La Sindaca Sceriffa: le quote rosa sono una vera benedizione!

yesshecan2Vota Gioviale” – era scritto sul manifesto due metri per tre esposto lungo la via principale della città. Il suo nome è Bruna ed è l’esempio classico di quel che si può realizzare grazie alle pari opportunità. “Vota donna” – era il sottotesto e sullo striscione a destra ancora puoi guardare il suo volto dal sorriso artefatto e i lineamenti opportunamente corretti con Photoshop.

Bruna Gioviale è donna cresciuta in politica. Braccio destro del segretario di sezione. Braccio destro del segretario provinciale. Braccio destro del segretario regionale. Essere il braccio destro l’aveva molto confusa perché per quanto lei affermasse di essere di sinistra da molto tempo non le riusciva più di sembrare tale.

Un giorno poi le dissero che essere donna significa essere già di sinistra e incarnare il bene perciò lei non ebbe dubbi: da quel momento in poi sarebbe stata la donnità quello che l’avrebbe caratterizzata. Si presentò alle elezioni raccontando del suo grande trauma. Stuprata virtualmente da un tale che aveva osato mostrarle il pene durante una sessione chat, lei, indignatissima, aveva proposto alle donne del suo partito di studiare una proposta di legge che impedisse l’esposizione dei genitali nel web. Chiunque avesse osato mostrare un pene avrebbe immediatamente ricevuto una visita dalla polizia a tutela della fragilità delle donne (PTFD) appositamente creata per salvarle anche da queste circostanze.

[Read more…]

Advertisements