Annunci

Cara Luxuria: please, non parlare in nome delle “vere vittime”. Non in mio nome!

A Carta Bianca, condotto da Bianca Berlinguer, sono ospiti Asia Argento e Luxuria. Si parla delle donne del #Metoo in copertina sul Time scelte come “Uomo dell’anno del 2017”. La puntata integrale della trasmissione sta QUI.

[Read more…]

Annunci

Se chi paghiamo per la “nostra” sicurezza invece molesta le donne

Lei scrive:

Cara Eretica,
Ho 30 anni e ti scrivo per raccontarti di un abuso subìto, non molti giorni fa, da parte di persone che, in teoria, vengono pagate per rendere il nostro paese più sicuro. Sì…come no!
Andiamo con ordine.

[Read more…]

#Thelma, il film in cui si parla di terapie per “guarire” il lesbismo

Thelma è un film straordinario, in norvegese lo trovate sottotitolato in inglese o in italiano.

::Avviso Spoiler::

E’ la storia di una ragazza che ha uno speciale dono e che viene considerata male anche dai propri genitori perché da piccola aveva reagito male alle disattenzioni che derivavano dalle attenzioni al fratellino piccolo. Il suo dono può essere un’arma di difesa o il modo in cui regala consapevolezza agli altri, Ci sono più azioni simboliche nel film in cui, come spesso accade nei film nordici, l’aria è un po’ cupa e risplende solo in un momento di ritrovata serenità.

[Read more…]

Giustificavo i sessisti. Ora sono femminista!

Lei scrive:

Non ho mai pensato di occuparmi di femminismo. Chi l’avrebbe detto, proprio io poi che un tempo fui talmente cattiva con le mie simili da sorprendere e far inorridire me stessa. Cosa non si farebbe per piacere al branco. Lei dice che lui l’ha guardata con fare molesto? E io: ma chi oserebbe guardarti? Guarda che faccia e che culo. Ti piacerebbe, eh?

[Read more…]

Storia di una ragazza transgender

Lei scrive:

Cara Eretica,
sono una ragazza transgender e da quasi 10 anni lotto per essere accettata e rispettata sotto tutti gli aspetti della mia vita. Da quando mi sono dichiarata, all’età di 14 anni, tutto è cambiato. Dal rapporto con i miei genitori e la mia famiglia, al rapporto con la società ed i miei coetanei. A scuola sono sempre stata vittima di bullismo, dalle scuole elementari fino al quinto anno delle superiori. La scuola è stata per me una lenta agonia. Mi ha fatto soffrire tantissimo e le vicende che mi capitavano hanno lentamente formato in me un costante senso di paura, insicurezza e tristezza.

[Read more…]

#25Novembre: il bel corteo e la bella pratica politica ignorata da Repubblica

Tutto quello che so è che la manifestazione del 25 novembre a Roma è andata bene. Dubbi, critiche, dissensi: va tutto bene. Quel che non va bene é, per esempio, che Repubblica, tra tutte le cose belle che avrebbe potuto mettere in evidenza, ha scelto proprio di dare retta ad un provocatore, chiaramente intervenuto proprio per fare notizia, per ottenere i suoi cinque minuti di gloria, ben sapendo di poter provocare reazioni tra le persone che in quella manifestazione avevano tutto il diritto di stare in prima fila. Possiamo parlare di metodo. Possiamo parlare mille volte del fatto che la faccenda degli uomini in fondo al corteo è stata già risolta l’anno scorso con una inclusione massima nei confronti di compagni che hanno – per l’appunto -accompagnato le assemblee e la preparazione della manifestazione per tutto il tempo. In prima fila, quella che tiene lo striscione, stanno le donne che hanno organizzato, come per una manifestazione di migranti in testa stanno i migranti, e la cosa si è decisa collettivamente, con il consenso di tutti gli uomini che realmente avevano voglia di stare nel corteo e soprattutto di partecipare al percorso lungo e complesso di Non Una Di Meno.

[Read more…]

Si chiamava Michela ed è stata uccisa

E’ così. Non si può parlare della morte di questa ragazza come di un semplice suicidio. Non lo è. Questa ragazza è stata indotta al suicidio, ergo è stata uccisa. E’ stata uccisa la sua volontà, la sua sicurezza, la sua autostima, tutto annegato in un mare di colpevolizzazione e vergogna, in un Paese in cui ancora è troppo importante la santità di una donna, tanto da non consentire che sia riconosciuta la violenza che subisce.

[Read more…]

Caro Facebook: perché blocchi una pagina antisessista segnalata da sessisti?

Caro Facebook,

da un paio di giorni stai bloccando i profili di tutt* gli/le admin della pagina Abbatto i Muri.

Tanto per capirci hai bloccato un profilo perché aveva pubblicato sulla pagina gli insulti sessisti ricevuti da Eretica e inviati da un maschilista misogino XY (il cui ip è però bello chiaro ed evidente).

[Read more…]