Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Comunicazione, Contributi Critici, Precarietà, R-Esistenze, Welfare

La retorica razzista vi distrae dai problemi che il governo non risolve. Raccontateci la vostra precarietà!

Mentre il ministro dell’interno tiene banco sui media raccontando balle che costano tempo e salute alla gente migrante che arriva sfinita a Lampedusa ecco quel che il governo lega-m5s cerca di nascondere alla gente come noi, gente comune, persone precarie che si vedono sfilare via diritti come niente fosse. Prendo spunto da una notizia che è solo un esempio tra tanti. Un senzatetto viene multato per questione di “decoro”. Una persona povera e senza casa e soldi dovrà pagare 200 euro non si capisce per cosa. Ed ecco la sconfitta dello stato sociale, così come ben racconta Wolf Bukowski nel suo libro “La buona educazione degli oppressi – piccola storia del decoro“.

Continua a leggere “La retorica razzista vi distrae dai problemi che il governo non risolve. Raccontateci la vostra precarietà!”

Annunci
Antisessismo, Autodeterminazione, Contributi Critici, Critica femminista, R-Esistenze

Manifesto per l’autodifesa femminista

Le donne, come altri soggetti subalterni, passano la vita a difendersi mettendo il corpo in allerta costante. Istintivamente sappiamo reagire, ma siamo educate a incassare i colpi, a”murare”la nostra  rabbia. Sprechiamo la nostra forza a sopravvivere alla violenza banalizzata dalla società che non vede, più tosto che a ribellarci agli abusi subiti.

E se rompessimo questi rapporti di forza? se trasformassimo la nostra rabbia in lotta, se ci mettessimo tutt* a reagire contro la violenza subita al quotidiano?l’esperienza ce l’abbiamo, le conoscenze pure…basta mettersi all’azione!!!”Non liberateci, ce ne occupiamo!!”(« Ne nous libérez pas, on s’en charge »)

“Manifesto per l’autodifesa femminista” testo scritto da Elsa Dorlin, filosofa femminista intersezionale. L’argomento è più approfondito nel magnifico libro “Se défendre : une philosophie de la violence”(  La Découverte, 2017 ). 

L’articolo originale: QUI la versione originale in francese (file in Pdf). QUI la traduzione in spagnolo.

Traduzione in italiano fatta da Elisabetta e Benz del gruppo di lavoro Abbatto i Muri. Continua a leggere “Manifesto per l’autodifesa femminista”

Antiautoritarismo, Antifascismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Perché l’estrema destra dell’Europa sta prendendo di mira gli studi di genere

Donne in lotta in occasione del Congresso per la famiglia a Verona.

 

Articolo in lingua originale QUI.- Traduzione di Ori Guzz del Gruppo di lavoro Abbatto i Muri.

Scritto da Eliza Apperly

Un modello progressivo di attacchi, in tutta l’Europa, correlato sia alla convenienza elettorale sia allo scontro di idee.

Continua a leggere “Perché l’estrema destra dell’Europa sta prendendo di mira gli studi di genere”

Antiautoritarismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Contributi Critici, R-Esistenze, Ricerche&Analisi

DIRITTO ALL’ABORTO – Accessibilità e problematiche in una prospettiva di genere

Bianca condivide con noi questo splendido contributo sperando possa essere d’aiuto a molte. In questo lavoro lei e Maddalena Beldì approfondiscono il tema del diritto all’aborto dal punto di vista della sua accessibilità e problematiche. Sanno bene che i diritti non sono mai conquistati per sempre perché sempre sotto attacco, ed è quindi necessario difenderli anche tramite l’informazione. Soprattutto in questo periodo giacché si assiste a una forte offensiva dei governi reazionari contro l’autodeterminazione delle donne e il diritto all’aborto, che seppur formalmente garantito presenta non poche criticità dal punto di vista della sua accessibilità, come dimostra lo stigma ad esso attribuito e l’obiezione di coscienza.
Bianca e Maddalena hanno analizzato la situazione italiana riguardo la normativa in materia di ivg, evidenziando anche come le diseguaglianze economiche e lo status di donna migrante ne condizionino l’accesso. Hanno inoltre passato in rassegna la situazione in alcuni Paesi del mondo, a dimostrazione del fatto che gli attacchi all’autodeterminazione delle donne rappresentino un problema a livello globale. Infine hanno voluto riportare alcuni esempi virtuosi di auto-organizzazione, mutualismo e pratiche di solidarietà reciproca nei movimenti. Sono infatti convinte che non saranno certo le legislazioni proibitive o restrittive e criminalizzanti a impedire che gli aborti accadano, bensì una maggiore educazione sessuale, una maggior prevenzione e accessibilità a metodi contraccettivi e servizi sanitari sicuri.

Il testo riportato in basso è scaricabile QUI come documento Pdf. Il pdf è completo di riferimenti e note che nel post non sono riportate.

Buona lettura. Continua a leggere “DIRITTO ALL’ABORTO – Accessibilità e problematiche in una prospettiva di genere”

Antisessismo, Personale/Politico, R-Esistenze

Noa non è morta per “eutanasia”. E’ stata uccisa dalla cultura dello stupro!

E’ così. Noi sappiamo perfettamente quello che succede quando sei vittima di violenza di genere, quando vieni perseguitata e colpevolizzata da chi ti attribuisce la “colpa” per essere stata stuprata. Noi sappiamo quanti problemi causa la cultura dello stupro, quante volte siamo costrette a giustificare la nostra stessa esistenza e sappiamo quali sono le conseguenze degli abusi sul nostro stato di salute.

Continua a leggere “Noa non è morta per “eutanasia”. E’ stata uccisa dalla cultura dello stupro!”

Antisessismo, Attivismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Femminismi in Grecia: contro il governo che cambia la definizione di “stupro”

di Elisabetta Garieri

Anche in Grecia da qualche anno fioriscono nuovi movimenti femministi e LGBTQ+ radicali, contro l’intensificarsi dell’attacco alle soggettività più vulnerabili da parte del sistema patriarcale. È un sistema incarnato da uomini che stuprano e uccidono le donne, ma anche da estremisti di destra e polizia, da sempre pericolosamente conniventi, e ancora di più da quando esiste il partito neonazista Alba Dorata.

«Governo e sbirri, tv e giudici, sono loro a ripulire tutti gli stupratori. Assemblea: Senza consenso è stupro»

Continua a leggere “Femminismi in Grecia: contro il governo che cambia la definizione di “stupro””

Antisessismo, Autodeterminazione, Comunicazione, Personale/Politico, R-Esistenze

#BodyLiberationFront – il nostro corteo di corpi liberati

I nostri corpi sono prigioni. Non importa quale sia il nostro grado di consapevolezza o quante volte ripetiamo a noi stesse che dobbiamo volerci bene così come siamo. I canoni estetici influenzano la nostra vita tutti i giorni e ci impediscono di vivere e respirare come vorremmo. Ed ecco perché è utile raccontarsi e mostrare quel che di noi appare come qualcosa che ci fa vergognare. Ma non c’è nulla di cui vergognarsi e raccontare e mostrare le nostre cicatrici, la panza, le smagliature, le ferite autoinflitte, la cellulite, i peli, qualunque cosa ci faccia sentire con nella “norma” estetica dominante è un po’ come rompere quelle sbarre e mettere alla luce quel che altri vorrebbero farci nascondere.

Continua a leggere “#BodyLiberationFront – il nostro corteo di corpi liberati”

Antifascismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

#Viterbo: Carla, noi siamo con te!

La chiamerò Carla (nome inventato). Carla va in giro con questi due signori di Casapound che la portano ad una festa in un ambiente casapoundino. Poi la fanno bere, la prendono a legnate e la stuprano. Questa l’accusa. I due fanno dei video e chi indaga è così sconvolto che si lascia sfuggire dei dettagli. Il braccio che viene tirato su e ricade come se lei fosse una bambola. Scene agghiaccianti, così vengono definite. Quei video, ci dicono ancora i media, sono stati condivisi nelle chat del gruppetto politico dei due. Il padre di uno di loro dice che deve buttare via il telefono, quindi, deduco, coglie la pericolosità di quel che rappresenta per il futuro di suo figlio anche se afferma di non aver visto nulla. Gli amici di whatsapp dicono lo stesso, cancellate, cancellate, dicono. Anche loro, perciò, forse sanno che non si tratta di video sui quali farsi due risate. Mi chiedo se qualcuna di queste persone abbia pronunciato la parola “stupro”, ma questo non ci è dato saperlo. Continua a leggere “#Viterbo: Carla, noi siamo con te!”