R-Esistenze, Satira

#Salvini a #Bruxelles – per fortuna che c’è lui

10322763_10208823747140311_8380742889629771883_n

Con Salvini io mi sento tanto al sicuro. Lui c’è. Semplicemente. Perché parlo di lui invece che parlare delle vittime degli attentati? Perché ho visto in giro molti selfie di Salvini e meno immagini sulle vittime degli attentati.

Continua a leggere “#Salvini a #Bruxelles – per fortuna che c’è lui”

Antiautoritarismo, Antirazzismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze, Violenza

#Belgio: bocciato dalle femministe corso di “rispetto per le donne” rivolto solo a migranti

A proposito del fatti di Colonia, Emanuela esprime:

il fastidio senza limiti che si prova a dover, ancora una volta, vedere politiche autoritarie, razziste e discriminanti promosse in nome dei diritti delle donne. Il che mostra come la moda delle politiche per la “parità di genere” spesso non faccia altro che appropriarsi del linguaggio delle battaglie per la giustizia sociale e piegarlo al mantenimento di un ordine sociale sessista, razzista e classista. Se le nostre analisi e lotte non si situano all’intersezione di tutte queste dimensioni si rischia di riprodurre il discorso dominante, a volte senza rendersene conto. Io sono una ricercatrice independente e insegno Genere e Conflitti all’università. Mi trovo costantemente a ripetere che ridurre la questione al paradigma delle donne vittime non fa altro che perpetuare le gerarchie di genere e svuotare le nostre analisi del loro carattere sovversivo rispetto al discorso accademico mainstream. Io stessa negli anni ho trasformato il mio approccio allo studio e alla ricerca e continuo a interrogarmi su chi e che cosa sto escludendo, chi sto lasciando fuori dalla mia comprensione di fenomeni legati sì alla violenza diretta ma anche in modo inequivocabile a molteplici forme di violenza strutturale e culturale. 

Continua a leggere “#Belgio: bocciato dalle femministe corso di “rispetto per le donne” rivolto solo a migranti”

Antirazzismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze, Violenza

Ministra Pari Opportunità belga critica corso di “rispetto per le donne” solo per migranti

large

Non c’è femminismo senza antirazzismo

 

Sui fatti di Colonia, ancora. Perché la ricaduta sociale della miserabile campagna razzista fatta da chi sta usando in maniera orribile la faccenda delle violenze sulle donne riguarda anche altri luoghi. Lo vediamo in Italia dove gente di destra esorta le femministe a prendere parola, e ovviamente si riferiscono alla parola unica dettata dai razzisti. Poi ci sono quelle che si dicono femministe ma non colgono il fatto che femminismo senza antirazzismo e perfino senza lotta di classe, non ha molto senso. Se ti dici femminista e poi supporti regole repressive e securitarie profondamente razziste, incluse le chiusure delle frontiere, la gestione dei Cie, e tutto l’impianto legislativo sulla migrazione, evidentemente non puoi parlare in mio nome e non puoi permetterti di parlare neanche a nome delle donne che subiscono violenza alle quali stai attribuendo, tu e tu soltanto, idee che non sai neppure se le riguardano.

Continua a leggere “Ministra Pari Opportunità belga critica corso di “rispetto per le donne” solo per migranti”