Antiautoritarismo, Precarietà, R-Esistenze

#OccupyGezi: Siamo tutt* #çapulcu!

agora ok_2 copy

Accade per strada e in rete. Accade che lui è un fotografo spagnolo, ma è ad Istanbul, dove fotografa e racconta su un blog le rivolte scatenate dalla decisione del governo turco di dar luogo all’abbattimento dei seicento alberi di un parco pubblico per costruire una moschea e un centro commerciale. Lei è italiana, conosce la lingua spagnola, anche se non l’ha mai studiata. L’ha imparata per le strade sudamericane e sulle Ande, il suo non è nemmeno castigliano doc, non è proprio la stessa lingua del fotografo, ma latinoamericano, con un forte accento peruviano. Una gringa bionda che parla peruviano. Adesso non sta lavorando, da anni è una precaria dismessa dallo Stato in estate, quando non serve più. Ma a lei, tutto sommato, non dispiace nemmeno tanto, così ha più tempo per la militanza. Il lavoro, dopo tutto, è sempre stato e continua ad essere una forma di controllo sociale con cui si tengono impegnate le masse, impegnate a produrre, per intendersi, e poi, tutt’al più, a consumare nei centri commerciali.

Continua a leggere “#OccupyGezi: Siamo tutt* #çapulcu!”

Antiautoritarismo, Antifascismo, R-Esistenze

#OccupyGezi #StandingMan: “I’m Standing” contro il fascismo!

10546_189538501209298_336905875_n

In piedi, fermi, con lo sguardo rivolto verso ataturk, in piazza Taksim, seguendo il metodo di protesta di un uomo che è rimasto in piedi, immobile, lì per ore. Dopo gli attacchi della polizia a qualunque cosa si muovesse, ecco ora cittadini/e immobili, che però non si spostano da quella piazza.

Continua a leggere “#OccupyGezi #StandingMan: “I’m Standing” contro il fascismo!”

Antiautoritarismo, Antifascismo, R-Esistenze

#OccupyGezi: divieto di sciopero in #Turchia e comunicazione del ministro turco all’UE

BM8WfpVCcAA3HuO.jpg-largeMentre in Italia scopriamo che alcuni giornalisti e i nostri politici scoprono solo adesso dell’esistenza dei gas Cs (che ci siamo sorbiti a Genova G8 nel 2001 e nelle lotte NoTav in Val Susa) e rimbalza sui quotidiani la notizia dell’arresto di un fotoreporter italiano, tra i tantissimi arrestati di questi giorni, ricordo che ieri in Turchia si è celebrato il delirio di onnipotenza della maggioranza di governo con la polizia in giro per le strade a reprimere, arrestare, intimidire cittadini, manifestanti, giornalisti, fotoreporter, medici, avvocati, sostenitori che venivano attaccati con idranti e lacrimogeni alle finestre, mentre il pubblico di Erdogan si riuniva in piazza e le squadre di suoi sostenitori si scontravano con manifestanti altrove.

Continua a leggere “#OccupyGezi: divieto di sciopero in #Turchia e comunicazione del ministro turco all’UE”

Comunicazione, Critica femminista, Femministese, R-Esistenze

La resistenza in Turchia e i deliri di Se Non Ora Quando (Snoq)

Se Non Ora Quando delira: paragona Piazza Taksim al 13 febbraio 2011 come “segnali forti di cambiamento”. La prima è una lotta contro il fascismo e per difendere diritti elementari e libertà civili. La seconda è stata una sollevazione moralista contro le escort chiamate in piazza “zoccole”. Suvvia, per favore! Almeno la decenza di non dover fare auto-promozione/propaganda mentre altrove c’è gente che fa resistenza e muore per difendere i propri diritti. Resistenza di cui Se Non Ora Quando non sa niente. Quando è stata l’ultima volta che le Snoq sono andate a manifestare accanto alla gente che difende la valle contro la Tav?

Continua a leggere “La resistenza in Turchia e i deliri di Se Non Ora Quando (Snoq)”

Antiautoritarismo, Antifascismo, Pensieri Liberi, R-Esistenze

Quel che ho imparato dalla resistenza in Turchia

BM6zYCfCEAATJSC.jpg-large

Cosa ho imparato seguendo la faccenda della Turchia? Un sacco di cose. Ho imparato che Erdogan ha più del 50% dei voti perché lì c’è il maggioritario e il 10% di soglia di sbarramento che lascia fuori dal parlamento tutte le minoranze e le coalizioni minori. Ho imparato che in una democrazia dare tanto potere ad una coalizione di governo è male e che in Italia si fa esattamente lo stesso errore.

Continua a leggere “Quel che ho imparato dalla resistenza in Turchia”

Antiautoritarismo, Antifascismo, R-Esistenze

#OccupyGezi #ResIstanbul: Appello urgente dalla Turkish Medical Association (in Ita)

BM4M9l7CcAAMO6a.jpg-largeCome raccontavo nella ricostruzione di oggi, sintetizzata dagli aggiornamenti che potete trovare QUI, oltre gli avvocati che difendono i manifestanti sono stati arrestati volontari del personale sanitario e si vede ammanettare un medico tra quelli che assistono i feriti. La Turkish Medical Association lancia un appello (che ho tradotto in italiano) al governo e soprattutto alla comunità internazionale perché si agisca contro la brutale repressione delle rivendicazioni democratiche dei cittadini. Ecco l’appello:

Appello Urgente dalla TURKISH MEDICAL ASSOCIATION [Fonte]

Dal 31 Maggio 2013 le manifestazioni pacifiche e legittime sono state soppresse dalla polizia. Le forze di polizia stanno selvaggiamente colpendo le inermi (non protette) masse civili con gas chimici.

Prima che fosse posto il totale blocco all’assistenza sanitaria per i feriti e la preclusione del funzionamento dei servizi sanitari dagli attacchi della polizia, che hanno avuto luogo ancora una volta di nuovo la notte del 15 giugno, Turkish Medical Association aveva inserito un questionario sul web al fine di rivelare gli effetti pericolosi per la salute di questi gas destinati alle persone indifese e nel giro di settimana, oltre 11 mila persone hanno dichiarato che sono state vittime di quei gas.

Continua a leggere “#OccupyGezi #ResIstanbul: Appello urgente dalla Turkish Medical Association (in Ita)”

Antiautoritarismo, Antifascismo, R-Esistenze

#OccupyGezi #ResIstanbul: sostanze urticanti mischiate agli idranti!

sprayurticanteidranti

Update: leggi l’Appello Urgente della Associazione Medica Turca.

>>>^^^<<<

Stanotte attacchi della polizia non hanno smesso e durano ancora adesso. Sono stati presi di mira gli Hotel (Divan, Hilton, le scuole, i luoghi in cui si sono rifugiati i manifestanti).

Laddove c’era una infermeria improvvisata per curare i manifestanti feriti la polizia è entrata (all’Hilton) a sequestrare strumenti medici.

Stamane, dopo che nelle giornate scorse hanno arrestato gli avvocati (decine) impegnati nella difesa degli attivisti, hanno arrestato alcuni medici che curavano i manifestanti feriti.

Continua a leggere “#OccupyGezi #ResIstanbul: sostanze urticanti mischiate agli idranti!”