Annunci

The Red Pill: un documentario di parte su Mra & company

Cassie Jaye viene descritta come una capacissima documentarista in grado di affrontare argomenti complessi sulle questioni di genere. Io non la conoscevo e curiosa di capire quale fosse la sua idea su una questione che io ho affrontato per parecchio tempo, avendo interesse a indagare, ascoltare – superando diffidenza e pregiudizi – perfino opinioni che sono totalmente opposte alle mie, ho iniziato a vedere il suo ultimo documentario in cui lei parla degli Mra. Intervista persone che fanno parte di quel gruppo, ideologi e oratori/oratrici schierati in quella direzione, confrontando pareri degli Mra con quelli di femministe più o meno radicali (radical feminist degli Stati Uniti) che per l’impostazione filo-istituzionale, per legami con il potere politico ed economico, per l’appartenenza al femminismo della seconda onda, molto diverso da quello che molte persone, come me, della terza, quarta onda, praticano, non portano argomenti utili ad affrontare l’argomento. L’unica che ha detto cose condivisibili è stata “la rossa” che ha citato un elenco di temi attorno ai quali – se l’Mra non fosse stato in malafede – avrebbe assolutamente dovuto essere disponibile ad una lotta comune. La trovate verso la fine del documentario.

[Read more…]

Annunci

#Firenze report sulla manifestazione di ieri contro la cultura dello stupro

Ieri a Firenze eravamo mille, forse più di mille, donne e uomini arrivati anche da altre città, a sfilare in corteo in solidarietà alle ragazza americane che hanno denunciato di aver subito uno stupro da parte di due carabinieri al momento sospesi dall’arma e oggetto di indagini della magistratura e interne della stessa forza dei carabinieri.

[Read more…]

#Firenze, 16 settembre, 20.30: manifestazione contro la violenza di genere

A Firenze, il 16 settembre, alle 20.30 saremo in piazza per le ragioni raccontate in questo volantino. C’è tanto da dire e da fare. Vi aspettiamo per urlare insieme Basta alla cultura dello stupro e Basta sessismo.

[Read more…]

Quel pozzo senza fondo in cui giacciono le vittime di violenza di genere

saputa la notizia della fine che quello stronzetto assassino ha fatto fare ad una ragazza che aveva tutta la vita davanti, mi viene solo da dire che  quel pozzo in cui hanno trovato il suo cadavere è lo stesso pozzo in cui sono seppellite tante persone vittime di violenza di genere, vittime di chi inventa la balla dell’ideologia gender per evitare che nelle scuole si parli di educazione al rispetto dei generi e che si contestualizzino i delitti provando a prevenirli senza che se ne parli come un’emergenza da risolvere col pugno forte dello Stato. non è un’emergenza. è una questione strutturale, dipende da una cultura che va messa in discussione, una cultura che legittima delitti, stupri, e ogni azione criminale volta a sottomettere la volontà dell’altr@.

[Read more…]

Stupro a #Firenze: non sono mele marce. E’ l’albero del patriarcato che fa schifo!

Potrebbe essere una delle situazioni che ho descritto nel mio libro “Limbo – L’industria del salvataggio”. Vi basta leggere le prime righe per constatarlo. Invece è tutto vero e non si tratta di certo della prima volta. Basta fare una ricerca su google per rintracciare altri casi in cui sono proprio uomini in divisa a stuprare donne che certamente poi non troveranno la stessa “comprensione” strumentale di chi usa le vittime di stupro solo per legittimare il proprio razzismo.

[Read more…]

La “carezza” non vale niente in assenza di solidarietà

A roma poliziotti in tenuta antisommossa hanno sgomberato famiglie povere di migranti da un palazzo altrimenti vuoto e inutilizzato. Le poche cose di tanta gente sparse per strada come sacchi di immondizia. Le persone sgomberate a fare resistenza. La resistenza urlata, disperata di chi non ha alcuna forma di difesa. Donne, uomini e bambini gettati via come fossero niente senza che fosse data loro un’alternativa. Povera gente cacciata via con gli idranti. Nessun dissenso è permesso. Nessun respiro viene concesso. Gente senza speranza, povere persone che vengono prese di mira proprio perché povere e migranti.

[Read more…]

Vi racconto il mio aborto farmacologico (RU486)

Lei scrive:

Ciao Eretica,
seguo sempre la tua pagina e trovo sempre tante testimonianze interessanti che spesso mi hanno anche aperto gli occhi su argomenti che conoscevo appena, per questa ragione voglio condividere con te e coi tuoi follower anche una mia testimonianza.

[Read more…]

Un’esperienza di aborto con la RU486

 

Lei scrive:

Ciao Eretica,
ti scrivo per condividere l’esperienza di un’amica con la pillola abortiva (RU486), metodo farmacologico alternativo a quello chirurgico per l’aborto. È mia premura farlo, poiché trovo ci sia pochissima informazione a riguardo, perciò spesso anche molta superficialità.

[Read more…]