Personale/Politico, R-Esistenze

Mi sento in sospeso

Attendo notizie per ogni cosa, sono in bolletta e i miei scritti non producono granché reddito. Vendo poco, lo sapevo, ma poi mi arrivano proposte per migliorare il marketing e bisognerebbe pagare. Non basta il mio lavoro per produrre reddito? Devo anche pagare per pubblicizzare i libri che ho scritto e pubblicato? E’ tutto talmente fumoso e inconsistente eppure faccio molto e non so a cosa serve. Non migliora la mia condizione, so molto più di quanto non sapessi prima, rifletto tanto e immagazzino conoscenza, accumulo sapere che non potrà essere tramandato. Continuo a prendere farmaci e mi curano, sto meglio, pur se il mio cervello viene amputato della sua capacità di guardare le cose a 360 gradi con maggiore memoria e lucidità.

E’ frustrante, non so cosa fare. Forse è solo questo periodo estivo, di pausa per chiunque tranne che per me. Forse non riesco a fare ciò che presumevo fosse semplice, un passo alla volta. Ma sono presente, puntuale negli appuntamenti e negli impegni presi. Vorrei un po’ dormire qualche volta, fortuna che arriva la notte e il giorno dopo è ancora uguale. Nessun progetto che gratifichi la mia curiosità e nessun modo per spendere la mia intelligenza, mi sento inutile.

Continuo a studiare e a documentarmi, per scrivere un libro di cui conosco inizio e fine. Ho un indice da completare, ho tante lacune da colmare, perciò lo faccio. Ma per cosa? Per chi? Ogni tanto perdo la motivazione, non so se può servire.

Sono solo molto giù. Capita a volte nella depressione. Le cose non sono rapide come vorrei. Non c’è una soluzione immediata per qualunque cosa. Mi sento in sospeso.

Questo è il mio stato attuale. Forse se riesco a uccidere la mosca che continua a torturarmi starò meglio. Intanto fatemi sapere come state, se ci siete, come vanno le vostre vite.

Eretica

Antonella

Una tantum
Mensile
Annuale

Donazione una tantum

Donazione mensile

Donazione annuale

Scegli un importo

€1,00
€5,00
€10,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

O inserisci un importo personalizzato


Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*
‘Abbatto i muri’ is a blog and an online platform run by a volunteer called Eretica. It aims to raise awareness of Intersectional feminism. It also tries to support the LGBT community in Italy and victims of domestic violence and many other issues which occur in Italy.
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

3 pensieri su “Mi sento in sospeso”

  1. Ti linko un interessante articolo di Alessandro Sahebi che parla di come lavorare e vivere di creatività e scrittura sia spesso un privilegio di classe ( https://alesahebi.substack.com/p/essere-creativi-e-un-privilegio-economico )
    Questo non per scoraggiarti ma anche per non farti sentire incapace di fronte a un muro culturale e sociale che è difficcile abbattere.

    Tu hai la visione e il talento, i social possono aiutare in questo. Sarebbe intessante sapere se qualche Social media manager, che ti sostiene, possa offrire il suo aiuto!
    Magari potresti proporre le tue capacità a case editrici che pubblicano per altrə attivistə.
    Ti auguro il meglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.