Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, R-Esistenze

Campagna elettorale? Questa è una guerra contro la gente antifascista!

Questa non è una campagna elettorale. E’ una guerra. Contro gli antifascisti, contro chi va in piazza per dire no ai fascisti di gruppi che non dovrebbero neppure esistere, contro chi esprime solidarietà ai migranti, contro chi dice ai fascisti della Lega che il loro odio fa letteralmente schifo, contro chi dice ad alta voce che i fascisti devono smetterla di usare le donne stuprate per fare propaganda contro gli stranieri.

E’ una guerra in cui la polizia fa la parte di chi difende la legge del più forte, di un ministro che manda la digos a identificare chi espone uno striscione con un’opinione differente, di gruppi di persone che pensano ancora di poter dettare legge sui corpi delle donne, sui corpi degli studenti malmenati per indiretta scomunica alla loro professoressa, sui corpi delle persone che non restano a casa in silenzio mentre per tutto il paese non si fa che difendere l’odio, il fascismo, il razzismo, il sessismo.

E’ una guerra fatta con lacrimogeni e con manganelli, le cui tracce troviamo sui corpi di persone inermi che solo perché non sono “giornalisti di repubblica” e vabbè chissenefrega. E c’è ancora chi parla di democrazia, chi difende “il diritto alla libera opinione” dei fascisti mentre tutto è in fiamme e le idee democratiche sono state incenerite al rogo.

Se qualcuno pensa che questo sia dovuto solo all’eccitazione del voto sbaglia, perché non è che un segno dell’arroganza di chi abusa del proprio potere, salvo poi voler cancellare i reati che non gli fanno comodo. E’ l’impronta lasciata da chi usa la “giustizia” come pretesto, con i cecchini pronti a spararti addosso se subisci ingiustizie e se difendi altre persone che ne sono ugualmente vittime.

Quanti antifascisti ancora devono ricevere intimidazioni per non aver detto sì a chi compie violazioni quotidiane di diritti? Quanti si trincereranno dietro la “legge” fatta dai più forti per continuare a massacrare un Paese in cui i toni e i modi di chi ha potere somigliano a quelli di corpi militari al servizio di vecchie dittature? Quante volte dobbiamo dire che i fascisti che espongono manifesti parlando di Desirèe non hanno alcun interesse ad ammettere il danno che la violenza di genere crea ovunque?

Quante volte dobbiamo dire che abbiamo a che fare con gente stragista nell’anima che se potesse ci eliminerebbe e rinchiuderebbe tutti. Non vedete il rischio? Non vedete quello che succede? Non avete letto di “divieti di riunione” e divieto di esporre parole di solidarietà e umanità? Non vedete l’intolleranza che cresce mentre c’è chi rivendica, dall’alto della propria posizione di potere, la violenza contro cittadini che non possono più neppure dissentire?

E chi sono gli artefici, chi ha la responsabilità di questi modi guerrafondai, mentre ci distraggono con revisionismi e la memoria rivolta ad un passato funzionale alla difesa di uno stato militare. Chi ha la responsabilità per le ferite, per i lividi, per il fumo ingerito mentre un militare ti spara il lacrimogeno salvo poi accusarti di lancio di oggetti perché lo respingi con un calcio.

Io non so se domenica andrete a votare o meno. Qualunque sia la scelta che farete ricordatevi che i fascisti eletti “democraticamente” sono comunque fascisti e che dare a loro più potere significa perire sotto la loro scure intollerante. Qualunque sia la scelta che farete ricordate che esistono tante persone che il loro voto lo hanno già espresso mille volte in piazza e che è stato offeso, massacrato, vilipeso, ucciso.

#RestiamoUmani, please.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.