Annunci

Non sono monogama e dirlo è una liberazione

“Ci sono più cose tra il cielo e la terra, Orazio, di quante non ne comprenda la tua filosofia”
– William Shakespeare
“E del cielo infinito che sa dare il desiderio senza pregiudizi. E i miei amici, i miei buoni amici e il loro amore incondizionato”
– Bea Espejo

(Avvertenza: articolo scritto da una donna etero, da lì l’uso dei pronomi, senza intenzioni discriminatorie. Vi prego, adattate pure alla vostra esperienza.)

Non sono monogama. Dirlo in pubblico è una vera e propria liberazione, un coming out. Recentemente mi sono resa conto che lo nascondo in automatico, anche solo per omissione; mi sono adattata da sola allo schema mentale che considera la monogamia come l’unico comportamento accettabile e presentabile nella nostra società. Qualsiasi altra cosa è una malvagità, una perversione, un vizio censurabile.

[Read more…]

Annunci

Il sesso che fai non è rivoluzione

Questa è una traduzione militante, a cura di Antonella, dell’articolo “Your sex is not Radical” di Yasmin Nair, del 27 giugno 2015)

[Read more…]

Se la non-monogamia non è consensuale non è poliamore

Lei scrive:

“Cara Eretica,
ti scrivo per rispondere all’articolo della ragazza che si definisce poliamorosa.

[Read more…]

#Poliamore: Amo due uomini e sono felice così!

Lei scrive:

“Ho da poco visto un articolo su abbattoimuri riguardante il poliamore che mi ha fatto venire il desiderio di raccontare, per la prima volta e anonimamente, la mia storia. Una storia difficile sotto tantissimi punti di vista in cui, però, ho trovato il mio equilibrio.

Iniziamo con ordine. ho diciotto anni. Ho una relazione stabile da diversi anni, piena di amore, passione, comprensione, fiducia. E ogni cellula di me ama il mio ragazzo, C. In contemporanea a C, anni fa, conobbi in un contesto molto “scomodo” R. (scomodo per due motivi: per primo perché il luogo in cui ho avuto e ho tutt’ora modo di vederlo non ha legalmente spazio per una relazione tra controparti, e secondariamente perché tra di noi c’è una differenza di età di parecchi, parecchi anni). Ho sempre saputo, in fondo alle viscere, di amare R., ma i nostri ruoli, le nostre età, e il fatto che entrambi fossimo effettivamente coinvolti amorosamente mi aveva sempre allontanato. Inoltre, per una ragazza minorenne quale ero io al momento in cui ho avuto modo di conoscerlo, tutto mi sembrava costringermi a pensare che fosse l’ennesimo frutto delle mie perversioni.
Mi sono fatta male, ho lasciato che il tempo scorresse sentendomi da un lato confusa perché innamorata fino al midollo di C, dall’altro perché una parte di me sperava di essere ricambiata da R. nonostante l’impossibilità evidente di una relazione. Il problema reale era, alla fine, proprio questo.
Io ero ricambiata. Lo ero, ebbi modo di scoprirlo dopo, e ogni volta che R si avvicinava facendomelo capire, mi sentivo da un lato inorridita e terrorizzata dalle conseguenze che questo avrebbe potuto avere, dall’altro oppressa e mortificata da un mondo che non lascia spazio all’amore genuino per ridicolizzarlo sempre e comunque come una perversione.
Figuriamoci.
Figuriamoci se una diciottenne e un quarantenne possono stare insieme senza sembrare due mostri.
Figuriamoci poi se la diciottenne in questione è fidanzata e ama il suo partner, idem per R. [Read more…]

Il sesso con gli uomini, tanti, diversi

disinibitaDa quando abbiamo cominciato a realizzare cornici adatte entro cui le donne devono vivere la propria sessualità? Da sempre. Il difficile è immaginare di rompere quegli argini e cominciare a fare di testa propria. Sbagliando, procedendo a tentoni, al buio, sapendo che andrai a sbattere su cose spostate apposta per farti inciampare o su muraglie fabbricate nel tempo per scoraggiare ogni tipo di curiosa esplorazione.

Avevo sedici anni e cominciavo a chiedermi che ci facevo in un rapporto con un uomo di 31, e non per la sua età, né perché non volessi fare sesso con lui, ma solo perché pensavo fosse troppo restrittivo. L’avevo scelto, tra tanti corteggiatori, perché mi era sembrato il più disponibile a insegnarmi trucchi, a soddisfare i miei desideri, a intuirli prima che io chiedessi. Bravo era bravo, non c’è nulla da dire, ma possessivo da fare schifo, e io dicevo a me stessa che non ero pronta a impegnarmi solo con un uomo.

[Read more…]

Aprire amori, chiudere frontiere?

Viviamo in un sistema che ci dice che l’arrivo dell’altr@ non è mai una buona notizia, che l’altr@ non ha il diritto di esserci.
Il pensiero monogamo e la xenofobia condividono la paura dell’alterità

revolution

Un pezzo di Brigitte Vassallo pubblicato da Pikara magazine in occasione di San Valentino. Poiché la data, in qualche modo, impone che si parli d’amore, Vassallo coglie l’occasione per “ricordare le implicazioni profonde che comporta l’affermazione del personale come politico e domandarsi fino a che punta arriva il nostro pensiero critico sull’amore.”

[Read more…]

Un ragazzo, una ragazza, l’amore e l’esclusivitá sessuale

Lui scrive:

Ciao Eretica, ti scrivo perché vorrei che la mia esperienza potesse incontrare l’opinione tua, dei tuoi lettori e delle tue lettrici, vorrei conoscere le testimonianze, i consigli, le impressioni, di chi può capire la mia situazione.

[Read more…]