Storia di un riscatto intimo e personale

Lei scrive:

Sono nata in un paesino in provincia di Venezia. Piccolino, rurale, antico. Così rurale ed antico che lo era anche la mia famiglia. Il nonno a capo della famiglia, le donne in cucina a prendersi cura della casa e soprattutto tanta omertà. Non mi sono mai adeguata, mi stava tutto stretto. Se dovessi scrivere la mia vita senza aggiungere quello che ho scoperto dopo, scriverei per giorni e leggere sarebbe noioso perché si dovrebbe ritornare indietro per interpretare tante parti con la chiave di lettura adeguata. Perciò sarà un misto.

[Read more…]

Advertisements

XX – antologia horror scritta e diretta solo da donne

::Avviso Spoiler::

Se nel corso di questo fine settimana vi capitasse per le mani questo film vi suggerisco di vederlo. E’ horror, dunque lo sconsiglio a chi non ama il genere, ma è un dark horror scritto e diretto da quattro registe donne (più una regista che ha creato i magnifici intermezzi), interpretato da attrici bravissime e che in un certo senso mostrano come ancora sia preferibile un tema hitchcockiano ad uno splatter che più splatter non si può. Qui troviamo donne protagoniste che interpretano un black humour fatto di paradossi.

[Read more…]

La sentenza di #Trento è una prova di autentica civiltà

Da I Meme di Una Manu

Da I Meme di Una Manu

 

di Angela Azzaro (da qui)

Ho appena ricevuto un appello delirante di Daniela Danna in cui mi si chiede di firmare contro la sentenza di Trento [QUI le parole dell’avvocato che se ne è occupato e della sentenza depositata] che riconosce la doppia paternità a una coppia gay, genitori di due gemelli grazie alla gestazione per altri. Quell’appello è, secondo me, delirante per una serie di motivi

[Read more…]

Su Barbara D’Urso e i sentimenti pop: dialogo sulla morte del ragazzino di Lavagna

 

Ciao Roberta, grazie mille per la risposta, molto pacata (cosa che raramente ci meritiamo), sentita e ben argomentata.

In primis, è vero: le parole del nostro articolista nascono in larga parte dalla rabbia, “de panza”, come si usa dire oggi.

È il motivo del “disclaimer”, che di solito non viene inserito nei nostri articoli. [Read more…]

Sull’aborto, sulla 194 e sullo spingere più in là

14582459_602997813241709_4004042785647755264_n

(nella foto: Milano, Corso di Porta Ticinese)

di Marica Biancotti

Vorrei dire grazie a Fabrizio D’Alba, che è il direttore generale del San Camillo, e poi vorrei dire grazie a Zingaretti, presidente di Regione Lazio. Vorrei dir loro grazie, e poi mi sento qualcosa tra lo sterno e l’esofago, che non va ne su e ne giù (come il celebre “ovo sodo” del film di Paolo Virzì), una sorta di stato d’ansia descritto in modo colorito.

[Read more…]

Mamme degeneri e altre catastrofi: sulla madre del sedicenne suicida

Quando eccessiva è l’emozione, non controllo la tecnica. La mia narrazione si frammenta, come forse il suo stesso oggetto richiede, non essendo alcune questioni meritevoli di essere trattate come monoliti, ma come mosaici in cui ogni tassello racconta la propria storia, e la storia dei propri incastri.

[Read more…]

Che tipo di madre sono stata?

Raccolgo con l’indice una goccia di latte che scivola dalla buccia di un limone. Sembra una coccinella polare. L’ ha sputato poco fa mia figlia, spruzzi di latte sulla coppa azzurra colma di agrumi un po’ avvizziti. Schizzi di collera perlacea sui frutti, sulle piastrelle cobalto, sul mio pigiama.

[Read more…]