Personale/Politico

Non so dove andare

Tornata. Ho fatto la mia uscita teatrale e poi sono tornata indietro perché non so dove andare. Non mi rispondono quelli della salute mentale e l’unica sarebbe farmi ricoverare volontariamente nel reparto psichiatrico. Pur di non vedere la faccia del mio quasi ex marito. Ero fuori, con il mio carico di medicine dietro e piangevo senza sapere dove andare. Lui vuole il divorzio e io voglio che mi risarcisca i vent’anni spesi appresso a lui, con tutte le insicurezze e il suo narcisismo manipolatorio. Quello che mentre io tentavo il suicidio ed ero in ospedale si scopava un’altra. Quello che balbetta di fronte alle responsabilità che non sa assumersi e poi sostiene di volermi aiutare. Per non avere una nemica, mi dico, perciò mi vuoi aiutare. Consumata e gettata via come una scarpa vecchia quando non ti va più bene. Così che ti conceda il divorzio alle tue condizioni e tu puoi andare a trovare un’altra da manipolare per farle interpretare il ruolo che in vent’anni non sei riuscito a fare interpretare a me.

Ma io sono in una città che non è la mia, lontana da tutto e non so dove andare se non in una casa famiglia per quelli come me, i matti. E credo che farò così. Se il centro salute mentale me lo permetterà. Quindi mi scuso se non potrò essere d’aiuto o online quando dovrò lasciare casa mia, le mie cose, i miei libri e la mia vita. Lo psicologo dice che scrivere aiuta ma al momento non riesco a trovare una via d’uscita e non so cosa fare dunque scrivere mi aiuta poco. Vorrei solo urlare tutta la rabbia che ho in corpo e chiedergli il costo per ogni pompino fatto e ogni pranzo preparato. Non ho nessuno, questo è quanto. Credevo fosse il mio migliore amico e invece se ne fotte di me e devo accettare il fatto di essere completamente sola. Questo non è un testo in preludio ad un tentato suicidio perché non è ciò voglio fare. Non vi preoccupate. Ma devo cercare presto una soluzione perché mi sento così umiliata e mortificata come mai nella vita.

E dire che tutto ciò che vorrei è un letto, una connessione, un computer per poter scrivere. Invece niente. Non mi resta niente. Mi manca il fiato mentre penso che il futuro per me non esiste, non c’è alcun futuro, nessuna prospettiva. Solo la pietà di qualche persona incontrata mentre piangevo per strada. Come si supera tutto questo? Come posso sopportare tutto questo dolore, tutto assieme, quello che è venuto dopo, al mio risveglio, descritto pagina dopo pagina su questo blog e oggi, ancora adesso. Tutto mi porta ad una strada senza uscita e ancora provo la rabbia in un paese di merda che non offre a donne come me alcuna possibilità, non un luogo in cui andare a poggiare la testa, se non i ripari per i senza tetto. Credo che è quello che diventerò. La clochard che continuerà a picchiettare su una tastiera immaginaria mentre qualcuno passando forse lascerà un briciolo di elemosina. E dire che ce la stavo mettendo tutta. Per cercare di rimettermi in piedi. Dunque perché tanto disprezzo, perché maltrattarmi, perché tanta violenza psicologica e pressioni per far sì che tutto torni come vuole lui.

Se c’è qualcuno che legge, se a Firenze conoscete un buco per me, ditemi e io andrò. Grazie e scusate se vi frantumo le ovaie con i cazzi miei.

Eretica Antonella

Una tantum
Mensile
Annuale

Donazione una tantum

Donazione mensile

Donazione annuale

Scegli un importo

€1,00
€5,00
€10,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

O inserisci un importo personalizzato


Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*
‘Abbatto i muri’ is a blog and an online platform run by a volunteer called Eretica. It aims to raise awareness of Intersectional feminism. It also tries to support the LGBT community in Italy and victims of domestic violence and many other issues which occur in Italy.
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.