Annunci

Pubblicità inversa: invogliare all’acquisto di un prodotto dimagrante parlandone male

In realtà ne parla fin troppo bene. Il sito ve lo linko in anoym perché è puro spam. Almeno non ci guadagna nessuno. Rivolgersi alle donne grasse mostrando risultati anoressici. Il prodotto sarebbe talmente efficace che a distanza di poche settimane, tra i commenti di recensione positiva, oltreché poco credibili, qualcuna dice di aver perso decine di chili ottenendo una muscolatura perfetta. Guardare le foto per credere.

[Read more…]

Annunci

#NoBodyShaming #BodyLiberationFront: per le cure servono soldi. Oltre al sessismo c’è una questione di classe!

Volevo proporvi una riflessione che sta in mezzo alla campagna body liberation front. non un bilancio perché ancora molte sono le adesioni e foto e storie da pubblicare. Come avete potuto leggere la questione dei corpi coinvolge tutte e in ogni storia si rivela un profondo disagio che ha a che fare col proprio corpo, la mancata accettazione di esso, il rapporto anestetizzante e ossessivo compulsivo con il cibo, con i disturbi delle alimentazioni, la depressione, l’autolesionismo, i tentativi di suicidio, la chirurgia bariatrica per sedare la fame e le operazioni di chirurgia riparativa per togliere la pelle in eccesso.

[Read more…]

Il mio corpo è una prigione

Lei scrive:

Il mio corpo è una prigione. Qualcuno mi ci ha rinchiuso dentro. A furia di commenti di parenti impiccioni e che volevano ferire, o di quelli dei passanti e di chiunque pensi di avere il patentino per fare il giudice di commissione per miss italia. E non mi dite che non è sessismo e che non ci sia una responsabilità morale forte del maschilismo. Io non vado in giro a dire a un uomo che incontro per strada che me lo farei, il suo pene è piccolo o abbondante, che ha una faccia brutta o che ha la pancia da ciccione. Non lo vedo fare neppure ad altre donne. Noi siamo quelle in passerella, sempre, anche se non lo abbiamo scelto. Noi siamo le eterne prescelte per questa gara di bontà fisica secondo i canoni estetici imposti che ti fanno sentire sempre sbagliata rispetto a molte altre.

[Read more…]

La ragazza “perfetta” risponde a chi la insulta (noi siamo con te!)

La ragazza troppo bella per poter prendere parte alla nostra campagna contro il body shaming ha deciso di rispondere a chi l’ha insultata e l’ha trattata con una perfidia senza pari. Di questo avevo parlato ieri qui. Ecco la sua risposta. [Read more…]

#BodyLiberationFront: se l’odio degli/delle idiote fa male a chi vorrebbe non nascondersi

Ci risiamo. Era già successo. Vi rinfresco la memoria. In un’altra occasione, per una campagna di liberazione del corpo, accadde più o meno quello che è successo oggi sulla pagina facebook. Una ragazza, come molte altre, posta la propria storia e la propria foto. Ce/ve la consegna pensando di poter ottenere supporto, sorellanza, solidarietà. Invece gente che passa dalla pagina l’ha usata per sfogare i due minuti d’odio con queste pretestuose e insultanti argomentazioni:

[Read more…]

Non sono “pippe mentali”. L’abc femminista spiegato ai/alle newbies

Sulla pagina facebook è ricominciata la campagna body liberation front. Ciascuna invia una foto della parte di se’ che non preferisce o di cui va fiera e ci racconta quel che significa per lei. Quali stati d’animo sono legati all’essere magre, sovrappeso, troppo chiare di carnagione o con cellulite, smagliature, cicatrici e tutto quel che fa sentire ciascuna delle persone che si raccontano non a proprio agio con se stesse.

[Read more…]

Complessi e desideri di un uomo gay

Lui scrive:

Ciao Eretica, ho pensato a lungo se scriverti o meno, ma alla fine non ce l’ho fatta, avevo bisogno di parlare con qualcuno. Sto male. E la cosa più difficile è che non so proprio da dove cominciare senza rischiare di diventare confusionario o poco chiaro. Però sto male, e devo pur cominciare da qualcosa. Leggo ogni giorno le testimonianze di tutte le persone che ti scrivono raccontandoti di quanto gli stereotipi e i pregiudizi abbiano pesantemente inciso sulle loro vite e quanto si sentano sole e afflitte per questo. Io mi sento uno di loro. Ho quasi 30 anni, ma il rapporto col mio corpo e la mia omosessualità va sempre peggio, contrariamente a quello che mi aspettavo quando mi sono accettato verso i 20. Non so effettivamente se la mia omosessualità sia “nata” con me o se sia la conseguenza del pessimo rapporto che ho avuto col mio corpo sin dall’infanzia, e so che probabilmente molti inorridiranno di fronte a quest’ultima affermazione, ma ad oggi non so più che pensare.

[Read more…]

Partecipate alla campagna: “IL CORPO E’MIO. Posso mostrarlo quando e a chi dico io. Non puoi mostrarlo come e a chi vuoi tu”

revengeporn1

Car*,
contro  la condivisione di foto senza consenso, il revenge porn e il victim blaming, contro qualsiasi forma di abuso digitale e di cultura dello stupro, oggi lanciamo la campagna “IL CORPO E’MIO. Posso mostrarlo quando e a chi dico io. Non puoi mostrarlo come e a chi vuoi tu”. Vogliamo dire che non abbiamo vergogna a mostrarci, che il sesso è gioco, piacere e rispetto, che rivendichiamo la libertà di scambiare immagini e filmati come, quando e con chi desideriamo, che vogliamo continuare a farlo senza temere che queste circolino in gruppi segreti, perché non siamo noi ad essere sporche, sbagliate o imprudenti.

[Read more…]

Mi hanno fatto del male ma oggi sono fiera di essere “curvy”

img_20160806_182015

Estela Regina scrive:

Ciao Eretica, sono contenta di poter condividere la mia storia.
Non sono mai stata una ragazza magra. Fin da bambina avevo i rotolini e le gambine morbide (a mia mamma piacevano tantissimo e le mordeva in continuazione).
Da bambina non davo importanza a questo fatto perche correvo, giocavo e ridevo; a 4 anni ballavo la samba (sono brasiliana), ero una bambina moooolto felice.
Iniziai a frequentare le elementari in Brasile e lì iniziarono i miei problemi: i compagni non volevano giocare con me perché ero “grassa”; buttavano a terra la merenda che mia nonna mi preparava con tanto amore perché mi dicevano che dovevo mangiare di meno sennò scoppiavo. Mi buttavano addosso i sassi perché dicevano che su di me sarebbero rimbalzati.

[Read more…]

Sessismo e omofobia alla “radice” della legge del “pelo”

14797478_1470938046256138_1057876115_n

Ci risiamo. Basta che non si rispetti la norma estetica dominante e subito arrivano gli insulti. Sono le donne a farli, moltissime donne e uomini, sessisti in egual misura, con commenti orripilanti che rimandano al dovere della donna di essere scopabile, in grado di sostenere l’erezione perenne di certuni. Fu già un problema pubblicare la foto di una ragazza con le gambe non depilate, e ora abbiamo la crisi del baffo, perché lei dice una cosa che sappiamo: non nasciamo senza peli. Li abbiamo tutti e il viso ha una peluria diversa per questioni ormonali ma esiste e tante donne fanno cerette per toglierseli di torno.

[Read more…]

Una lettera pelosa

f9b2db2bf71030301efdb6db609907a8

di Emanuela Alessandra Colazzo

Qualche giorno fa ho deciso di scrivere una lettera, era da diverso tempo che ci pensavo su, alla fine mi è venuta l’ispirazione notturna (come al solito) e tac! Scritta e inviata! L’argomento è molto schietto, senza peli sulla lingua ma con peli in altri posti. Se leggete vi prego di condividere, non perché io voglia chi sa quale riconoscimento, ma perché ritengo che su questo tema sia arrivato il momento di non farci prendere più in giro e questo momento era già ieri!

[Read more…]