Antiautoritarismo, Antifascismo, Antirazzismo, Antisessismo, R-Esistenze

Il Salone del Libro di Torino ospita il fascismo che vuole bruciare i libri Resistenti

La presenza di una casa editrice fascista al Salone del Libro e le risposte timide e moderate di chi non ha saputo dire di no fanno pensare, non credete? E che dire delle risposte alle chiarissime parole di Wu Ming e ZeroCalcare? Qualcuno ha scritto che si tratterebbe di una specie di fuga ma non lo è. Il fatto di non condividere quello spazio con i fascisti è un chiaro gesto antifascista che va supportato in tutti i modi. E dato che la timidezza di alcun* continua a manifestarsi ci è venuto in mente (per il momento, ma faremo altro) un modo semplice per dire che noi siamo con loro e che noi abbiamo memoria.

Cari organizzatori del Salone del Libro di Torino, come potete ospitare chi professa le idee di chi vorrebbe mettere al rogo tutti i libri antifascisti? Stiamo parlando di gente che afferma che la dittatura è un buon modo per opprimere popoli, persone, culture. Parliamo di chi ha dalla sua parte polizie che li difende mentre gli antifascisti vengono manganellati e arrestati. Parliamo di intolleranti che inneggiano all’odio contro stranieri, donne, gay, lesbiche, trans. Sono gli stessi che vorrebbero bruciare i racconti per bambini in cui secondo loro ci sarebbe il pericoloso “gender”. Parliamo di persone che praticano revisionismo intollerante e che ogni volta che si parla di Liberazione, Resistenza, 25 Aprile, Partigiani, Shoah, Olocausto, tirano fuori un pretestuoso “e allora le foibe?” e brandiscono nomi (due) di donne stuprate da stranieri ogni volta che le donne sono state stuprate da italianissimi e a volte dichiaratamente fascisti.

Sono quelli che vorrebbero controllare i nostri uteri per fare una bella pulizia etnica e superare le popolazioni straniere, bontà loro, qualunque cosa significhi e cosa intendano in quel cervello marcio che si ritrovano. Sono fascisti e il fascismo non è un’opinione, non è un’idea, è un crimine. Siamo davvero stanch* di dover essere accusat* di intolleranza contro gli intolleranti.

Perché sono loro che non ci vogliono e che occupando ogni spazio possibile intendono farci fuori, uno ad uno, mietendo vittime tra le tante persone che credono alle loro balle. E vaffanculo a chi usa il politically correct facendo servizi Rai senza commenti e critiche sulle celebrazioni di Predappio. Vaffanculo a chi pensa che gli striscioni fascisti durante le partite di calcio non siano lì per fare proselitismo. Vaffanculo a chi ritiene che andare in piazza contro i fascisti sia un atto di … come l’hanno chiamato? Ah si… censura. Come la censura che loro praticano sulle nostre vite, come quando immaginano l’Italia come uno Stato governato da fascisti che vorrebbero dirci quando come e dove respirare. Come quando per screditare l’opinione di una donna antifascista la chiamano troia, le augurano di essere stuprata da un nero e fanno considerazioni maschiliste sul suo aspetto esteriore.

Ma di cosa stiamo parlando? Davvero siamo arrivati al punto in cui bisogna spiegare che i fascisti stanno prendendo ogni spazio possibile e che bisogna fare e dire qualcosa? Da parte nostra va la solidarietà ai tanti e alle tante compagn* accusate, arrestate, manganellate nelle piazze mentre tentavano di riprendere spazi che dovrebbero essere nostri e non dei fascisti.

Non si può chiamare manifestazione “democratica” quella di chi marcia con la mano destra alzata, con la svastica e la celtica in vista, per inneggiare odio, solo odio contro chiunque non la pensi come loro.

I fascisti devono stare lontani dalle piazze, dai luoghi istituzionali, dal Salone del Libro, da ogni luogo di cultura. I fascisti sono fascisti. E basta.

2 pensieri su “Il Salone del Libro di Torino ospita il fascismo che vuole bruciare i libri Resistenti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.