Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Comunicazione, R-Esistenze

Ce lo chiede l’Europa: “Il corpo è mio è ci faccio quello che voglio io!”

paolabacchiddu

Paola Bacchiddu è la responsabile della comunicazione per la lista Tsipras [QUI il sito e QUI il programma]. Un paio di giorni fa ha pubblicato sulla sua bacheca facebook la foto e il commento che vedete. Seguono altri commenti divertiti, molta ironia, grandi risate e tutto si svolge alla faccia della pesantezza “militante” moralista che anche in certi ambiti sinistrorsi vedi un po’ dovunque. Lei sta scherzando. Sulla sua bacheca facebook.

Il fatto è che l’Italia è un posto piccolo, di pensieri piccoli, di menti piccole e questa cosa qui diventa una “notizia”, con buona pace del giornalismo serio, perché basta vedere uno stacco di coscia e un fondoschiena per raccontare, in tono un po’ scandalizzato e prendendosi molto sul serio, la deriva di queste femmine che in politica osano non somigliare tutte quante alle simil renziane. Quelle che, per esempio, giustificano perfino la propria avvenenza dichiarando, come fossero al termine di un concorso di bellezza, che in ogni caso tutto quel che sognano è il matrimonio e la pace nel mondo.

Continua a leggere “Ce lo chiede l’Europa: “Il corpo è mio è ci faccio quello che voglio io!””

Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Lettera alla lista Tsipras dal Comitato per i Diritti Civili delle prostitute

MDG: Prostitutes and members of the Union of Sex Workers demonstrate in ParisContinuando a chiedere lumi sul programma di quella lista ecco alcune precise domande fatte dal Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute. Buona lettura!

>>>^^^<<<

OGGETTO: Richiesta chiarimenti sulla posizione che la lista Tsipras intende prendere rispetto all’industria del sesso e alla tutela dei diritti di chi esercita sex work o lavoro sessuale e alla proposta del Comitato del Parlamento Europeo per i Diritti della Donna e la Parità di Genere (FEMM) di criminalizzare i clienti delle sex workers.

In considerazione di quanto affermato e rivendicato dal Comitato Internazionale per i diritti dei lavoratori dell’industria del sesso in Europa (International Committee on the Rights of Sex Workers in Europe – ICSRE)[1] e da altre realtà che li sostengono;

Continua a leggere “Lettera alla lista Tsipras dal Comitato per i Diritti Civili delle prostitute”

Comunicazione, Critica femminista, Culture, R-Esistenze

La lista Tsipras e le donne

Leggo i nomi della lista Tsipras e riflettevo su un dato. Ci sono alcune persone candidate nella lista Tsipras che mi piacciono (Loredana Lipperini, ad esempio). Altre un po’ meno, alcune non so chi sono. In generale però, temo più la cultura moralista (parlando di donne) sulla quale poggiano alcuni sostenitori (di area SeL o filo/piddina) e mi viene lo sconforto. La lista nasce da un appello di bella gente, senza dubbio. E’ certo che per beccare un leader hanno dovuto reperirlo in Grecia ma vabbè. Siamo in epoca di cose globali e quindi non fa differenza. L’appello di per se’ nasceva con una serie di firme di figure intellettuali di rilievo che messe assieme lasciano presagire un discorso alto, differente, fuori dalla mischia della normale battaglia politica così come la conosciamo. Le liste mi pare seguano lo stesso metodo. Nomi noti, persone conosciute, gente che in qualche modo è rappresentativa di un percorso, una battaglia politica, una posizione di visibilità in alcuni movimenti, una posizione riconosciuta, tutto molto bello.

Continua a leggere “La lista Tsipras e le donne”