Scambiarsi foto online non è negativo: lo è la violazione della privacy!

lei scrive: cara eretica, ho conosciuto un ragazzo online. ci siamo scambiati foto delle nostre parti intime. abbiamo giocato ad eccitarci e nel farlo non ci è venuto in mente di essere in pericolo. io sono diffidente. non passo le foto a chiunque. deve esserci un’intesa, una corrispondenza d’amorosi sensi. un’amicizia che diventa desiderio a […]

Addio Italia, non ci vuoi abbastanza bene

Lei scrive: Cara Eretica, prima di tutto, e come sempre, grazie del lavoro che fai. Ti scrivo per conviderti una storia: me ne vado via dall’Italia, di nuovo, perché a me e al mio nuovo amore serve un posto migliore di questo.

Il perfetto militante antifascista

Lei scrive: Sono una ragazza di 34 anni, ho sempre frequentato centri sociali e posti occupati, i miei amici sono, per la maggior parte, attivisti. Le mie relazioni, anche sentimentali, gravitano intorno a questo mondo per mia scelta e perché non potrei fare altrimenti, per me l’amore e la politica viaggiano sulla stessa strada. Ho […]

A proposito della Bibbia 3.0 (revenge porn e altri abusi online)

Lei scrive: Ciao Eretica, ti scrivo a proposito della cartella di foto (parla del revenge porn ndb.) di ragazze online. Sono una di loro. Ho voluto dire la mia, perchè leggendo il post mi sono salite le sopracciglia fino all’attaccatura dei capelli e nonostante la temperatura polare, hanno iniziato a fumare il cervello e il cuore. Vorrei ringraziare […]

Sono stata maltrattata e licenziata per la mia omosessualità

Lei scrive: Cara Eretica, Non immagini la mia paura nello scriverti (…). Sono stata licenziata. Niente di nuovo. E invece sono stata cacciata, umiliata, offesa e molestata per ben due anni. La causa: la mia omosessualità. Dei datori di lavoro, i classici uomini squallidi, sposati con figli che ad ogni donna che passa sbavano.

Chi t’ha genderizzato a te?

Il primo episodio di cui ho memoria è questo: ho di certo meno di cinque anni. Lo so perché abitavamo ancora in quella casa in affitto al pian terreno. Anno forse 1970. Provincia. Centro Italia. Domenica mattina. Si va a messa tutti insieme (fatto inusuale, che fosse Pasqua?) e io voglio mettere i pantaloncini. Non […]

Sull’epistemologia dei conflitti

Lei scrive: Buonasera a tutt* in questo contributo non entrerò nel merito dei contenuti intimi, densi e complessi sollevati dalla lettera di Sara né delle contraddizioni semantiche (e non mi permetto di dire esistenziali) richiamate in essa, ma sento la necessità di riflettere assieme sul metodo che dovrebbe sottendere i reciproci scambi, per mezzo di […]

Quando la famiglia non supporta una bambina transgender

Lei scrive: Cara Eretica, ho seguito la discussione sui bambini transgender e vorrei esprimere la mia opinione se me lo permetti. Non voglio insegnare niente a nessuno. Voglio solo raccontare la mia storia. Sono nata maschio ma mi sentivo femmina. Non ho avuto la fortuna di crescere in una famiglia che mi appoggiasse. La mia […]

Mi voglio bene: amatevi anche voi!

Lei scrive: “Cara Eretica, è da qualche mese che seguo la tua pagina e sono sempre stata indecisa se scriverti o meno perché, nonostante ci sia l’anonimato, condividere quel che si sente è comunque un’impresa. Ho 24 anni, sono una ragazza e non so da che parte iniziare.

Growin Up Coy: docu su una bambina transgender che può entrare nei bagni femminili

Appena finito di vedere il documentario Growin up Coy che potete vedere con sottotitoli in italiano su Netflix. E’ la storia di una bambina del Colorado, nata biologicamente maschio, e che sin dal primo momento in cui ha avuto la possibilità di farlo ha parlato di se stessa al femminile. E’ una bambina, che vuole giocare e stare […]

Ero un bambino transgender (?!)

Lei scrive: Cara Eretica, sono Sara (nome di fantasia), ho quasi trent’anni ed ero un bambino transgender. Un po’ come quelli descritti dal National Geographic.

Il sesso non dovrebbe essere un dovere coniugale

Lei scrive: Cara Eretica, non voglio fare sensazionalismo e non mi piace che mi vedano come una vittima. voglio soltanto raccontare come ho vissuto due anni di stupri continuati in una casa che pure era la mia. lui era il mio compagno e io ero obbligata a fare sesso con lui tutte le volte che […]

#SexWorking: chi è migliore di me?

Lei scrive: Cara Eretica, sono Mary (nome di fantasia), ho 44 anni, sono stata in carcere, ho avuto problemi di tossicodipendenza, e sono uscita da quel circolo vizioso quando ho cominciato a fare la sex worker. Può sembrare strano ma dare valore ai miei servizi mi ha portata a dare valore a me stessa. Non […]