Antisessismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Il trattamento sessista contro le calciatrici mi ha stufato

Ebbene si. Non capisco molto di calcio perché sono cresciuta a bambole e addestramento all’aiuto di mamma nelle faccende casalinghe. Lo sport mi piace molto e l’ho praticato ma guardare tanti uomini correre dietro una palla per fare goal non mi ha mai appassionato molto.

Tuttavia ho evitato di insultare chi ama quello sport parlandogli di simboli fallici e della deflorazione simbolizzata nel fare rete ma forse è questa la ragione per cui molti oggi si sentono minacciati da donne che entrano in un territorio pensato al maschile. Forse è per questo che chi commenta parla delle bravissime calciatrici come lesbiche che non hanno mai trovato un buon cazzo che le educasse a dovere (parole di commentatori anonimi e non mie). Che ci fa una donna in un campo a cercare di deflorare una rete/vagina? Allora si ammette in qualche modo che lo sport nazionale strafinanziato, con giocatori strapagati e stravenerati, per alcuni, non è altro che un gioco del cazzo.

Se le calciatrici fanno paura è perché i maschi si sentono derubati di qualcosa, ma cosa? Al di là degli stereotipi ne ho lette davvero troppe. Da chi tenta al solito di svilire la bravura delle giocatrici invitando a fare classifiche di bellezza, da chi tira fuori luoghi comuni sulla presunta mascolinità delle campionesse le quali, contrariamente ai colleghi uomini, sono passate ai mondiali. Tanti insulti, tanti riferimenti sessuali, come se quelle atlete fossero vagine che camminano. E questo pensiero comune lo ha sintetizzato quell’immondezzaio chiamato Charlie Hebdo, noto per aver subito un attentato ma anche perché la sua satira fa veramente cagare. Come definire altrimenti quella palla da gioco che mira a infilarsi in vagina?

Eppure è il 2019 ed ecco i coglioni a spiegarci che se le giocatrici guadagnano un cazzo rispetto ai colleghi strapagati sarebbe colpa nostra, di chi non le guarda. Ma un gioco viene promosso, ci si investe, i media che sanno fare il proprio lavoro evitano apposta di trasmettere le gare sportive in cui le donne primeggiano alle olimpiadi, ai mondiali, ovunque. Perché le donne sono considerate vagine che camminano e sugli uomini preme lo stereotipo della virilità guadagnata a suon di muscoli.

Quello che si scatena nella testa di un sessista quando si parla delle giocatrici è qualcosa di antico, si evocano sentimenti misogini dei primordi dell’umanità. Alle femmine è proibito occupare spazi che sono stati soltanto maschili, altrimenti ti umiliano, ti mortificano, ti insultano e poi ti dicono che è colpa tua perché te la sei cercata. Per questi idioti vedere le giocatrici al lavoro è come se la rete/vagina capovolgesse il significato simbolico delle partitelle maschili per deflorare altri buchi, e dato che la misoginia va di pari passo all’omofobia ecco che il terrore dei sessisti è tutto anale.

Ma stiano tranquilli questi stronzi perché le donne che fanno sport non cercano buchi da penetrare, non fanno guerra per rivolgere lo stupro simbolico contro chi simbolicamente pensa di praticarlo. Le donne giocano, si divertono, sono bravissime ed è penoso, non per le donne ma per gli uomini, che essi siano ancora al livello di chi invece che guardare alla capacità tecnica di una sportiva non fa altro che continuare a guardarle il culo. Le donne che si sottraggono al ruolo imposto di oggetto sessuale pagano con la mortificazione, con il mancato riconoscimento, con l’insulto sessista.

Ho deciso. Ho deciso che guarderò tutte le partite giocate dalla squadra di donne. Sarà la volta buona per imparare che cavolo è il calcio d’angolo. Ma a differenza di chi pensa solo con una palla da gioco al posto del cervello io so valutare il valore delle persone, qualunque sia il loro sesso, genere e orientamento sessuale.

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*


Donate Now Button

Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Annunci

8 pensieri riguardo “Il trattamento sessista contro le calciatrici mi ha stufato”

  1. Io son rimasta scioccata quando finalmente ho sentito annunciare alla Rai le partite del mondiale femminile. Non mi pareva vero che finalmente le trasmettessero in tv. Infatti la colpa del fatto che il calcio femminile non si vede in tv è di chi gestisce i mass media e anche degli sponsor, tutti maschilisti estremi. Adesso non so se qualcosa cambierà, visto i trogloditi che imperano ancora dovunque, ma spero che questa apertura voglia significare una chance per un futuro sempre più rosa 😊

    1. Questa è l’era dei trogloditi e degli imbecilli. Io seguo meno il calcio in generale ma seguo tanto il volley femminile e, sono diversi anni che mi scontro sui siti sportivi con gente la cui apertura mentale è pari a zero. Commenti sessisti ma anche razzisti che ogni volta mi fanno salire una voglia di sterminio di spermatozoi che non hai idea…ma purtroppo continuano a nascere…la madre degli imbecilli è sempre gravida ed ora sappiamo anche chi è il loro padre…

      1. Io ho constatato una diffusa misoginia nei social che fa paura. Molti uomini, frustrati nella loro vita da single morti di figa o da mariti insoddisfatti, si sfogano in modi veramente raccapriccianti. E più passa il tempo e più aumentano le dimostrazioni di odio di questi “animali feroci” e la dimostrazione ce l’abbiamo con queste offese gratuite e stupide e anche col femminicidio che non si riesce a contrastare. Il motivo è che nonostante molti programmi nelle scuole per educare questi esemplari di testosterone aggressivo, prima o poi vien fuori la vera natura di costoro. A volte sono gay repressi che se la prendono con le donne perchè loro votrebbero poter essere come coloro che odiano. L’invidia è molto diffusa. A volte ho persino se tito qualcuno dire, con disprezzo, che nel mondo del lavoro basta avere due tette per trovare lavoro. Però poi sul fatto che quelle due tette vengono sotto pagate questo viene dimenticato. Molti non sopportano la forza interiore delle donne e reagiscono con la forza fisica, come dei gorilla selvaggi. Anzi, credo che nel mondo della natura ci sia più rispetto per le femmine. La civiltà ha portato una libertà fasulla alle donne. Molti uomini si sentono rifiutati e invece di sfogarsi andando a combattere, si sfogano smanettando su videogiochi dove possono uccidere donne a volontà. La cultura della violenza è leggittimata già per i bambini che vivono di videogiochi violenti.

        1. Io non posso darti assolutamente torto però a mio avviso se tutto ciò avviene lo si deve al fatto che l’umanità nel suo complesso è idiota. Per ogni Einstein che nasce nascono milioni di Fantozzi, di Gasparri, di Salvini, di mostri e purtroppo anche milioni di donne che accettano tutto ciò con convinzione finendo anche per sposarseli questi campioni. Prendi uno come Trump…nessuna donna intelligente potrebbe (o dovrebbe) prendere in considerazione anche solo l’ipotesi di sposare un misogeno del genere, uno che se ne frega del prossimo e di chi gli è accanto eppure, vuoi per soldi, vuoi per chissà che altra ragione, questi uomini beceri chissà come mai non sono mai soli. Unico disaccordo che ho è per i videogiochi (di cui comunque non sono appassionato e non so nulla) che secondo me non sono responsabili di nulla altrimenti per analogia dovremmo dire che guardando Arancia Meccanica o leggendone il libro (o altri) si diventa violenti. No, la violenza è insita nell’umanità e lo è in entrambi i sessi. Il problema è che unita alla stupidità porta spesso, storicamente parlando, a conseguenze nefaste anche su larga scala. Unica cosa che possiamo fare e che dobbiamo fare è puntare sulla scuola visto che, il cervello umano è comunque in evoluzione e la stupidità e la violenza innate possono essere corrette con la cultura.

          1. Capisco il tuo discorso su Arancia meccanica e film del genere. Sia i film che parlano di violenza o con scene di violenza esplicite hanno un limite di età per poterli mostrarea ragazzini o minorenni. I videogiochi pure ma si dà il caso che la maggio parte dei giochi vengano giocati da bambini molto piccoli. E accanto a questi bambini piccoli ci sono adulti che esaltano essi stessi l’odio e la violenza. Crescere in un ambiente familiare dove la violenza è considerata un “gioco” rende più propensi poi all’uso reale di ciò che si è appreso da piccoli.
            Per quanto riguarda le donne che sposano questi individui posso dire che purtroppo a volte una ragazza conosce un giovane magari alle superiori e lui è un bravo ragazzo carino e simpatico ma nasconde un mostro dentro. La ragazze s’innamora di lui o dei suoi soldi, ok, perchè? Forse perchè magari la ragazza proviene da un ambiente in cui è stata vittima di molestie e soprusi e questo la rende una facile preda da parte di questo tipo di uomini, che rivelano il loro vero volto solo dopo. E dopo se lei vuole divorziare o andarsene viene minacciata, di morte o di altro e si usano i figli anche come ricatto. Quindi anche se lei vuole farla finita con quell’uomo ormai è tardi perchè lui è potente e potrebbe fare di tutto, far sparire i suoi figli o i nonni o chiunque altro.
            Ci sono molti film che mostrano storie vere di questo tipo. Quindi non condanniamo le donne che ci stanno senza conoscere il loro background. Certo ci sono anche donne legate ai soldi del marito e che amano appoggiarsi ad un uomo potente. Ma io cerco sempre le ragioni per cui una donna si riduce a fare questo tipo di scelta. A volte la ricerca di una sicurezza economica si ritorce poi contro di lei e i suoi figli ma sul momento la donna è innamorata e non vede a cosa va incontro.

            1. Sai, a me non piace cercare alibi e penso che ne abbiamo sin troppi. Del resto in migliaia di anni di violenza i videogiochi non c’erano quindi resto convinto che la cattiveria sia un qualcosa che vada al di la di quel che può essere un videogioco.
              Per il discorso selle coppie sono d’accordo con te che la questione è ben più complessa e dietro ogni vicenda c’è una storia ed un vissuto che porta a determinate scelte. Ma il mio discorso era diverso perchè io guardo ad altri aspetti. Ad esempio, e lo vediamo tutti i giorni, esistono donne che educano i propri figli con disvalori che non potranno che generare altri mostri. Pensa ad una Meloni ad esempio (ma cito lei solo per il disgusto che mi provocano le sue affermazioni recenti) ed a tante altre come lei. Sono donne, sono libere eppure non hanno nulla in comune con quello che può essere il tuo pensiero o quello della nostra ospite. Non so se mi riesco a spiegare ma quel che voglio dire è che se l’umanità è questa la colpa è solo sua perchè è evidente che certi comportamenti prevalgono sugli altri…da sempre…

              1. Dimentichi sempre il background familiare. La Meloni da chi è stata cresciuta? in che tipo di famiglia? Che valori avevano? Cosa le hanno trasmesso? In che background culturale è stata educata? Io guardo sempre quello che ci sta dietro la persona adulta.
                Sì, è vero gli esseri umani hanno sempre fatto guerre per svariati motivi, e su questa loro natura aggressiva son stati fatti fior di studi ( anatomia della distruttività umana di Fromm dice molte cose a riguardo) e concordo con te. Io dico sempre che siamo ancora animali, che lottano per le risorse e il territorio, per accoppiarsi, per preservare la specie. Il nostro DNA ci guida e non la ragione.

                1. Anche io guardo cosa c’è dietro una persona adulta però, a volte c’è poco da guardare se non proprio constatare che esistono persone che sarebbe stato meglio se non fossero mai nate…

Rispondi a Demonio Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.