Circa i fatti di Parma nella sede della RAF: come riparare 4 crepe prima che qualcosa si rompa per sempre

25novembre

Sicuramente ricorderete la vicenda di Parma, su alcuni ragazzi accusati di stupro di gruppo dentro uno spazio autogestito e “antifascista” ai danni di una ragazza che era del tutto incosciente. Il processo che vede imputati i ragazzi scaturisce dall’indagine su un video in cui si vede quello che era successo e che è diventato prova per una accusa di stupro di gruppo. A margine della vicenda che vede la ragazza abbastanza sola ad affrontare le udienze c’è l’indifferenza o, peggio, la banalizzazione da parte di compagni e compagne che fanno muro a difesa degli accusati invece che a difesa della “presunta” vittima. A rompere il silenzio sono intervenute alcune realtà (Generiot, ArtLab Occupato, Casa Cantoniera Autogestita, Rete Diritti in Casa, Parma Antifascista).

[Read more…]

Advertisements

#Firenze: Testo Sentenza di assoluzione per stupro di gruppo alla Fortezza da Basso

Pubblico la sentenza di assoluzione in appello dei sei accusati per stupro di gruppo (Riferimenti: Firenze, Fortezza da Basso). Le pagine che pubblico, già commentate dall’avvocato della denunciante e dalla stessa “Ragazza della Fortezza“, alla quale aveva risposto l’avvocato della difesa, contengono una prima parte che descrive la versione dell’accusa, si raccontano anche le testimonianze di persone estranee al gruppo, si parla di referti, poi ci sono le versioni degli appellanti e nelle ultime pagine le motivazioni dei giudici che hanno assolto i sei ragazzi.

[Read more…]

#Firenze #Stupro – assolti perché lei è bisessuale e promiscua?

Avevo seguito a suo tempo la vicenda, incluse le differenti versioni di difesa e accusa. Lei ubriaca, quindi non in grado di dare il suo consenso, loro forse brilli, non si sa. Non so, non c’ero, non mi interessa misurare la colpevolezza di qualcuno a partire da una visione repressiva del problema. Non mi interessa neppure legittimare un’istituzione paternalista, patriarcale, che decide quando puoi dirti stuprata e quando no, perché nel fare questo sostanzialmente ti entra nelle mutande, guarda le cose attraverso le lenti della propria morale e questo non è accettabile. Non lo è per chi accusa e, se ci pensate bene, neppure per chi si difende.

[Read more…]