Antiautoritarismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Per combattere il femminicidio non servono “pene più severe”

L’assassinio di Deborah ha aperto la discussione su proposte di revisione della legge sul femminicidio. Giulia Bongiorno dice che servono pene più severe ma appena pochi giorni fa, quando il ministro Salvini si sentì offeso per le frasi di Spadafora, improvvisamente la presentazione del Piano Antiviolenza in conferenza stampa fu cancellata. Continua a leggere “Per combattere il femminicidio non servono “pene più severe””

Annunci
Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

Quando le forze dell’ordine scoraggiano le denunce di violenza di genere

Lei scrive:

Ciao Eretica, ho riflettuto molto se raccontare la mia storia o meno, ma alla fine ho deciso di condividerla, sperando sia di trovare conforto, che magari, di darlo.
La mia non è stata una vita facile, ho avuto problemi in famiglia fin da piccola e durante l’adolescenza ho iniziato con l’autolesionismo. Solo da qualche mese, quasi trentenne, ho iniziato a farmi seguire da una psicologa, a seguito della storia che sto per raccontarti.

Sono stata per molti anni con un ragazzo che stava dall’altra parte dell’Italia, mi fidavo di lui, lo consideravo l’amore della mia vita. Facevamo progetti, fantasticavamo sul futuro e così via.

Continua a leggere “Quando le forze dell’ordine scoraggiano le denunce di violenza di genere”

Autodeterminazione, Personale/Politico, R-Esistenze

Storia di M., prima persona intersex al mondo a sporgere denuncia per mutilazioni

Attenzione a chi è sensibile a storie di violenza

Fin dai primi giorni di vita, riceve dosaggi di ormoni. Tra il 1980 e il 1993, l*i subisce 5 interventi chirurgici invasivi. M. dovrà seguire dei trattamenti a vita e non potrà avere figli.

Di Aude Lorriaux

Articolo apparso il 10/4/2019 su slate.fr – traduzione di Antida, Marika, Elisabetta del gruppo di lavoro Abbatto i Muri

Continua a leggere “Storia di M., prima persona intersex al mondo a sporgere denuncia per mutilazioni”

La posta di Eretica, MalaRazza, Personale/Politico, Precarietà, R-Esistenze

MalaRazza e il politico molesto

Ho lavorato per qualche anno come impiegata in un gruppo politico. C’era un deputato, tutto slogan cristiani al mattino e famiglia ore pasti, che cominciò a strofinarsi su di me quasi per caso. Non avevo capito ma, poi, un giorno, mi aspettò nell’atrio, dove stava la fotocopiatrice, e approfittando del fatto che tutti fossero in pausa pranzo si avvicinò a me, mi avvinghiò e mi costrinse a sentire da vicino il suo alito di sessantenne mentre mi dava un bacio sulla fronte. Era eccitato, gioioso, io rimasi paralizzata. Non dissi nulla. Eppure ero stata in grado di difendermi in passato ma erano miei pari e non miei datori di lavoro. L’atteggiamento ambiguo e viscido di un datore di lavoro è quello che sicuramente spinge una donna molestata ad avere il terrore di denunciare. Se lo fai ti licenziano. Se non lo fai vuol dire che ci stai. Se lo fai gli altri possono dire che te la sei cercata, vestita com’eri. Se non lo fai significa che sei disponibile.

Continua a leggere “MalaRazza e il politico molesto”

Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, Comunicazione, R-Esistenze

Carola Rackete viene liberata e i fan leghisti se la prendono con le donne

Lei scrive:

“Ciao Eretica.

Come tutti abbiamo visto, la Capitana della Sea Watch è stata rilasciata.
Una ragazza di nome Sara ha scritto un commento sotto un post di Salvini (che è stato successivamente eliminato) in cui diceva circa (non ho lo screen e non lo ricordo benissimo) “sono qui per vedere il rigetto di bile dei salviniani”. Ripeto che non lo ricordo con precisione, ma il concetto è questo sicuramente.
Inutile dire che le sono piovuti addosso più di mille commenti, pieni zeppi di insulti sul suo aspetto fisico, sul suo essere donna.
Ne ho selezionati alcuni e ho creato questo collage. Ho avvertito un senso di nausea leggendo questi commenti. È uno schifo che parole del genere restino impunite e tornino nell’oblio una volta eliminate.”

Continua a leggere “Carola Rackete viene liberata e i fan leghisti se la prendono con le donne”

Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, R-Esistenze

Il programma elettorale dell’estrema destra nei vari commenti sessisti

Ancora grandi complimenti per Carola Rackete. Noi prendiamo nota e analizziamo quel che c’è da analizzare.

Gli argomenti principali tirati in ballo sono sempre gli stessi:

affondiamola;

puttana e zoccola;

Continua a leggere “Il programma elettorale dell’estrema destra nei vari commenti sessisti”

Antisessismo, Autodeterminazione, Contributi Critici, R-Esistenze

La lotta delle trans e travesti in Argentina: militare unite, tutti i giorni nelle istituzioni e nelle strade

Dal Blog SiCura Prospettive Transfemministe sulla sicurezza.

Intervista con Daniela Candelaria Sajama, referente dell’Asociación de Travestis Transexuales y Transgéneros de Argentina (A.T.T.T.A) della città di Cordoba, 9 giugno 2019

Corteo Basta de Genocidio Trans/Travesti, 28 giugno 2019, Buenos Aires. Photo credit: Serena Chiodo

Il 28 giugno si è tenuto in diverse città argentine la manifestazione Basta Femminicidi Travesti e Trans. Il corteo aveva il fine di visibilizzare quello che viene definito il genocidio travesti e trans e per chiedere giustizia per le compagne violentate dal sistema capitalista e patriarcale. Le persone trans e travesti vivono un’esclusione su più livelli, quello sociale, educativo, lavorativo e sanitario; questo, insieme alle condizioni di salute generalmente più precarie, concorre ad un’aspettativa di vita media di circa 35 anni.

Continua a leggere “La lotta delle trans e travesti in Argentina: militare unite, tutti i giorni nelle istituzioni e nelle strade”