Annunci

Ho uno stalker e non so più cosa fare

Lei scrive:

Cara eretica,
Sono una ragazza di 19 anni e ti scrivo per condividere una mia esperienza, sperando che possa aiutare altre ragazze nella mia stessa situazione, come molti tuoi post hanno fatto con me. Io vivo e studio a Dublino da un anno : ho la fortuna di poter vivere questa esperienza grazie alla mia famiglia, che crede fermamente in me e che mi supporta da sempre nel raggiungimento dei miei obbiettivi.

Al mio primo anno di college ho conosciuto un ragazzo: siamo diventati amici, abbiamo formato un duo ( studiamo entrambi musica) e dopo un paio di mesi ci siamo messi insieme. Ero affascinata dalla sua sicurezza e dalla sua voglia di fare, condividevamo grandi ambizioni e questa è una qualità che ho sempre ritenuto molto importante nelle persone. Tuttavia, lui ha pian piano dimostrato di essere una persona possessiva: all’inizio non ho dato molta importanza a questi eventi sporadici, fino a quando durante un litigio ( avvenuto a Marzo) nato da un’ incomprensione banale, lui mi ha messo le mani sul collo. Io l ho fermato all’ istante senza che potesse fare nient’altro e me ne sono andata, totalmente sotto shock per quello che era successo, urlandogli che chiaramente fra noi era finita.

Nei giorni seguenti lui sembra aver capito che non volevo sentirlo mai più, il che mi ha fatto pensare di poterlo perdonare: io non ho mai voluto tornare insieme, ma volevo aiutarlo a comprendere e superare il peso dell’ errore che aveva fatto. Nel momento in cui ho dimostrato un po’ di comprensione, lui ha cominciato insistentemente a voler tornare con me : ho dovuto bloccarlo su tutti i social media etc , poiché continuava a scrivermi ( Fb,whatsapp, instagram, messenger, addirittura skype) o a chiamarmi da altri numeri ( ho dovuto bloccare quattro numeri diversi).

Lui non frequentava quasi mai le lezioni in università perché aveva un lavoro. Quando ho rotto con lui si è licenziato per poter tornare a frequentare e vedermi tutti i giorni ( siamo anche circa una quindicina nel mio corso, quindi era impossibile ignorarlo).

Lui continua a cercare di parlarmi, più di una volta si mette a piangere davanti a me dicendo di non sapere più cosa fare senza di me, mi aspetta fuori dall’ università o fuori dai bagni dove io correvo alla fine delle lezioni per poterlo evitare.

Quindi non sapendo più cosa fare chiedo aiuto alla figura del ‘ consigliere dello studente’  all ‘ interno dell’ università, che mi suggerisce di denunciarlo alla polizia. Io sono titubante anche perché non sono sicura di quali siano i miei diritti come straniera. Inoltre, sembrava aver smesso di scrivermi ( era passato alle mail, utilizzando 4 account diversi).

Più di un mese dopo la nostra rottura mi viene offerto un contratto come cantante solista da un’ agenzia a cui ci eravamo proposti anche come duo musicale, e purtroppo loro mandano una mail all’ account che avevamo in comune come duo musicale al riguardo. Lui infuriato li chiama e dice che io non sono affidabile come persona e che non ho il diritto di usare i video che avevamo fatto assieme ( cosa non vera perché lui mi aveva scritto che li potevo usare). Inizia a minacciare di denunciarmi e ad insultarmi , al che io gli dico che lo sto per denunciare per molestie, rispondendo per la prima volta alle sue mail. Lui sostiene che il suo comportamento è corretto etc e che sto commettendo un errore colossale.

Nel frattempo io cerco di cancellare la nostra pagina fb, instagram, la nostra mail in comune come duo, ma lui non me lo lascia fare e anzi continua a postare come se stessimo ancora lavorando insieme.

Io cerco di spiegargli che ha veramente superato il limite, mi offro più di una volta di perdonarlo a patto che smetta di scrivermi, ma ogni volta che lo faccio lui cerca di  convincermi che dovremmo tornare insieme e dovremmo lavorare di nuovo insieme, che senza di lui non riuscirò a sopportare il peso di questo lavoro etc.

Io inizio ad avere dei veri e propri attacchi di panico, vado molto meno in università per paura di vederlo ancora e non so più cosa fare quando lui decide di tornare in Croazia ( è croato) perché non riesce più a ‘sopportare di vivere così, ormai è dimagrito di 7 chili da quando l’ ho lasciato e sta perdendo la testa’. Quando lui se ne va io ritorno alla mia vita normale, faccio i miei esami ma ho sempre paura che lui possa tornare. Mi manda ancora mail sporadicamente, cercando di parlare con me e fingendosi interessato alla mia vita qui a Cipro ( dove lavoro come cantante per l’ estate, perché io il contratto l ho accettato). Ho ricevuto un messaggio da lui proprio stamattina, dopo quasi un mese di silenzio, e ho deciso che mi sono stancata di non parlarne a nessuno ( anche se la mia famiglia chiaramente lo sa), di mantenere il segreto in università così da non creare scalpore. Per del tempo ho addirittura pensato di essere in errore io, di stare perdendo qualcuno che ci tiene così tanto da continuare a cercarmi. NO. Questo non è amore.

Sono esausta, e non so più cosa fare anche perché ora che viviamo in due nazioni diverse non so più quali siano i mezzi per tutelarmi da lui. Una cosa che so per certo è che ho deciso di condividere la mia storia perché sono stanca di dovermi scusare per la mia libertà. Non sono io quella che si dovrebbe vergognare.

Veronica

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

Comments

  1. “Quindi non sapendo più cosa fare chiedo aiuto alla figura del ‘ consigliere dello studente’ all ‘ interno dell’ università, che mi suggerisce di denunciarlo alla polizia. Io sono titubante anche perché non sono sicura di quali siano i miei diritti come straniera.” Allora, spero che tu abbia smesso in ogni modi si rispondergli da tempo. Se non lo hai ancora fatto, fallo un’ultima volta in cui dici, con educazione ma con incontrovertibile chiarezza, che non hai più nessuna intenzione di sentirlo, e che desideri che lui non ti contatti più, neanche per dirti addio. Appena lui ti scriverà o chiamerà di nuovo (perché lo farà), vai dalla Polizia (di Cipro, di Dublino o ovunque tu ti trovi), spiega loro la situazione e chiedi consiglio. Loro sapranno indicarti la strada migliore per tutelarti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: