Annunci

Quando lo stalker viene descritto come fosse un innamorato ferito

Lei scrive:

Cara Eretica,

dopo i terribili fatti di cronaca di questi giorni che hanno come vittime donne uccise (o in gravissime condizioni) perché i loro ex non accettavano la separazione mi sono imbattuta in questi due “articoli”, uno in un giornale nazionale e uno di un giornale locale in cui c’è l’ennesimo caso di colpevolizzazione della donna per qualsiasi cosa faccia al di fuori dell’essere una dedita madre e moglie. Non parlerò dei commenti, che sono sempre abominevoli, ma vorrei far notare quanto questi pseudogiornalisti abbiano messo in cattiva luce una persona che vuole semplicemente divorziare dal marito e farsi la propria vita. In questi scritti la donna viene costantemente additata (“lascia il marito perché vuole tornare a divertirsi”, “vuole rifarsi una vita e godersela un po’ di più”) mentre l’ex marito (ai domiciliari per stalking) è quello che passa i weekend in famiglia e quando scopre che “l’amato bene” non passa le sue giornate solo “tra casa e lavoro” ma “si dà alla pazza gioia”, “come da copione” (espressione scandalosa per descrivere dei reati) comincia a stalkerare e minacciare lei e tutte le persone che la donna ha intorno.
Quindi la notizia scandalosa è che una donna voglia vivere e fare le sue cose mentre l’ex marito passa del tempo con i figli nel weekend.

Mi chiedo come nel 2019 sia possibile scrivere e pubblicare questi “articoli” a dir poco scandalosi che non solo giustificano, ma addirittura alimentano una cultura tossicamente misogina che nel nostro paese causa vittime ogni giorno.
Come far sì che chi fa informazione si renda conto delle responsabilità che derivano da questo lavoro? Vale la pena mandare una mail almeno al primo giornale?
Silvia









>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

Comments

  1. L’ha ribloggato su O capitano! Mio capitano!….

  2. Articolo osceno. Pericoloso. Misogino ma gravemente .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: