Personale/Politico, Scrittura

La curiosità

Continuo a studiare per documentarmi e capire come proporre in modo credibile un’ambientazione della mia prossima storia. Quel che ho capito è che siamo sulla terra da miliardi di anni e stiamo ancora su un carretto trainato da un mulo. Sappiamo molto poco di quello che ci riguarda, da dove veniamo, di cosa siamo fatti, come è nata la terra, come il nostro sistema solare, come certi elementi influenzano le nostre volte, come spazio e tempo si coniughino con la gravità, con tutto quanto. Ho anche capito che se qualcuno vorrebbe attraversare l’universo alla velocità della luce esploderebbe al primo tratto per l’enorme quantità di gas diffusa ovunque. Però è affascinante che ci sia crede che se vado in orbita un mio giorno corrisponde ad una settimana sulla terra o che esistono mondi paralleli. I fisici danno risposte e a volte se non possono darle inventano come noi scrittori di fantascienza. E’ meraviglioso, no? Meraviglioso sapere che il sole consentirà ancora miliardi di vita al nostro pianeta ma prima che i ricercatori comprenderanno i misteri che caratterizzano la nostra creazione e tutto il resto molto probabilmente gli umani uccideranno la terra per avidità ed egoismo. Incrociamo in termini interdisciplinare gli studi fisici a quelli dello sfruttamento dei combustibili fossili, della sovrapproduzione di diossido di carbonio, dell’ignoranza sul modo in cui riempiamo di immondizia tutto, si conclude che il nostro tempo è limitato da noi stessi. Catastrofista? No, realista.

Sarebbe utile che gli avidi ricconi fossero risucchiati da un buco nero. Forse avremmo una possibilità di resistere e la terra di rinascere e continuare a esistere. Nel frattempo mi rendo conto che davvero sappiamo troppo poco e l’immaginazione aiuta la creatività ma non la qualità della vita degli individui. Cosa può fare una modesta scrittrice per salvare il mondo? Pensavo di salvarlo nelle mie lotte passate, lo penso ancora quando impiego energie in battaglie culturali, ma mentre ci uccidiamo tra noi, gli uomini uccidono le donne, quegli uomini non sanno neppure di che materia sono fatti, quale componente li tiene legati, come si compone una molecola, come sarebbe semplice produrre una scomposizione dei loro atomi. Per una donna che vuole difendersi serve un deatomizzatore. Ridurre gli uomini allo stadio originario, chissà se sapranno ricomporsi.

Un Deatomizzatore a tutti voi.

baci

eretica

Una tantum
Mensile
Annuale

Donazione una tantum

Donazione mensile

Donazione annuale

Scegli un importo

€1,00
€5,00
€10,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

O inserisci un importo personalizzato


Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*
‘Abbatto i muri’ is a blog and an online platform run by a volunteer called Eretica. It aims to raise awareness of Intersectional feminism. It also tries to support the LGBT community in Italy and victims of domestic violence and many other issues which occur in Italy.
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.