La posta di Eretica, Personale/Politico, Violenza

Il mio ragazzo mi picchiava. Io costretta con lui per il Corona Virus

Lei scrive:

Cara Eretica, credo di non dire niente di nuovo quando descrivo la trappola in cui mi sono trovata per mesi per via del Corona Virus. Il mio (ora ex) ragazzo è venuto a trovarmi dalla città in cui vive (abitiamo a chilometri di distanza) e poi tutto è stato bloccato e io mi sono trovata a vivere in un incubo. Capisco che la situazione creata poteva essere claustrofobica ma lo era per entrambi, eppure ad essere violento era solo lui. Lo conoscevo ma non avevamo mai passato insieme più di due giorni.  Ci vedevamo nei week end, io andavo da lui o viceversa, e tutto sembrava magnifico. Così mi sono ritrovata assieme ad un uomo geloso, insicuro, narcisista e violento.

Continua a leggere “Il mio ragazzo mi picchiava. Io costretta con lui per il Corona Virus”

Antisessismo, Autodeterminazione, Personale/Politico, R-Esistenze, Violenza

Quando le donne sono complici dei violenti

Quando la mia coscienza femminista si stava ancora formando attraversavo il post separazione dal padre manesco di mia figlia. Per lavoro facevo quel che capitava e a quell’epoca mi capitò di fare il censimento in una zona della città. Quel che non sapevo era che proprio nella zona che mi avevano assegnato viveva il mio ex con la nuova compagna e le sue figlie, credo fossero un paio, se non ricordo male.

Trovai la donna seduta a fare curtigghio con altre vicine di casa che subito si strinsero attorno a lei come per proteggerla. Solidarietà tra comari, mi dissi, ma in realtà c’era qualcosa di più. Lei, forte di quell’alleanza, mi accolse con aria di sfida, come se io fossi stata lì per mia volontà e non per puro caso.

Continua a leggere “Quando le donne sono complici dei violenti”

Critica femminista, R-Esistenze, Violenza

Lo stupro commesso anche da donne

Abbiamo pubblicato un post di una persona che racconta, a modo suo, il perché non esista lo stupro commesso da una donna su un uomo. Tra le righe una critica, non dovutamente argomentata, su quello che i maschilisti intendono ogni volta che danno delle bugiarde alle donne o ogni volta che tirano fuori lo stupro subito da un uomo come pretesto per negare la violenza di genere. Una sorta di parità che a loro serve per dire che la violenza non avrebbe sesso e che la violenza di genere non esiste. Questi argomenti triti e ritriti vengono usati soprattutto da chi ritiene che le donne mentano quando denunciano di aver subito uno stupro avvenuto senza tracce e ferite evidenti, come se lo stupro fosse ritenuto tale solo se lei resta menomata o uccisa.

Continua a leggere “Lo stupro commesso anche da donne”

Personale/Politico, Recensioni, Storie, Violenza

Leaving Neverland: Michael Jackson, presunto pedofilo, e le madri dei bambini

Ho visto il documentario e ciò che a mio avviso viene fuori con maggiore intensità è il fatto che ad essere colpevolizzate degli abusi subiti da Wade Robson e James Safechuck sono le rispettive madri. Entrambe fuggite da una dimensione provinciale e con l’idea di poter lasciarsi alle spalle anche matrimoni “normali”, le due donne alla fine dichiarano il proprio fallimento, il fatto di non essersi rese conto di niente ma figli e nuore sembrano non riuscire a perdonarle. La madre di Wade Robson, soprattutto, colei che dall’Australia è partita lasciandosi alle spalle un marito mentalmente fragile che poi finirà per suicidarsi. Ma anche l’altra madre che nel suo racconto elenca i numerosi benefici, anche economici, che dal rapporto con Michael Jackson le sono derivati. Viaggi in prima classe, in limousine, alloggi in ambienti da sogno, prestiti per acquistare case e promuovere le carriere dei figli. Accecate da questo non si sarebbero rese conto di quanto stesse accadendo sotto i loro occhi.

Continua a leggere “Leaving Neverland: Michael Jackson, presunto pedofilo, e le madri dei bambini”

Antisessismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Violenza

Ivan Cattaneo e la cultura dello stupro

end_rape_img-f

“Rifiutare una donna è peggio che violentarla” ha affermato Ivan Cattaneo durante una conversazione tra concorrenti del Grande Fratello Vip. Come non bastasse questo lui ha continuato dicendo che nello stupro, almeno, la donna si sente “oggetto del desiderio”.

Generalizzazioni (sue) a parte, non so quali esperienze abbia avuto il cantante, ma trovo le due affermazioni di una gravità inaudita. Immagino che Cattaneo non abbia mai subito uno stupro e non possa sapere come ci si sente, dunque, forse, vale la pena ricordarglielo.

Continua a leggere “Ivan Cattaneo e la cultura dello stupro”

Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Violenza

Reato di solidarietà: leghisti e m5s disumani

Foto da MeltingPot

 

Niente. Nessuno dice nulla per opporsi. Troppo impegnati a fare altro? E la presunta opposizione dove sta? E il famoso contratto di governo? Bello sapere che l’accordo Lega M5S si sia fondamentalmente basato sulla costruzione di una cultura che premia l’egoismo e massacra la solidarietà. Chissà quanto staranno bene le persone migranti che in questi giorni restano appese ad un filo prima di vedersi rifilata una sentenza di esclusione dagli umani per il proprio colore della pelle o per la propria religione. Sarebbe opportuno sottolineare ancora quello che sta succedendo e quel che non può assolutamente essere tollerato.

Continua a leggere “Reato di solidarietà: leghisti e m5s disumani”

Contributi Critici, Culture, R-Esistenze, Violenza

I bambini non dovrebbero stare in galera

Foto di Joel Peter Witkin

 

Continuo a pensare alla donna che ha ucciso i figli in carcere e mi chiedo perché quei bambini stavano in galera. Perché si pensa sia dovuto il fatto di tenere i figli fino ai tre anni accanto la madre incarcerata. Per tutelare il legame madre/figlio, mi hanno detto. Ma che legame può esserci inquinando i ricordi di un bambino che può solo stare dietro le sbarre? Cos’è davvero importante per quei bambini? Perché non affidarli ai parenti più prossimi per farlo crescere all’aria aperta, con altri bimbi che vivono vite normali?

Continua a leggere “I bambini non dovrebbero stare in galera”