Al bullismo si risponde vivendo. Fatelo anche voi!

lei scrive:

cara eretica,

non so come spiegarti ma vorrei raccontarti quanto sia stata male. sono diventata vittima di bullismo senza rendermene conto. ho ventuno anni, non sono particolarmente bella e puoi immaginare i commenti che arrivano ancora oggi su facebook quando pubblico una mia foto. c’è sempre qualcosa che non va. non mi trovano bella, magra, “scopabile”.

[Read more…]

Advertisements

Virginia Raggi, offesa in quanto donna

non finisce mai. ogni volta si spera che capiscano ma non capiscono. oggi è toccato a virginia raggi, sotto i riflettori da parecchio tempo al punto che qualcuno dice che “chi la fa l’aspetti”. Cosa avrebbe fatto? Ha dato per caso del cazzone a un redattore di Libero? perché dovrebbe aspettarsi di vedere un titolo a doppio senso in cui lei, prima cittadina della capitale, viene messa in ridicolo con una battuta sessista? non ci fa ridere. non ridiamo da tanto tempo ormai perché la maniera in cui viene ridicolizzata ogni donna che occupa un ruolo di prestigio è una costante che deriva da una mentalità sessista e misogina. non si parla di quel che fa come amministratrice ma del fatto che sia una donna e in quanto tale dovrebbe meritarsi ogni appellativo offensivo che intende dedicarle qualunque testata giornalistica, se così si può definire “Libero”.

[Read more…]

Foto di ragazze pubblicate su Instagram per qualche like in più

Lei scrive:

“Cara Eretica, Sono una tranquilla ma decisa ragazza di 15 anni, che come tutti i suoi coetanei è discretamente attiva sui social network. Normalmente utilizzo ciò che mi viene dato da internet nella miglior maniera possibile: condivido le mie idee, mi informo, mi confronto, osservo e cerco di essere il più pacifica possibile. Eppure, oggi ho visto una cosa che m’ha fatto gelare il sangue nelle vene. [Read more…]

La tifoseria di #Trump contro la #WomensMarch: stessa merda, secolo differente!

hhh

L’elezione di Trump, come sapete, ha suscitato un sollevamento di massa da parte di tutte quelle persone lese dalle sue parole, dal suo programma politico, dai suoi intenti. Misogino, razzista, fascista, omofobo, è riuscito in un colpo solo a ottenere quello che difficilmente vedi nelle piazze: milioni di persone unite intersezionalmente a marciare per i diritti di tutte le donne. [Read more…]

Partecipate alla campagna: “IL CORPO E’MIO. Posso mostrarlo quando e a chi dico io. Non puoi mostrarlo come e a chi vuoi tu”

revengeporn1

Car*,
contro  la condivisione di foto senza consenso, il revenge porn e il victim blaming, contro qualsiasi forma di abuso digitale e di cultura dello stupro, oggi lanciamo la campagna “IL CORPO E’MIO. Posso mostrarlo quando e a chi dico io. Non puoi mostrarlo come e a chi vuoi tu”. Vogliamo dire che non abbiamo vergogna a mostrarci, che il sesso è gioco, piacere e rispetto, che rivendichiamo la libertà di scambiare immagini e filmati come, quando e con chi desideriamo, che vogliamo continuare a farlo senza temere che queste circolino in gruppi segreti, perché non siamo noi ad essere sporche, sbagliate o imprudenti.

[Read more…]

Scambiarsi foto online non è negativo: lo è la violazione della privacy!

revengeporn1

lei scrive:

cara eretica,

ho conosciuto un ragazzo online. ci siamo scambiati foto delle nostre parti intime. abbiamo giocato ad eccitarci e nel farlo non ci è venuto in mente di essere in pericolo. io sono diffidente. non passo le foto a chiunque. deve esserci un’intesa, una corrispondenza d’amorosi sensi. un’amicizia che diventa desiderio a distanza. non ci trovo nulla di male e non penso di fare niente di male. fino ad ora non ho visto le mie foto pubblicate da nessuna altra parte e se anche le dovesse pubblicare io ho le sue e posso fare lo stesso. dovrebbe dare conto a sua madre, a sua moglie, alla sua fidanzata, a chiunque lui conosca. non dico questo perché si senta minacciato ma penso che se io passo per troia lui comunque non ci fa una bella figura. abbiamo esigenze sessuali e la conoscenza a distanza riesce a indurre uno stato di eccitazione che mi piace ed evidentemente piace anche a lui.

[Read more…]

#Mantova: festa benefit per il prete che ha stuprato due sex workers

65247_10151588314483635_1174433428_n

Marghe scrive:

Cara Eretica,

ti scrivo per segnalarti quanto sta succedendo a Mantova, nel cuore della Lombardia, dove un gruppo di parrocchiani ha organizzato una festa benefit (avvenuta con successo) dedicata a don Walter Mariani, un prete condannato in via definitiva a sei anni e due mesi di carcere per violenza sessuale su due donne. Questo personaggio gestiva un centro “di recupero” per sex workers nella provincia di Mantova, e si è macchato di abusi nei confronti di almeno due di loro, che hanno poi deciso di denunciarlo, nonostante le intimidazioni subite, l’aura di santità che avvolgeva questo “salvatore” e ovviamente lo stigma nei loro confronti come soggetti inaffidabili e ingrati che si stavano rivoltando contro il proprio “salvatore”.

[Read more…]