Annunci

Wonder Woman: un film che normalizza e ricontestualizza il suo eroismo

ho visto il film che racconta parte della storia di wonder woman. in parte incuriosita da critiche e non critiche proposte da un paio di persone sulla pagina facebook di abbatto i muri e un po’ per capire cosa è rimasto di quella fantastica donna narrata dai fumetti. ricordo di essere stata appassionata alle puntate dei “telefilm”, come si chiamavano allora, in cui Diana Prince faceva piroette per mutare abbigliamento. Era l’effetto scenico più divertente, per quel che mi riguarda.

[Read more…]

Annunci

Sulle biografie di figure femminili: concubina o imperatrice?

di Beatrice Toniolo

Ho studiato tanto per diventare traduttrice – oggi è il mio lavoro, nonostante io venga tragicamente sottopagata perché Google Translate ha dato la possibilità agli ignoranti di ottenere “traduzioni” a costo zero – ma sto divagando. Per migliorare in fretta, quando ancora studiavo, ho preso a leggere i libri direttamente in lingua originale e questi di solito erano biografie di figure femminili storiche; questo è rimasto un “vizio”, sia perché la voce originale dell’autore o autrice è sempre più viva di quella (inevitabilmente) filtrata dal traduttore, sia perché potendo leggere in tre lingue, non mi devo più porre il problema circa la disponibilità di un libro che mi interessa, se è straniero, lo compro subito online e fine. E poi fa sempre figo tirare fuori dalla borsa un libro in ostrogoto. Ci sono alcune autrici semplicemente divine, la cui bravura mi ha fatta innamorare della donna protagonista della biografia che avevo in mano e quando una cosa mi piace, mi viene naturale proporla alle persone che ho intorno. Devi leggere la biografia di X, Y e Z, non hai idea! Eppure nessuna delle mie amiche non anglofone ha mai seguito il mio consiglio. Solo di recente ho capito come mai.

[Read more…]

La Fabbrica degli Umani – il nuovo libro di Eretica

La Fabbrica degli Umani è un lavoro che ho iniziato parecchio tempo fa. Concluso da poco, grazie all’editing di Annalisa Zito, l’illustrazione di Feminoska e l’impaginazione di UnaManu, lo presento a chi ha voglia di leggerlo.

Ambientata in un futuro distopico, durante il quale donne e uomini sono privati della libertà di scelta, soprattutto per quel che riguarda i diritti sessuali e riproduttivi, è la storia di un percorso che conduce la protagonista e tutti gli altri personaggi citati verso una assunzione di consapevolezza riguardo quel che non viene percepito come sistema di oppressione.

[Read more…]

Sense8: Vanity Fair censura le sorelle Wachowski

Articolo di Ethan Bonali e Porella Cuccarini

Venerdì scorso la piattaforma Netflix ha finalmente rilasciato la seconda

stagione di una delle serie più attese del 2017: Sense8, ideato e diretto dalle sorelle Wachowski.

[Read more…]

The handmaid’s tale: la serie tv che racconta l’oppressione delle donne

The handmaid’s tale, in italiano Il Racconto dell’Ancella, romanzo ambientato in futuro distopico scritto da Margaret Atwood, è una nuova serie televisiva voluta, prodotta e promossa, dal canale Hulu attraverso il quale potete fruirne la visione pagando un abbonamento simile a quello che si paga per Netflix. Attesissimo negli Stati Uniti e in tutte le nazioni anglofone in cui il pubblico con una minima coscienza critica sulle questioni di genere è realmente interessato alla trama, non è invece richiesto e neppure pubblicizzato a partire dai canali italici. Siamo l’Italia in cui la ministra alla sanità promuove, attraverso campagne alquanto discutibili, il Fertility Day e non mi aspetto che la serie tv qui abbia un grande seguito. Tuttavia sono convinta che la crudezza delle immagini e l’incisività della storia interesseranno moltissimo tante persone che hanno la vista un po’ più lunga del proprio naso.

[Read more…]

Il Privilegio d’essere uomo ed etero

Considerazioni mattutine comprando un libro di Cinzia Arruzza

di Inchiostro 

Spesso, riferendosi ai privilegi, si pensa a degli agi derivanti da possibilità economiche, o a condizione di classe; spesso li si interpreta come qualcosa di desiderato o, comunque, per il raggiungimento dei quali bisogna intraprendere delle azioni attive.
Non si pensa mai, in riferimento ad un quadro più ampio, ad aspetti in cui magari i soggetti non sempre hanno una partecipazione diretta.
Invece c’è una zona di privilegio che non si riferisce a qualità acquisite, bensì a qualità innate.

[Read more…]

Le Indomabili – Storie di donne rivoluzionarie

17496003_10213055504891948_1358427713_ndi Inchiostro

Ho sempre odiato scrivere recensioni, o comunque valutare il lavoro d’altri, analizzarlo, scomporlo, giudicarlo. Anzitutto perché non me ne reputo capace, in seconda battuta perché lo trovo un po’ ingiusto: alla fine, per quanto uno possa essere oggettivo, dà sempre un parere filtrato dal proprio gusto personale, e quindi parziale di un qualcosa che è di certo più ampio.

Per questo motivo non farò una recensione canonica, quanto un racconto, dal momento che credo anche impossibile scrivere un saggio – breve o lungo che sia – su un saggio. O, se non impossibile, tautologico, ma ammetto sia questione di punti di vista.

Ciò detto, ho avuto tra le mani per la prima volta Le Indomabili – Storie di donne rivoluzionarie perché un mio caro amico mi ha fatto il favore di regalarmelo. All’inizio, ammetto, mi aspettavo l’ennesimo libro – barra – iniziativa commerciale su personalità ribelli di svariato tipo, senza una linea ben definita, una di quelle accozzaglie dove i termini ribelle e ribellione sono un po’ falsamente ripuliti del loro significato originale – quello stirneriano, nella mia opinione personale – e trasformati in qualcosa che, al contrario, è al massimo accomunabile alla trasgressione.
[Read more…]

Il femminismo di Emma Watson non basta a redimere La Bella e la Bestia

Indipendentemente da ciò che sostiene Emma Watson, La Bella e la Bestia è la storia di una donna con la Sindrome di Stoccolma

di Laura Witt 20/3/2017

(articolo in lingua originale qui – traduzione di Beatrice Toniolo)

No, La Bella e la Bestia non è un film femminista. No, molti film Disney non sono femministi e sarà il caso di fare i conti con la realtà, piuttosto che sperticarsi a negare l’evidenza: La Bella è la Bestia non è solo la banale storia di una donna con la Sindrome di Stoccolma.

[Read more…]

Elle – il film: vivere la violenza senza nutrire ipocriti parassitismi

::Avviso Spoiler::

E’ un film straordinario e per apprezzare la meravigliosa interpretazione di Isabelle Huppert, nel ruolo della protagonista, vi suggerisco di guardarlo in lingua originale sottotitolato o anche no. Fate voi.

[Read more…]