Annunci

Cosa vedono le/i sex-workers

Dal blog del Collettivo di Sex Workers e femministe Ombre Rosse:

Perché mai una donna consapevole sceglie di fare la sexworker?

Questa è una domanda che sentiamo ripetere spesso, o meglio non viene posta in questi termini, molto più semplicemente si afferma che non è possibile e che se ci sono persone che hanno scelto liberamente il lavoro sessuale c’è sempre qualcosa che non va, a cominciare dalla consapevolezza.

[Read more…]

Annunci

#Nuova Zelanda – Georgina Beyer: la prima sindaca e deputata trans ex sexworker del mondo

da QUI (traduzione di Paolo Bello)

Nuova Zelanda

Alex Casey parla con Georgina Beyer, la prima sindaca transgender e parlamentare del mondo, e della sua vita straordinaria.

[Read more…]

#Firenze: ordinanza anti-prostituzione e boicottaggio del sex work

A Firenze il sindaco ha deciso di punire i clienti delle prostitute attraverso un’ordinanza che sarebbe mirata a contrastare lo sfruttamento della prostituzione e la tratta. L’ordinanza così interpretata senza che vi sia una legge nazionale che ne avalli il contenuto parrebbe essere materia di ricorso per chi sa che la polizia municipale non può impedire la prostituzione che in Italia è legale. La legge Merlin infatti non indica alcuna punizione per il cliente. Secondo ultime sentenze anche il favoreggiamento indicato come accusa verso chi affitta un appartamento ad una sex worker e a chi lo condivide con essa, sia una collega o il marito o il figlio, viene a cadere se non si tratta di favoreggiamento vero e proprio da parte di chi fa reale sfruttamento della prostituzione. Dunque non si capisce come e perché un’ordinanza del sindaco dovrebbe costare sanzioni e soprattutto perché mai non si ascolta chi quel mestiere lo pratica invece che intervenire in maniera paternalistica dall’alto operando di fatto una proibizione nei confronti del sex working in generale.

[Read more…]

Riflessioni di una sex worker femminista

Il 20 gennaio 2018 alla casa internazionale delle donne è stato organizzato un evento da  Spazio Incontro dal titolo “sex work is work. Riflessioni sul sexwork, tra stigma e autodeterminazione”.

L’iniziativa nasceva dal desiderio di interrogare i femminismi sulla reale capacità di inclusione verso tutte le differenze che li attraversano e verso realtà sociali ed umane che necessitano un riconoscimento.

[Read more…]

Livorno: il fascismo ha sbagliato quartiere

Da SLUM:

È stata una giornata iper-adrenalinica. Se già ci era bastato Salvini, adesso Giorgia Meloni, nel quartiere più multiculturale e, visto l’insediamento di nuovi fondi innovativi, più “queer” di Livorno era proprio poco indicata. Dimostra che la suddetta, come ricordavano gli striscioni, la nostra città non la conosce affatto. Oserei dire che è un qualcosa di aggiunto alla lista di cose di cui parla, ma che non conosce se non con superficialità.

[Read more…]

Solidarietà a Cecilia Strada: un’altra vittima di commenti fascisti e sessisti

Eccoci. Non abbiamo ancora finito perché loro, i fascisti, non hanno ancora finito. Il successo della manifestazione del 1o febbraio li ha fatti rosicare e non potevano che prendersela con le donne giudicandone l’aspetto, sessualizzandole, continuando a insistere sul fatto che se italiane e rifiutano i fascisti dunque meritano di essere stuprate e fatte a pezzettini dai neri.

[Read more…]

Corpi che dicono no al fascismo: e i fascisti ti augurano lo stupro!

Lei scrive:

Macerata, manifestazione del 10 Febbraio : l’intento è promuovere gli ideali di pace e non – violenza, partecipo.

[Read more…]