La posta di Eretica, Personale/Politico

Mia figlia, disabile, molestata da un parente

Lei scrive:

Cara Eretica,

sono la mamma di una ragazza disabile che ha subito molestie sessuali per un anno da un parente del mio ex marito. Quando abbiamo scoperto quello che è successo abbiamo denunciato ma non è servito a niente. Ci tengo a dire che mia figlia non è abbandonata a se stessa e che suo padre non ha mai favorito alcun crimine. Vorrei anche sfatare un altro mito: queste cose non succedono solo in situazioni di degrado. Chi poteva immaginare che quell’uomo fosse così orribile e che facesse cose tanto mostruose. Veniva a trovarci a casa nostra e ha visto crescere quella ragazza che non è in grado di opporre un rifiuto. La sua disabilità non è solo motoria. Mia figlia ha problemi di comprensione di quello che le succede attorno e ha sempre accolto quell’uomo con un sorriso.

Quando abbiamo denunciato lui ci ha detto che era un sentimento ricambiato ma come può ricambiare una ragazza che abbraccia tutte le persone che le mostrano gentilezza? Come può un uomo convincersi del fatto che una ragazza in quelle condizioni possa acconsentire ad un approccio sessuale? Ovviamente la famiglia ci si è rivoltata contro, hanno detto che era colpa mia e che a causa del divorzio avevo confuso la “bambina” che vede negli uomini una figura paterna ma, a maggior ragione, se è così non si capisce come possano giustificare un uomo adulto che pur sapendo questo non ha temuto di toccarla nelle parti intime per eccitarsi di fronte ad una ragazza psicologicamente e fisicamente vulnerabile.

Il mio ex marito ha litigato con tutti e ha detto chiaramente che chi ha fatto questo non ha nessuna scusa ma nonostante tutto siamo stati quasi contenti del fatto che lei non capisca fino in fondo perché altrimenti avrebbe subito un processo che di sicuro non merita. Noi che pensavamo di non dover mai preoccuparci di queste situazioni abbiamo visto con i nostri occhi cosa succede quando una ragazza viene abusata. Abbiamo visto persone senza scrupoli colpevolizzarla dicendo che lei esprimeva affetto e che i suoi abbracci potevano contenere malizia. Abbiamo udito con le nostre orecchie parole piene di insensibilità e ora capisco cosa deve passare una ragazza che denuncia uno stupro e finisce sotto processo.

Purtroppo non c’erano testimoni, l’avvocato difensore ha detto che certe tracce di abuso potevano essere addebitate a chiunque. Ma noi sappiamo che il suo cliente è l’unico uomo con il quale lei sia rimasta da sola in alcune occasioni. Nessuno avrebbe avuto la possibilità o sarebbe stato in grado di fare altrettanto. Io mi preoccupo ogni giorno del fatto che quando non ci sarò più lei rimarrà da sola e non so cosa fare per assicurarle un futuro sereno. Il mio ex marito fa altrettanto e se non possiamo contare sui parenti non sappiamo cosa fare. Quello che mi piacerebbe sapere è dove si trovano tutti gli amanti della “vita” quando ce ne sarebbe bisogno.

Se solo avessi saputo che le cose sarebbero andate così avrei abortito, per risparmiare a lei tanti problemi e per risparmiarli anche a me stessa sebbene di una madre si pensi che debba per forza essere disposta ad ogni sacrificio. Da anni mi porto dietro sensi di colpa per averla messa al mondo, per non essermi subito accorta della sua disabilità che progrediva lentamente nei primi anni della sua vita, per non essermi accorta degli abusi. Vorrei aver abortito. Lo dico senza timore. Vorrei aver abortito e vorrei che anche la madre del suo molestatore avesse abortito a suo tempo. Lei non avrebbe provato tanta sofferenza e lui non avrebbe fatto del male a nessuno.

Grazie per aver ascoltato.

 

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*


Donate Now Button

Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.