La posta di Eretica, News & Sorellanze, Personale/Politico, R-Esistenze

Notizie dalla prigione di un’agorafobica

Come scrivevo sulla pagina (e molt* erano d’accordo) mi accingo ad attivare la categoria per gli aggiornamenti (News & Sorellanze) che riguardano le persone che dopo aver scritto le proprie storie e aver seguito consigli dalla community ora stanno seguendo un percorso di fuoriuscita dalla violenza o da disagi e problemi, come l’agorafobia, la depressione, i disturbi alimentari. E un modo ulteriore per dare spazio a chi può riceverne giovamento, grazie agli incoraggiamenti e consigli che coinvolgono gran parte della community di Abbatto i Muri. Aggiornarci è una loro scelta ovviamente e quindi attendiamo che siano loro a dirci se hanno voglia di comunicare con noi. Quel che devono sapere è che questa è una porta sempre aperta per tutt* coloro che sono in difficoltà e che potranno sempre contare sul nostro ascolto.

La prima persona di cui parliamo, l’avrete letta, è la donna che soffre di agorafobia e che con grande fatica ha scritto le sue prime righe per poi raccontarci ancora che grazie all’ascolto e ai vostri consigli ha preso una decisione.

Questa è la sua prima mail:

e questa la seconda.

Lei mi ha scritto che non sa quanto e quando scriverà ma che è ben felice di sapere che esista uno spazio che tenga nota dei suoi progressi e che vale per lei stessa come un memorandum di quel che sta vivendo.

Quel che nel frattempo voleva dirvi è questo:

“Cara Eretica, cari tutti, Il mio primo appuntamento con la psichiatra a domicilio è fissato. La incontrerò il 6 maggio alle 12.30 e la mia attesa è colma di speranza. Forse sto riponendo troppe aspettative in questo inizio, ma so che è un motore dell’anima (il primo avvio lo avete dato voi, senza dubbio) e quindi mi preparo ai cambiamenti d’umore e anche a incontrare molte difficoltà prima di riuscire effettivamente a superare la mia paura di uscire. Anche oggi fuori c’è il sole e io posso godermelo solo attraverso la finestra ma sto facendo altre piccole cose che possono farmi bene. Sto cercando di mangiare meno. Ho perso due chili, che non sono niente rispetto ai tanti che dovrei perdere, ma forse sono già qualcosa. Sto ascoltando musica, cosa che non facevo da molto tempo, e ho iniziato a leggere un libro, e anche questa per me è una specie di rivoluzione perché quando non vedi il futuro pensi che tutto sia inutile, anche il fatto di leggere. Non ho tagliato i capelli. Li tengo come un unico groviglio che sbroglierò poco a poco con gli stessi tempi che occorreranno a sbrogliare la mia vita. Se la visita psichiatrica dovesse rivelarsi un fallimento, se trovassi una persona che mi dirà solo “ci vuole volontà, esci”, come è già successo altre volte con persone diverse. Se e se. Stanotte mi sono svegliata e ho avuto un attacco di panico. Ho il timore di non riuscire ad avere la forza di rispondere a quel campanello che suonerà per me. A volte la paura mi paralizza così tanto da non riuscire a fare niente. E se accadesse in quel momento? E se non ce la facessi? Allora ricomincerei con le mie angosce e quindi ancora non so darvi certezze. Ma grazie per esserci e per avermi ascoltata. Ancora una volta.”

Ps: cara Community, a parte lasciare commenti sulla pagina vi prego di lasciarli anche sotto questo post, sul blog, così sarà più facile per lei rileggerli se le servirà. Grazie a tutt*! ❤

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*


Donate Now Button

Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

 

2 pensieri riguardo “Notizie dalla prigione di un’agorafobica”

  1. Ciao cara!
    Se la psichiatra ti dirà “ci vuole volontà, esci” significa che non è una psichiatra e che non possiede alcuna laurea o competenza in merito. Un po’ improbabile! Se un cardiologo visitasse un cardiopatico gli direbbe mai “ci vuole volontà”? No, perché una cardiopatia si cura solo con una terapia adeguata, e pensa un po’? Anche ciò di cui soffri tu!
    Anche a me una volta, quando feci la prima visita da uno psichiatra, venne un attacco di panico appena mi misi a sedere davanti a lui. Lui provò a farmelo passare sul momento, disse che facendo 12 respiri al minuto sarebbe passato, chissà se era vero…io mi sono limitata a scappare nel corridoio perché l’istinto mi diceva di “fuggire”. Quando rientrai lui disse che quasi era un bene che io avessi avuto un attacco in sua presenza, così poteva capire bene di cosa stessi soffrendo.
    Non ti dico che andrà tutto bene, non ti dico di essere serena, ma ti dico di essere fiduciosa.
    La lettura del libro e la musica sono un bel passo avanti. So cosa vuol dire non avere neanche la volontà di alzarsi per fare la pipì…
    Attendiamo gli sviluppi!

  2. Sono davvero felice di leggere di questi primi cambiamenti, di questi primi desideri, spero ne seguano altri, giorno dopo giorno.
    Il futuro c’è, è fuori la porta: non bello e radioso, ma può diventarlo, può sorprendere, anche nelle lezioni di dolore o delusioni c’è del bene che può fortificare.Abbiamo tutti bisogno di anticorpi.

    Forse la prima visita sarà terrificante o niente di trascendentale, forse il terapeuta non dirà o farà molto, forse dirà qualcosa che anche qui in community abbiamo già detto, qualcosa di prevedibile, ma lo farà per incoraggiarti. Probabilmente ti farà parlare per lo più, per capire come ti senti, cosa è difficile per te, per analizzare la situazione e… forse avrà bisogno di molti incontri così. Non ho i mezzi per saperlo, ma le terapie inizialmente possono non convincere perché ci si aspetta molto, ma il semplice fatto di fare una terapia, arrivare a un primo incontro, sarà un grande passo! E in un cammino un passo solo sembra insignificante, insoddisfacente, forse deludente, ma è meglio dell’essere un passo indietro. Dopo tanti passi si può capire l’importanza di averne fatto uno, quindi – per favore – non scoraggiarti e non avere paura!
    Facci sapere come andrà e non demordere, noi facciamo il tifo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.