Antisessismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze

La retorica sulla maternità felice è una truffa

Lei scrive:

Ciao eretica,

siccome ultimamente avete parlato di maternità, volevo raccontarti anche la mia storia.
Resto incinta a poco piu di vent’anni: errore, ingenuità, distrazione o non lo so. Fatto sta che aspetto un figlio. Non appena lo dico al mio medico di base per farmi prescrivere le analisi del sangue che lo confermino, mi sento rispondere: “complimenti perché sta per iniziare una nuova vita!”. L’idea dell’aborto non è nemmeno contemplata. Idem il mio fidanzato. Lui è più grande, già lavora e mi dice “ma si, vedrai che con qualche sacrificio ce la faremo e saremo una famiglia felice”.

A questo si aggiungono i nostri genitori che nel giro di 24h hanno già detto a mezzo mondo che saranno nonni (pare non aspettassero altro). Inutile dire che in tutto questo non prendo nemmeno in considerazione l’idea di non tenere il bambino: per anni mi hanno convinta che l’aborto era un gesto orribile e che mi sarebbe rimasto dentro come un macigno per tutta la vita. Passano i giorni, la pancia cresce e chiunque mi incontri mi dice che è una notizia meravigliosa, che sarà fantastico, che non appena lo vedrò sarò felice, che un suo sorriso mi ripagherà di cento notti insonni e così via.

Finché il bambino nasce e non succede tutto quello che mi avevano promesso. Non me ne innamoro a prima vista, anzi mi dà fastidio che le ostetriche me lo attacchino ai capezzoli senza nemmeno chiedermi se mi va; i giorni sono lunghissimi e le notti infinite; fidanzato e famiglia che sono al settimo cielo non si degnano una volta di aiutarmi di notte e … indovina un po’? Un sorriso di un neonato non mi aiuta a stare meglio.

E allora mi sento truffata. Truffata da chiunque mi abbia raccontato che quello sarebbe stato il senso della mia vita, la mia massima realizzazione e la felicità incondizionata. Come si sono permessi di promettermi una cosa di cui non avevano certezza? Hanno la vaga idea delle false aspettative che mi hanno creato? Davvero abortire sarebbe stato piu doloroso che sentirsi in trappola giorno e notte senza poterlo dire a nessuno perché altrimenti sei una pessima madre? Onestamente non lo so più. Ma non mi stupisco quando certe mamme non ce la fanno e si ammazzano o ammazzano i bambini.

Ps. Ora il bambino ha quattro anni e sì, ne sono innamorata. Ma mi ci è voluto un sacco di tempo. E di forza. Che non tutte hanno.

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

2 pensieri su “La retorica sulla maternità felice è una truffa”

  1. Questo articolo non mi è piaciuto molto. La maternità non è per tutti così. Vista solo così sembra una cosa negativa… Invece è fatta di tanti momenti bellissimi. Dipende da come la vivi, se l’hai voluta o meno, ecc.
    Ogni maternità come ogni gravidanza è a se. Siamo tutte diverse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.