome ingombrante, che mi si addice fin troppo. Cambia lo scopo, rimane quel fervido e costante smantellamento notturno di tutto ciò che si è saputo creare. Sono sempre stata un’auto sabotatrice incredibile, forse per insicurezza, sicuramente per pigrizia. Forse non è il mio vero nome, me lo sono scelto io? È comunque lei, […]

La Depressa Consapevole: il cocktail di farmaci

Quando mi tirarono fuori dal torpore post tentativo di suicidio mi hanno prescritto un antidepressivo del tipo Wow. Però quell’antidepressivo, che ti fa sentire come se fossi fatta di una droga che ti fa sparare a raffica una serie infinita di cazzate, con il sorriso stampato sulle labbra, e la demenziale manifestazione di una gestualità […]