Annunci

Madri senza sostegno: “ho lasciato mio figlio e ho ricominciato”

Lei scrive:

Cara Eretica,

Sono una giovane madre che non può contare su alcun sostegno. Quando sono rimasta incinta ero sul punto di abortire ma poi lui mi ha convinta che saremmo stati felici e che io avrei potuto continuare a studiare e lavorare con il suo aiuto e con quello di sua madre. Ho accettato perché abortire, contrariamente a quello che si pensa, non è facile. Per me non lo era. Il mio compagno è stato bravo fino ad un certo punto. Quando ha capito che il bambino aveva bisogno di tante cose e non solo di giocare con lui allora ha smesso di essere presente. Sua madre mi ha sempre rimproverato il fatto di avere altre priorità e non mi ha quasi mai aiutata. Lo Stato non dà servizi e io sono stata depressa per qualche anno. Non volevo alzarmi dal letto neppure quando ho cominciato a prendere antidepressivi. Poi ho deciso di mandare a quel paese le convenzioni che mi volevano solo a fare la madre e ho ricominciato a studiare e ho anche trovato un lavoro part time.

[Read more…]

Annunci

Se una madre/moglie vuole istruirsi e non vuole fare sesso non è un mostro

Un uomo soffre di solitudine e tutti quanti, anzi, moltissime donne, sono pronte a chiamare lei, la moglie, “mostro”. Non si tratta di una forma di giustificazione. Il mio è un tentativo di analisi del linguaggio che accompagna ogni possibile pretesa di autonomia da parte della donna quando lei si sottrae al ruolo di cura e alle pretese sessuali del partner. La storia che lui ha raccontato è plausibile, verosimile, ma chi legge dovrebbe quantomeno porsi il problema di analizzare la complessità che c’è dietro. Lui è solo ma non si separa perché perderebbe la casa? E chi lo dice? Se lei non ha tempo e voglia di stare con la figlia l’affidamento va a lui e dunque anche la casa.

[Read more…]

Crescere mentre subisci abusi

Lei scrive:

cara eretica e car * tutt*
Sono una ragazza verso i 30 anni e sto attraversando un periodo molto diffcile ma so che ne uscirò più forte di prima. Vado con calma perchè ho in mente un’accozzaglia di fatti violenti che mi sono accaduti e che mi stanno accadendo tutt’ora.

[Read more…]

Cos’è il sesso delle “donne”?

Da come balli si vede che sei una “calda”, dice un tizio al pub. Rispondo che la calura mi sale in varie occasioni. Attendo la menopausa per condividere tutto il mio sudore. Allora risponde che gli fa piacere che io sono una ragazza seria. Ma seria in che senso? Io non sono seria. La do volentieri e della serietà non so che farmene. Lui è disorientato. Certi uomini non sono abituati alle donne che gli tolgono i pensieri e le parole di bocca. Se lui non può forzarmi a dire che ci sto allora cosa gli resta da fare? Passa alla successiva, un po’ più ritrosa e io continuo a ballare volentieri. Mi sono sempre chiesta come sia possibile che esista tanta stupidità concentrata in un solo individuo, eppure di persone così ne incontro parecchie e non si tratta solo di uomini. Una collega un giorno mi vide in atteggiamento sospetto con un collega di grado lievemente superiore e disse alle altre che gliela davo per fare carriera. Però la mia carriera aveva raggiunto l’apice al quale può sperare una precaria. Lui mi piaceva e mi piacque ancora di più una sera che di punto in bianco mi si distese sulle gambe, fingendo di dormire, mentre mi toccava fino a farmi venire. Nel frattempo io ero impegnata in una conversazione particolarmente seria. Ebbi un orgasmo quasi muto. Solo il rossore al viso poteva tradire il mio stato. Mi giustificai togliendo la camicetta e restando in reggiseno. Che caldo, mammamia.

[Read more…]

Amo due persone contemporaneamente e va bene così

Lei scrive:

Ciao Eretica,

sono sposata da venticinque anni con un uomo che amo moltissimo ma penso che nella vita ci sia spazio per più di una persona. Non si smette di amare una persona se si inizia ad amarne un’altra. Non sono così egoista da dirglielo. Mi tengo tutto il peso e non scarico su di lui le mie scelte che potrebbero ferirlo. Non ho bisogno di essere perdonata e non mi serve avere la sua autorizzazione. Amo lui e amo una donna. Sono bisessuale o meglio non mi importa quale sia il tuo genere. Se mi piaci e ti amo va bene così.

[Read more…]

Quella volta che…

Lei scrive:

#QuellaVoltaChe il mio amico gay mi disse con odio “‘Sta troia, solo perchè hai la figa ti va tutto bene”; quella che il mio istruttore di yoga e meditazione cercò di convincermi che la sua mano nei miei slip mentre mi ero assopita fosse per il mio bene; quella che mia madre, vedendo che mi ero tolta la maglietta della salute (avevo caldo), mi ha stretto il seno con gli occhi pieni di disgusto, chiedendomi da chi mi dovevo fare toccare e quella che mi diede della puttana perchè l’unico motivo plausibile per il quale farmi una doccia senza sua indicazione era che dovessi farmi scopare da qualcuno (non avevo ancora dato il mio primo bacio); quella che un amico, vedendomi in determinati atteggiamenti con un ragazzo, mi disse che, per lui, io da quella sera ero fidanzata;

[Read more…]

La mia storia da webcam girl

Lei scrive:

Ciao Eretica,

Vorrei raccontare la mia storia (anonimamente per favore) della mia esperienza come webcamgirl. L’anno scorso per 2-3 mesi ho fatto la webcamgirl, il motivo non e’ molto chiaro nemmeno a me. Era sopratutto per sentirmi in grado di sedurre dopo alcune brutte esperienze con gli uomini, e imparare ad essere confidente nel mio essere sensuale, capire meglio gli uomini in alcuni sensi, divertirmi (anche se a volte non era affatto divertente…) e provare i miei limiti, capire cosa si prova facendo un lavoro del genere e, essendo una studentessa universitaria anche sentirmi un po’ piu libera con le spese (non sono italiana e il valore dei soldi che ho sono quasi 5 volte meno dell’euro). A quel punto avevo avuto dei rapporti sessuali con delle persone per me poco significative ma mai la penetrazione (per scelta mia). Con questa esperienza ho imparato tantissime cose sia sul mio corpo, sia sugli uomini, sia sul funzionamento del mondo e le mie capacità.

[Read more…]

Fare la webcam girl? Non è un lavoro per tutte!

Lei scrive:

Ciao Eretica,

ho letto il racconto della ragazza che vorrebbe fare la webcam girl e vorrei scrivere della mia esperienza, non so, forse posso esserle utile. All’inizio anch’io ho avuto molti dubbi sul fatto di lavorare anche se il mio ragazzo non fosse stato d’accordo. Non lo era ma poi gli ho posto la questione da un altro punto di vista. Lui vede qualche film porno o si appassiona a qualche video su youporn. Allora perché tanta ipocrisia? Ho chiesto come considerasse le ragazze grazie alle cui esibizioni poteva farsi delle grandi seghe (no, non sono gelosa). Non sono forse delle lavoratrici? Tu puoi fartici le seghe e io non posso fare la webcam girl? Mi disse che effettivamente agiva secondo lo stereotipo maschilista per cui l’altra è la puttana ma guai a vedere fare le stesse cose a tua moglie, tua sorella, tua madre, perché sarebbe sinonimo di vergogna.

[Read more…]