Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Anch’io sono stata violentata da un “amico”

Lei scrive:

“Ciao Eretica,
ho letto la storia della ragazza che racconta dello stupro subito da un suo amico, nonostante il suo iniziale rifiuto. Anche a me è successa una cosa simile diversi anni fa e volevo condividere con voi la mia storia.

Avevo 18 anni, e all’epoca ero fidanzata con una ragazza da qualche anno (sono omosessuale e quella era la mia prima relazione in assoluto). Quello che credevo essere un caro amico mio e della mia ragazza mi aveva invitata a passare il Capodanno con lui e alcuni suoi amici in un albergo di proprietà di suo zio: dato che la mia ragazza doveva andare a trovare dei parenti, e pur di non passare Capodanno coi miei genitori avrei fatto qualsiasi cosa, ho accettato.

Lui aveva fatto qualche apprezzamento nei miei confronti in precedenza, ma mi pareva chiaro che io non fossi interessata. Al mio arrivo nella località di vacanza, mi racconta che tutti i suoi amici avevano disdetto all’ultimo, saremmo stati solo noi due e la sua famiglia, e per giunta io dovevo stare in camera con lui; se mi fosse successo adesso mi sarei arrabbiata, ma all’epoca ero ingenua, e ho creduto davvero che non l’avesse fatto apposta. In ogni caso non volevo sembrare scortese per cui non ho detto nulla.

Continua a leggere “Anch’io sono stata violentata da un “amico””

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Mi ha violentata, io non ho fatto nulla e mi sento in colpa

Lei scrive:

Mi sono trovata in una situazione molto difficile recentemente. Ho dovuto far passare un po’ di tempo per poterne parlare, non dico apertamente, ma almeno con qualche amico senza sentire che mi si spezzasse qualcosa dentro. Vorrei spiegarvi cos’è successo, vorrei che sappiate: se mai vi è successa una cosa del genere o minimamente simile, non siete sole.

Lui mi ha accompagnata a casa, ed essendo un amico, non ho neanche messo in dubbio le sue intenzioni: “Figurati se si comporta male, lo conosciamo tutti! Impossibile che ci provi, siamo nella stessa compagnia”.
 All’arrivo mi chiede se può salire, giusto per un drink e aggiornarci sul più e il meno. Io completamente ingenua e con la guardia abbassata accetto entusiasta, dopotutto mi sta simpatico.

Continua a leggere “Mi ha violentata, io non ho fatto nulla e mi sento in colpa”

Antisessismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Recensioni

Roll Red Roll: cultura dello stupro e victim blaming sui social. Come la città protegge gli stupratori!

Appena visto su Netflix questo documentario, molto ben fatto, che ricostruisce i fatti avvenuti nel 2012 a Steubenville, Ohio. Lo scenario, che abbiamo più volte, purtroppo, riscontrato in casi italici che conosciamo bene, è sempre lo stesso. Una ragazza si fida di uno del gruppo, pensa che lei gli piaccia, lo segue, beve, viene ridotta all’incoscienza senza che nessuno si chieda se non sia il momento di assisterla e accompagnarla a casa, viene portata in un luogo in cui è possibile darsi alla pazza gioia e poi viene stuprata da un branco di esecutori, di reporter che fanno foto per documentare l’evento e videomaker che si assicurino che ci sia un video che testimoni la faccenda.

Continua a leggere “Roll Red Roll: cultura dello stupro e victim blaming sui social. Come la città protegge gli stupratori!”

Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Ti sei accorto di avermi stuprata? No, ma lo hai fatto!

Lei scrive:

Ti sei accorto di avermi stuprata?
Vorrei guardarti negli occhi e chiedertelo, per poi farti male, farti tanto male quanto tu ne hai fatto a me, perché la risposta la so benissimo ed è che no, non te ne sei accorto.

Sono andata a ballare e mi sentivo bella, anzi, bellissima. Per la prima volta dopo tanto tempo mi sentivo sexy e forte, mi sentivo padrona di me stessa e sentivo che era una mia scelta essere guardata, che se qualcuno avesse superato il limite non avrei avuto problemi a respingerlo.
Mi sono sentita così e poi mi hai ricordato perchè è una sensazione tanto rara.

Continua a leggere “Ti sei accorto di avermi stuprata? No, ma lo hai fatto!”

Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Io stuprata da un branco perché bisessuale

Lei scrive:

Ciao Eretica. Non è la prima volta che scrivo; la mia storia è un po’ lunga, spero qualcuno avrà voglia di leggerla comunque. Ho subìto violenza sessuale e non solo purtroppo più volte nella mia vita. Ho subito violenza da piccola e anche durante l’adolescenza ci sono stati degli episodi di abuso. Ho avuto alcune storie tra i 15 e i 16 anni in cui ho fatto sesso volontariamente ma sono sempre stata trattata male e con brutalità. Sono bisessuale ma anche il mio approccio al sesso omosessuale è stato compromesso per sempre da una violenza di gruppo pochi mesi dopo essermi messa con una ragazza che ho amato da morire.

Continua a leggere “Io stuprata da un branco perché bisessuale”

Critica femminista, R-Esistenze, Violenza

Lo stupro commesso anche da donne

Abbiamo pubblicato un post di una persona che racconta, a modo suo, il perché non esista lo stupro commesso da una donna su un uomo. Tra le righe una critica, non dovutamente argomentata, su quello che i maschilisti intendono ogni volta che danno delle bugiarde alle donne o ogni volta che tirano fuori lo stupro subito da un uomo come pretesto per negare la violenza di genere. Una sorta di parità che a loro serve per dire che la violenza non avrebbe sesso e che la violenza di genere non esiste. Questi argomenti triti e ritriti vengono usati soprattutto da chi ritiene che le donne mentano quando denunciano di aver subito uno stupro avvenuto senza tracce e ferite evidenti, come se lo stupro fosse ritenuto tale solo se lei resta menomata o uccisa.

Continua a leggere “Lo stupro commesso anche da donne”

Antisessismo, Critica femminista, La posta di Eretica, R-Esistenze

Può esistere lo stupro di una donna su un uomo?

La pubblicità di Calvin Klein segnalata perché banalizza lo stupro

 

Lei scrive:

Ogni tanto leggo commenti di chi è convinto che esistano gli stupri commessi da donne contro uomini. Questo è ciò che dicono i maschilisti. Ma a meno che non si tratti di pedofile o di omoni che stuprano ragazzi nelle carceri io non riesco a immaginare uno stupro commesso da una donna contro gli uomini. Una donna può fare violenza psicologica, può cercare di manipolare, ricattare per ottenere sesso ma diversamente non ha la forza necessaria per fare molto.

Continua a leggere “Può esistere lo stupro di una donna su un uomo?”