Antifascismo, Antirazzismo, Recensioni

Hunters: la serie che racconta di nazisti salvati in USA

Niente ti scuote di più dal torpore che una serie tv che racconta verità in sequenze pulp su quello che il revisionismo nazista nega ancora oggi: i nazisti sono stati salvati e protetti dalle alte sfere americane per servirsi di scienziati e medici, lasciando che sperimentassero ancora sulla gente relegata nei bassifondi, persone di colore e poveri. I nazisti sono stati salvati nell’operazione PiperClip e uno dei nomi è quello di chi però (eh, si, però) portò alla Nasa gli americani sulla luna. Alcuni nomi erano quelli che dopo aver gasato milioni di persone nei campi di concentramento negli Usa contribuivano a ricerche su armi di distruzione di massa.

Noi sappiamo, perché l’abbiamo studiato, che in America negli anni settanta ancora si praticavano sperimentazioni e sterilizzazioni coatte sulle persone di colore e latine per evitare che sporcassero la bianchezza americana. Sappiamo che donne di colore e latine venivano private dell’utero nelle carceri a loro insaputa. Sappiamo che non è poi così assurdo che ci siano state persone razziste che abbiano dato vita al pensiero unico nazista che regna ancora oggi.

Ma sappiamo che l’epoca che corrisponde alla “lotta al comunismo” riguarda anche l’Italia dove i governi proteggevano gli stragisti fascisti e i nazi si alleavano con i mafiosi per sabotare e ammazzare gente che lottava per i diritti civili. Tutto con la benedizione degli Stati Uniti. Sappiamo quanta ipocrisia regni attorno alla giornata della memoria quando gente razzista si fa fotografare assieme ai rappresentanti delle vittime della Shoah. Sappiamo quanto sia ancora vivo l’odio contro persone ebree, nere, musulmane, latine, lesbiche, gay, trans, donne e persone che lottano per difendere ancora oggi i diritti civili.

Sappiamo molte cose ma è difficile comunicarlo. Forse una serie del genere potrà insegnare qualcosa a chi la memoria l’ha persa da un pezzo o a chi crede che quello che sta scritto sui libri di storia sia propaganda “comunista”. Forse potrà dire a molti quanto il negazionismo nazista abbia radici profonde. Forse.

Vi consiglio di vederlo. Pace e bene a tutti.

Ps: mi chiedo, ma il processo di Norimberga, con solo una ventina di processati su migliaia di assassini in libertà assimilati in Usa, non pare una presa per i fondelli?

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

3 pensieri su “Hunters: la serie che racconta di nazisti salvati in USA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.