Antisessismo, Autodeterminazione, Culture, R-Esistenze, Recensioni

Come la censura su Wonder Woman negò il piacere e la potenza femminile

::Avviso Spoiler::

Il professor Marston e Wonder Woman è un film che ci racconta dell’autore della supereroina e della vita vissuta che ha ispirato il fumetto. Nel bel mezzo di una ricerca per affermare una migliore macchina della verità Il professore, la moglie e la ricercatrice che era stata coinvolta finirono per vivere una storia d’amore a tre da cui in seguito nacquero quattro figli. La loro vita era felice fintanto che non si scontrarono con le madame della temperanza e le vicine di casa, soprattutto le donne, intente a moderare e stigmatizzare la vita delle donne stesse.

Continua a leggere “Come la censura su Wonder Woman negò il piacere e la potenza femminile”

Autodeterminazione, Diario di una famiglia tradizionale, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità

A noi piace la “violenza”, come gioco sessuale, sicuro, consensuale

Le note di un Preludio di Gershwin, rese sgraziate e disarmoniche da uno studente svogliato, si infiltrano moleste nella mia camera da letto attraverso le fessure delle persiane abbassate, senza riuscire a coprire lo sferragliare delle catenelle e i gemiti degli attori doppiati male da un cast sfinito da troppe ore di lavoro, in uno dei miei pomeriggi da risucchio psichedelico, come vivere in un campo di ovatta dal quale guardo – con stufa eccitazione – una donna dai seni illividiti legata ad una grata da fachiro mentre un uomo le sputa addosso, senza bellezza, saliva densa come albume d’uovo. La mia mano scivola comunque giù. Distolgo lo sguardo dai pixel pornografici ad alta definizione che proiettano le scene di un sesso manesco e dispotico che da sempre mi allaga, irrigando le sconfinate praterie dei mie desideri esauditi e di quelli che ancora sostano sul ciglio delle gravine. Il pensiero corre – prontamente taciuto dall’incalzare del ritmo delle mie dita – oltre gli Appennini che sembrano scaglie ossee di dinosauro lasciate lì a collegare l’Adriatico al Tirreno, corre verso il chiarore in controluce della barba mal rasata di un uomo che non dovrei permettermi di immaginare. Vengo emettendo un gemito troppo simile ad un singhiozzo.

Continua a leggere “A noi piace la “violenza”, come gioco sessuale, sicuro, consensuale”

Affetti Liberi, Antiautoritarismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità, Storie

Le mie fantasie di “stupro”: mai con chi crede in una religione!

3da2042ab3e0b7cc4ab6060a5c2b46ea

Le cose che non dico sono veramente tante. Non per pudore. Ho solo difficoltà ad accettarmi, per intero. Mi serve tempo per avere una visione chiara di quel che mi riguarda e che non voglio si sappia proprio mai. I miei pensieri strani, quelli proibiti, le mie perversioni. Da quando sono nata ho svolto il mio modesto compito di femmina al servizio dei parenti. Ho fatto da balia a nonne, sorelle, uomini o donne, ero sempre disponibile. Mi accontentavo di un “brava” e poi mio padre mi dava una moneta per premiare la mia buona volontà. Mi è sempre piaciuto il suo odore, avrei voluto abbracciarlo un po’ di più, ma lui era restìo a concedersi. Perciò annuso e abbraccio chi mi piace. E faccio la brava donna per ricevere qualcosa in premio. Nulla di scontato. Nulla che mi spetti di diritto. Qualunque cosa sia devo guadagnarmela.

Continua a leggere “Le mie fantasie di “stupro”: mai con chi crede in una religione!”

Autodeterminazione, Recensioni, Sessualità

Avete mai sentito parlare di Love Bondage?

Mi segnalano questo piacevole video che presenta alcuni corsi di Love Bondage, il bondage romantico che viene descritto come “lontano dall’idea della sottomissione nella sua accezione negativa”, organizzati da MySecretCase. Il 4 ottobre, per quell* a cui interessa, c’è un corso a Milano tenuto da drFatso. Mi sembra parecchio costoso e personalmente non potrei permettermelo, ma vi giro comunque l’informazione, nel caso vi interessi.

Personalmente non faccio una classifica dei vari tipi di bondage perché ritengo che qualunque pratica sessuale vissuta in totale consensualità evidentemente piace per quel che è. Quindi non penso che nel bdsm ci sia una accezione negativa della sottomissione perché se ti piace e in qualunque modo tu voglia vivere le pratiche di sottomissione/dominazione si tratta di libera scelta e di pratiche positive. Il love bondage immagino dunque che sia una delle tante pratiche che da quel che vedo sul video più che “romantico” a me sembra molto sensuale/erotico. Ma è quel che percepisco io. A voi il giudizio secondo quel che preferite.
Continua a leggere “Avete mai sentito parlare di Love Bondage?”

Autodeterminazione, La posta di Eretica, Sessualità, Storie

Lui è un feticista e io temo di non essere all’altezza

Lei scrive:

“Premetto che non ho mai avuto una profonda autostima, sopratutto sulla sfera sessuale. Negli ultimi 5 anni, mi sono sentita sempre più inadeguata, perchè praticamente non ho mai fatto sesso con il mio fidanzato. Diciamo che la situazione era incasinata, in quanto lui era depresso e apatico e quando stava con me non riusciva mai ad avere un’erezione (quando era solo si). Mi sono sempre addossata tutte le colpe, anche perchè della cosa non parlavamo e alla fine dopo averci riflettuto fin troppo tempo ho deciso di lasciarlo circa un mese fa (per questo e mille altri motivi). Quando ho realizzato e ho trovato la forza per troncare tutto, ho incominato a riflettere su chi avrei potuto chiamare per fare del sano sesso. La prima persona alla quale avevo pensato è fuori per lavoro, la seconda si è offerta di sua spontanea volontà. Il “volontario” si chiama D. e diciamo che è una persona un po “complessa”, di quella che ti risucchiano tutte le tue energie.

Continua a leggere “Lui è un feticista e io temo di non essere all’altezza”

Affetti Liberi, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità, Storie

Un uomo che sappia dominarti? Non è mai facile trovarlo!

s-l1000

Quando penso a lui lo immagino intento ad accarezzarmi i piedi e a baciarli, perché è una cosa che gli piace. Lo immagino a parlarmi mentre mi accarezza piano le cosce, ed è quella sua maniera di eccitarmi che non so dimenticare. Non è mai facile trovare una persona con cui il sesso funziona più che bene. Io l’ho trovata e impiego un giorno intero a prepararmi per accoglierlo. Mi vesto così come lui mi ha detto di fare. Indosso solo biancheria intima color bianco. Vuole che raccolga i capelli perché lo eccita poter baciare il collo e accarezzarmi lungo la colonna vertebrale, dalla prima all’ultima vertebra. Ama particolarmente la mia schiena. E’ come se la disegnasse con le dita. Ne tratteggia le curve, i solchi. Gli piace fare tutto con molta calma. Non vuole che io faccia nulla. Sono legata ed è così che lui mi domina in perfetto accordo con i miei desideri sessuali.

Continua a leggere “Un uomo che sappia dominarti? Non è mai facile trovarlo!”

Antiautoritarismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità, Storie

Sono bisessuale, amo il bondage e sono cresciuta sentendomi sbagliata

Foto da archermagazine.com
Foto da archermagazine.com

 

Da piccola avevo l’hobby di legare le Barbie. Poi cominciò a piacermi il Bondage o lo Shibari. Pensavo di essere anormale e allo stesso modo mi sentivo quando mi piaceva stare con una mia compagna. La sensazione era sempre che qualcuno potesse vedermi e dire “ti comporti come una lesbica”. Mi piacevano i ragazzi e anche le ragazze. Tutto di me diceva che i miei comportamenti sarebbero stati percepiti dal mondo come “malsani”. La mia curiosità però mi spinse oltre. Volevo seguire l’itinerario delle mie attrazioni. Lo feci, seppur tra mille difficoltà.

Continua a leggere “Sono bisessuale, amo il bondage e sono cresciuta sentendomi sbagliata”

Affetti Liberi, Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Sessualità, Storie

Vi racconto perché per me essere “sottomessa” (slave) è speciale

4f31402df2dcf26d36e7ef8f4

La cosa che mi imbarazza di più è stare nuda, in piena luce, sotto il suo sguardo impietoso. Non che la nudità mi metta a disagio ma è proprio lui che mi fa sentire così. Voglio piacergli e ho sempre il dubbio che nel mio corpo ci sia qualcosa che non lo eccita abbastanza. Lo vedo esitare. Mi osserva serio e io sento addosso gli anni, la pelle che ha ceduto in qualche punto, i glutei, ecco, quelli no, mi piacciono ancora e la linea della schiena penso sia bella.

Continua a leggere “Vi racconto perché per me essere “sottomessa” (slave) è speciale”