Antisessismo, Autodeterminazione, Cronache Dublinesi, Personale/Politico, Welfare

Cronache Dublinesi: deludente sanità in Irlanda e buone pratiche in Italia

Per continuare la mia riflessione sulla maniera in cui funziona la sanità in Irlanda la mia amica (detta #badante 😀 ) chiarisce e integra l’argomento. Lei scrive:

Io l’Irlanda la amo. E’ il paese che mi ha accolta quando ero alla disperata ricerca di lavoro (per sopravvivere, non per fare carriera, non sono un “cervello in fuga”, sono una migrante, privilegiata perché bianca ed europea, ma pur sempre migrante). L’Irlanda però è ANCHE il paese che mi ha fatto guardare con occhi completamente diversi al SSN italiano. Mi pare chiaro che Eretica scriva il suo post come testimonianza, non certo per dire che l’Irlanda fa schifo: racconta che l’esperienza avuta fa schifo, aspettare 12 ore per una prescrizione fa schifo, fa schifo che al triage ti chiedano che religione pratichi (che accidenti gliene importa??) o il tuo “marital status” (che rilevanza medica può avere una cosa così?).

Continua a leggere “Cronache Dublinesi: deludente sanità in Irlanda e buone pratiche in Italia”

Annunci
Cronache Dublinesi, Welfare

Cronache Dublinesi: 12 ore di attesa in ospedale per un antibiotico

Il sistema sanitario irlandese, della Repubblica di Irlanda, è privato. Si muove attraverso le assicurazioni e paghi ogni singolo momento di visita, ogni prescrizione, qualunque cosa. Pensate al sistema sanitario italiano. Pensate come basti andare dal medico per una prescrizione gratuita. Pensate che perfino nei pronto soccorso più periferici e meno dotati di personale non ti abbandonano comunque in sala d’attesa per 12 ore. Ora abbandonate questa immagine consolatoria e torniamo a Dublino.

Continua a leggere “Cronache Dublinesi: 12 ore di attesa in ospedale per un antibiotico”

Cronache Dublinesi

Cronache Dublinesi: il santo natale!

La mia distribuzione di curriculum va a rilento. Ho deciso che voglio provare con i sexy shop. Sono preparata sulla materia, posso vendere qualunque prodotto e chissà che da lì non vengano fuori mille storie da raccontare. E’ strana Dublino con il caldo che fa in questo periodo. Oggi 12 gradi e mi dicono che è veramente strano un natale così. Le vetrine sono piene di oggetti regalo e di presepi laici con gnomi, elfi e tutti i personaggi delle tradizioni locali. Non ho ancora visto un presepe con il bambinello.

Continua a leggere “Cronache Dublinesi: il santo natale!”

Cronache Dublinesi

Cronache Dublinesi

Sono a fare su e giù – Italia/Dublino – da un po’ più di un anno. Qualche mese lì e un altro mese qua, da brav@ soggett@ nomade, e mi viene da prendere in considerazione, dopo un tot di difficoltà, la possibilità di cercare un lavoro in Irlanda. Dublino è la capitale della Repubblica D’Irlanda e a parte alcune sfumature ha poco a che fare con i centri britannici comunemente conosciuti per via del fatto che si parla la stessa lingua. Oddio, la stessa proprio no. Provate ad ascoltare un britannico e un irlandese con le sfumature celtiche e le locali forme idiomatiche e vi renderete conto del fatto che si tratta quasi di un’altra lingua. La sostanza celtica potete vederla in ogni angolo dove sotto alla via nominata in inglese c’è la traduzione in lingua celtica. L’Irlanda resiste nel linguaggio, nelle tradizioni, nei canti, nella musica diffusa per le vie del centro, la city attorno a Temple Bar.

Continua a leggere “Cronache Dublinesi”