Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze

Donna multata per aver rischiato di morire con l’aborto clandestino

Tremila euro, forse di più, la cifra che dovrà pagare una donna che ha rischiato di crepare per aborto clandestino. No, non nel Burundi. Parliamo del Veneto, Italia. Oltre il danno anche la beffa. E multare gli obiettori invece no? Sono loro e tutti i catto/integralisti con la loro retorica antiabortista a rendere più difficile il terreno di chi intende interrompere una gravidanza. Avevamo già segnalato che le donne più a rischio sono le migranti e infatti eccola, una donna che avrà usato un farmaco dannoso che ha come effetto l’aborto ma non rende comunque sicuro il procedimento, l’espulsione della placenta, il rischio di infezioni e di gravi effetti collaterali, il sangue che non si arresta. Di aborto clandestino si può morire, questo è bene che lo sappiano tutte. Ditelo alle vostre amiche e sorelle e alle donne migranti che conoscete. Hanno il diritto di esigere la presenza di personale sanitario non obiettore quando decidono di abortire.

Spero davvero che la notizia non sia vera ma se lo è quella multa chi dovrà pagarla? Criminalizzare una donna per aver rischiato di morire è l’ultima delle bestemmie che le donne in Italia stanno subendo assieme all’arretramento culturale e alla possibilità che gli antiabortisti vincano la propria crociata a danno di tutte le donne. Sono davvero esterrefatta. Che si faccia in modo che questa donna non paghi alcunché. Compagne del luogo, vi prego, mobilitatevi, cercate di capire che succede. Tanta solidarietà, in ogni caso, a questa donna fragile e maggiormente ricattabile perché migrante. Il decreto sicurezza in questo non aiuta per niente anzi peggiora le cose. E quella che lei sta subendo è violenza di genere a tutti gli effetti, ancora peggio perché quella violenza ha origine nelle istituzioni.

Osservate poi che tipo di commenti sono dedicati alla donna. Una vera e propria lapidazione. Che schifo, sul serio.

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.