Antisessismo, Comunicazione, Critica femminista

Le donne (straniere) uccise da italiani di cui all’Italia fascista non frega niente

Scrivono che lui fosse un amante delle feste e che andasse spesso a Cuba e avesse “un certo successo” con le donne. Un imprenditore italiano ammazza la colf straniera e poi si suicida. Non ne parla quasi nessuno.

Ho trovato un paio di articoli in cui un po’ si dà la colpa a lei (Il Corriere la definisce “colf gelosa”) e un po’ si descrive lui come fosse uno che se la spassava, quindi in pratica non particolarmente coinvolto. Si usa il concetto di “movente passionale” e non si parla di femminicidio e non una parola viene spesa sul fatto che lei sia una vittima in posizione subordinata, dipendente dal datore di lavoro, faccenda che descrive molte altre storie in cui le donne straniere – badanti o colf – vengono usate come carne da macello quando vengono da altri mondi per lavorare in Italia.

I fascisti non ne parlano. Non è di certo una faccenda che si presta alle loro strumentalizzazioni elettorali. Non possono pronunciare frasi come “non toccate le nostre donne” o “torna a casa tua”. Il fatto è che lui ha ucciso lei e come tanti vigliacchi dello stesso stampo ha preferito suicidarsi invece che assumersi la responsabilità di quel che ha fatto.

Così si possono leggere commenti sulla bellezza della ragazza, sul fatto che la sua provenienza significasse qualcosa circa la sua presunta disponibilità a dare prestazioni sessuali pur essendo pagata per fare la colf – in ogni caso è stata uccisa e il moralismo contro di lei è solo un altro modo sessista per banalizzare quello che le è successo – e sui suoi atteggiamenti che vengono descritti come colpevoli nei confronti dell’italiano il quale va a fare turismo sessuale e spende soldi per fare una vita piena zeppa di modalità stereotipate.

E’ avvenuto il 26 maggio, giorno in cui tutti erano impegnati a registrare i voti elettorali. Devo pensare che forse è questa la ragione per cui non si è scritto a tal proposito. Forse questa faccenda provocava disagio a chi parla di stupratori stranieri trascurando i molti crimini commessi da italiani nei confronti delle donne straniere. Tutto ciò è semplicemente sconcertante. Ed è tutto ciò che volevo dire.

 

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*


Donate Now Button

Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.