Annunci

Care tutte, auguro un gran 2019 di lotta a tutte voi!

Cosa dobbiamo ricordare del 2018? Decine di vittime di violenza di genere. Donne uccise perché i loro ex non potevano accettare “l’abbandono”. Quando una donna vuole lasciare un uomo si parla ancora di abbandono, come fosse obbligo delle donne farsi carico dei disagi di chi fa loro del male. Come se in fondo alle donne si chiedesse di fare le crocerossine pronte alla cura nei confronti degli ex stracolmi di egoismo e di incapacità di provare empatia.

A descrivere questo tipo di uomini come fossero le vere vittime delle ex uccise sono altri uomini ma anche tante donne pronte a supportare stereotipi sessisti che nel frattempo, attraverso linguaggi precisi, educano altre a pensare male di quelle che non obbediscono alle imposizioni sociali maschiliste.

[Read more…]

Annunci

Racconti di donne che sfidano la morale e amano persone più giovani

Love and Fortune è una serie tv tratta da un manga evidentemente interessante. La serie è disponibile su Netflix con sottotitoli in italiano, per chi ha voglia di vederla.

Ambientato in Giappone, parla di una donna che sfida la morale comune per seguire i propri sogni. Combatte contro stereotipi che la vorrebbero sposata e con figli, lascia il fidanzato e si innamora di uno studente del liceo con le sue stesse passioni: il cinema, i film, l’arte visiva. Nonostante le difficoltà economiche decide di lasciare il suo lavoro aziendale per realizzare un progetto che le sta a cuore.

[Read more…]

La giovane comandante che affronta l’ISIS: “Se ti attaccano e ti stuprano, devi difenderti”

Pezzo in lingua originale da eldiario.es firmato Miguel Angel Villena (traduzione di Martina) 

La regista catalana Alba Sotorra presenta la prima proiezione del film Comandante Arian alla Seminci (La Semana Internacional de Cine de Valladolid), un coraggioso e rivendicativo documentario su una unità di miliziane che lottano contro l’ISIS

“Se ti attaccano e ti stuprano, devi difenderti”. Si può dire più forte, ma non più chiaramente. A pronunciare questa frase è la comandante Arian, una giovane trentenne e capo della unità di miliziane che combatte lo Stato Islamico nel nord della Siria.

[Read more…]

Doctor Who oltre i generi. Una donna è ora la Signora del Tempo

Jodie Whittaker è il nuovo Doctor Who. La serie televisiva è iniziata con mille spunti magnifici. Tra ricostruzioni storiche del passato, come per la battaglia di Rosa Parks che ha cambiato il mondo, anzi no: l’universo, dice Jodie, e riferimenti alle guerre per sterminare intere popolazioni, genocidi per motivi razziali e per pretesa superiorità di una specie nei confronti di un’altra, Doctor Who resta e diventa ancora di più un magnifico esempio di narrazione fantascientifica che fornisce sensibilizzazione sui temi della discriminazione.

[Read more…]

Voglio il potere di gestire tutto ciò che mi riguarda

Quante volte vi siete sentite dire “hai voluto la parità e ora smettila”. Hai voluto la bicicletta e ora pedala. Mi hanno detto mille volte cose del genere per convincermi del fatto che le donne che chiedono maggiori diritti devono solo lavorare di più. Se non vuoi essere solo moglie e madre devi faticare il triplo. Come se il fatto di avere attorno uomini che non si assumono alcuna responsabilità fosse una mia responsabilità. La parità è una gran bella cosa che però non va a demerito di chi la pretende. Se io sono pari allora tu dovrai lasciarmi spazio e respiri. Parità è quella cosa che dà a me il diritto di fare molto di più. Significa che tu dovrai condividere le responsabilità della cura con me. Vuoi abitare insieme? Allora pulisci il cesso come lo faccio io. Bada a tuo figlio come lo faccio io e lasciami respirare come io faccio con te.

[Read more…]

22 Luglio: la strage nazista in Norvegia e le idee razziste in Italia

Ieri sera ho visto questo film/documento che racconta i fatti del 22 luglio 2011 avvenuti in Norvegia. Quello che è accaduto è agghiacciante, non solo per l’attacco terroristico di estrema destra in se ma anche perché ad una analisi successiva si è capito che l’attentato poteva essere fermato se solo i servizi e le forze di sicurezza non avessero speso energie per rintracciare pericoli provenienti da fanatici islamisti sottovalutando quello che invece succedeva sotto i loro occhi.

[Read more…]

Mater – Madri oppressive, stupro e paternità

:: Avviso Spoiler ::

Mater è un film Argentino che conferma la complessità e la bellezza della cinematografia del paese latino americano. Lo si guarda con irritazione crescente e con un gran senso di impotenza. Al centro c’è un ragazzo che non riesce a sottrarsi alle grinfie di una madre oppressiva. Soggiogato e perennemente mortificato da una donna che non riesce ad ascoltarlo e non fa altro che decidere della sua vita, lui deve misurarsi con i propri fallimenti e la propria immobilità. Per la madre il problema va ricercato altrove e così finisce per voler dirigere ogni aspetto della vita del figlio.

[Read more…]