Annunci

Un’esperienza di aborto con la RU486

 

Lei scrive:

Ciao Eretica,
ti scrivo per condividere l’esperienza di un’amica con la pillola abortiva (RU486), metodo farmacologico alternativo a quello chirurgico per l’aborto. È mia premura farlo, poiché trovo ci sia pochissima informazione a riguardo, perciò spesso anche molta superficialità.

[Read more…]

Annunci

Sgombero Làbas occupato. I fascisti in festa contro le “zecche rosse”

A Bologna hanno sgomberato il Làbas e il Laboratorio Crash. Tutto in un giorno, in agosto, quando sperano di non trovare nessuna opposizione. Molte persone sono andate in presidio pacifico, disobbedienza civile, sedut* a opporsi alle forze dell’ordine. Alcune persone sono state trascinate via e colpite a suon di manganelli.

[Read more…]

La depressione consapevole: forse ce la farò a uscirne

Riemergo, poco a poco. Sono stata impegnata a lottare per me stessa e devo dire che oggi di me mi importa. Sono seguita da una diversa psichiatra che mi ha prescritto altri farmaci che sono stati utili a farmi raggiungere e mantenere un buon ritmo sonno/veglia. La notte dormo e al mattino mi sveglio e non è poco. Riesco a finire una cosa alla volta invece che farne mille tutte assieme senza concludere niente. Sono seguita da una dietologa che mi ha spiegato come mai negli anni non ho mai mantenuto un peso decente. L’endocrinologa ha detto che la mia tiroide è da buttare.

[Read more…]

La differenza tra dominazione consapevole/consensuale e stupro

Lei scrive:

Cara Eretica,

ho vissuto molti anni a chiedermi se il sesso fosse quello descritto da mia madre: disgustoso, simulato per dovere. A lei non piaceva mio padre, forse, o non le piaceva il sesso e immaginava che dovesse essere così anche per me. Quando seppe che c’era un ragazzo che mi amava disse, sussurrando, che se lui avesse voluto qualcosa da me avrei dovuto posticipare. Sesso solo dopo il matrimonio, come una pena da scontare. Risposi che io l’avevo già fatto e che mi erano passate tutte le paure che lei mi aveva imposto alla prima volta che lui mi toccò. Amo fare sesso e penso dopotutto che mia madre ha dovuto scontare una mentalità che a sua volta le era stata imposta da sua madre e da sua nonna e la bisnonna e per tutte le generazioni passate.

[Read more…]

Non insegnate alle donne a non “farsi” stuprare. Insegnate ai sessisti a non stuprare!

 

Foto, purtroppo censurata perché già cancellata da Facebook, di Flora Negri. Ritrae donne in lotta contro la cultura dello stupro. QUI la versione non censurata.

 

Libero pubblica una sorta di vademecum per non essere stuprate. Una lettera, se così si può definire, stracolma di paternalismo a partire dall’immagine scelta come allegato ad una serie di raccomandazioni rivolte alle ragazze per non farsi stuprare.

[Read more…]

#NoBodyShaming #BodyLiberationFront: per le cure servono soldi. Oltre al sessismo c’è una questione di classe!

Volevo proporvi una riflessione che sta in mezzo alla campagna body liberation front. non un bilancio perché ancora molte sono le adesioni e foto e storie da pubblicare. Come avete potuto leggere la questione dei corpi coinvolge tutte e in ogni storia si rivela un profondo disagio che ha a che fare col proprio corpo, la mancata accettazione di esso, il rapporto anestetizzante e ossessivo compulsivo con il cibo, con i disturbi delle alimentazioni, la depressione, l’autolesionismo, i tentativi di suicidio, la chirurgia bariatrica per sedare la fame e le operazioni di chirurgia riparativa per togliere la pelle in eccesso.

[Read more…]

Le parole di Sojourner Truth, madre del Femminismo Intersezionale

In ricordo di Sojourner Truth, la Madre del Femminismo Intersezionale – Articolo in lingua originale QUI.Traduzione di Yu con la collaborazione di Antonella.

Il 29 Luglio del 1851, al congresso sui diritti delle donne ad Akron in Ohio, questa donna Sojourner Truth fece un discorso che di fatto pose le basi per la costruzione dell’intersezionalità (vedi libro ‘non sono una donna?’ di bell hooks – mai tradotto in italiano). Nata in schiavitù Truth scappò e divenne un’attivista che iniziò a combattere per l’abolizione della schiavitù in favore di tutt* e, ovviamente, delle donne nere. Le sue parole rappresentano la base per quello che poi si espresse nel concetto dell’intersezionalità. Questo termine fu usato per la prima volta dalla professoressa Afro-Americana Kimberle Crenshaw.

[Read more…]

#Australia: perché le femministe bianche non considerano le rivendicazioni delle aborigene e delle rifugiate?

#Femminismointersezionale in Australia (traduzione, non alla lettera, di Yu)

Il femminismo deve unirsi alla battaglia contro il razzismo
(Kon Karapanagiotidis avvocato per i diritti umani e direttore di un centro per le persone rifugiate richiama l’attenzione sul femminismo intersezionale in Australia)

[Read more…]

Trans ban dalle forze armate USA: il diritto di non protestare

 

di Antonella

Ho letto nei giorni scorsi di come Donald Trump parrebbe intenzionato a revocare l’ok di Obama alle persone trans gender nelle forze armate USA (nel luglio del 2016). Trump insomma si appresta a pagare l’ennesimo debito con le lobby elettorali della destra bigotta e transofoba, ma non è di questo che vorrei dire. Bensì di come mi abbia spiazzata la levata di scudi da parte di ampie fasce di opinione riconducibili ad ambienti glbt e/o progressiste.

[Read more…]