Autodeterminazione, R-Esistenze, Ricerche&Analisi

Uomo contro uomo: la violenza domestica tra gay e bisessuali esiste e va affrontata

di Gennaro Veneziano*,
maschio, femminista

Ogni giorno purtroppo leggiamo sui giornali fatti di cronaca riguardanti la violenza maschile contro le donne e il femminicidio, nell’accezione ampia e dettagliata di Marcela Lagarde. Involontariamente connotiamo i due sessi, come l’uomo violento e la donna vittima, e invisibilizziamo (e dunque neghiamo) tutte le altre dinamiche violente e le varie intersezioni tra identità sessuale, identità di genere e orientamento sessuale che possono prodursi.

Continua a leggere “Uomo contro uomo: la violenza domestica tra gay e bisessuali esiste e va affrontata”

Annunci
La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Storie

Infermiere e gay: ti lasceranno lavorare con i bambini?

Lui scrive:

Cara Eretica,

proverò a dirti qual è la mia storia, senza aggiungere fronzoli o inventare nulla. Ho 37 anni, sono un infermiere e fino a poco tempo fa lavoravo nel reparto di pediatria dell’ospedale di una piccola città. Dico fino a poco tempo fa perché mi hanno trasferito  e ora curo le persone anziane. A me piaceva molto lavorare con i bambini, farli ridere, renderli, almeno un po’, felici. Dare supporto ai genitori, essere presente per quel che potevo. Poi una madre ha scoperto che sono bisessuale, anzi, lei ha pensato che sono proprio gay perché un giorno, in cortile, mi ha visto parlare con un ragazzo che mi piace e ci siamo scambiati un innocente bacio sulla guancia. Tanto è bastato per farla indignare e dirlo ad altri genitori. I maschi non si baciano sulla guancia a meno di non essere gay. Tutto fila, no?

Continua a leggere “Infermiere e gay: ti lasceranno lavorare con i bambini?”

Autodeterminazione, Comunicazione, Ricerche&Analisi, Violenza

Antiviolenza: analisi antiautoritaria su stereotipi sessisti e ruoli di genere

E’ una analisi lunga che prosegue quanto detto qui e nei link segnati in basso. Grazie a chi leggerà fino in fondo.

>>>^^^<<<

Femminicidio e Violenza di Genere

Femminicidio, secondo il significato che gli è stato attribuito,  non è l’omicidio di una donna, una qualunque, ma è una vessazione/violenza/omicidio verso una donna in quanto donna, che si è ribellata/sottratta al ruolo che le viene imposto culturalmente ovvero al ruolo “di genere” che è doverosamente chiamata a interpretare. Non necessariamente il carnefice è un uomo.

Continua a leggere “Antiviolenza: analisi antiautoritaria su stereotipi sessisti e ruoli di genere”