Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, R-Esistenze

Diario di una pazza visionaria: ma no, ovvio che il maschilismo non esiste!

Lei scrive:

No no, ma che dici mai? Il maschilismo non esiste.

Cammino per strada e uno sconosciuto pensa di avere il diritto di urlarmi sconcerie non richieste. Le sconcerie non mi dispiacciono ma sono io che scelgo da quale bocca devono venir fuori.

Aiuto in casa, sparecchio, e gli uomini sono seduti a fumare e bere l’ultimo bicchierino di limoncello. Questo succede ogni giorno, per le feste ricevo un aiuto straordinario perché ci sono le cognate, le zie, le nipoti.

Fin da piccola mi dicono di stare attenta quando esco di sera. Nessuno l’ha mai detto ad un maschio. Devo stare attenta in quanto femmina. Allora perché non si costruisce una società a mia misura in cui io non devo stare attenta a niente? Perché devo rischiare la vita ogni volta che esco?

Se ballo in discoteca non devo atteggiarmi troppo perché altrimenti qualcuno potrebbe dire che l’ho provocato. Una volta ad una mia amica dissero che se si fosse vestita decentemente avrebbe evitato di essere palpata.

Al lavoro il capo si struscia e se glielo faccio notare dice che non sto allo scherzo. Ma che razza di scherzi sono questi? Perché non si struscia sul mio collega?

La collega ride alle battute del capo e quando dico che lui mi molesta lei ride di più, mi dice che a lei certe cose non potrebbero mai capitare (quindi è colpa mia!) e poi spettegola dicendo che sono io che me la cerco perché vado in giro “attillata”. Che io vesta attillata o meno non lo faccio per il mio capo e lui non ha il diritto di molestarmi. Provo pena per le donne che si schierano con i maschilisti per esprimere il loro odio indiretto contro altre donne.

Mia madre dice che così è la vita e che è meglio che io stia calma e sopporti perché non posso cambiare le cose. Quindi devo accettarle come vengono?

Quando la mia amica rispose male ad uno stronzo che la chiamò troia lei si beccò uno schiaffo in pieno volto. Non avrebbe dovuto dire niente. Invece disse che essere troia non è una cosa brutta. Essere uno stronzo lo è.

Ogni volta che mi danno della cagna penso alla mia cana e non capisco il nesso. Da quando una cagna accetta di farsi stuprare da un branco di idioti arrapati?

Fin da piccola mi dicono che il maschio ha il vizio di pretendere dalle femmine quella cosa lì. Quindi le femmine non pensano mai al sesso e i maschi che lo fanno sarebbero spinti da un istinto da stupratore che le femmine non devono mai e poi mai rischiare di fare emergere.

Quando ho rotto con il mio ex lui è diventato uno stalker. Diceva che gli dovevo spiegazioni e che dovevo tornare con lui. Ha minacciato di stordirmi, rapirmi, rinchiudermi, uccidermi, uccidersi, ubriacarsi, ferirsi, eccetera. Sua sorella mi ha detto che è normale. Lui mi amava tanto.

Perciò no, il maschilismo non esiste. Sta tutto nella mia testa. E’ una mia invenzione. Sono una visionaria pazza. Ma le femministe non lo sono un po’ tutte?

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

Un pensiero riguardo “Diario di una pazza visionaria: ma no, ovvio che il maschilismo non esiste!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.