Antisessismo, Autodeterminazione, Contributi Critici, Critica femminista, R-Esistenze

Lettera aperta alla non-favolosa presidente di Arcilesbica

Rita Pierantozzi scrive in risposta a questo articolo pubblicato sul sito della Libreria delle donne di Milano.

 

Mia cara Cristina,
ci conosciamo da tanto e che tu non sia favolosa mi è dolorosamente chiaro.
Già chiamare Porpora Marcasciano “ideologa transessuale” e non “attivista coraggiosa che molto ha fatto per il movimento” ti toglie qualche punto di favolosità ai miei occhi, ma andiamo con ordine.

C’ero quando nacque Arcilesbica a Bologna, c’ero quando fu effettuata la scissione da Arcigay e votai contro.
Per motivi che andavano da pratici ad ideologici.
Ritenevo che non poter più usufruire degli spazi comuni e dei fondi comuni fosse un handicap forte per le donne ed inoltre pensavo fosse più efficace una lotta di occupazione dall’interno di qualunque spazio, sia fisico che politico.
Avevamo il diritto di esserci, qualunque cosa i “maschi” dicessero e si erano verificate diverse occasioni durante le quali avevano avuto il Cassero inondato dalle donne “ob torto collo” ed era stato grandioso.

Vabbè, avevo vent’anni ed interessi variabili. Ho continuato a lavorare per le lesbiche in altro modo, esattamente come ha fatto Arcilesbica. Con la differenza che io non ho mai dato addosso a chi si definiva separatista o anti penetrativa o anti trans, al contrario di quello che è stato fatto con me e con chi, come me, seguiva strade diverse.
Riconosco il percorso di Arcilesbica come necessario e fruttuoso per tutte noi e sono contenta che il background dell’associazione sia confluito in nuove realtà che porteranno alta la bandiera della cultura e della vita lesbica.

Un anno e mezzo fa è nata la violenza di RUA e sono rimasta sconcertata, purtroppo conosco Daniela Danna da un’antica riunione di Famiglie Arcobaleno durante la quale trattò i papà come spazzatura quindi non mi sono stupita più di tanto.
Vedere invece le firme su quel documento di donne con le quali sono cresciuta mi ha fatto male e non solo per i contenuti ma anche e soprattutto per la forma con la quale erano espressi.
Sui contenuti si può dialogare se si è disposti al dialogo, ma quale dialogo si può instaurare con un linguaggio che trasuda violenza e denigrazione di altre donne?

Questo modus operandi è poi dilagato anche in Arcilesbica o meglio, in quella parte di Arcilesbica dove vige la legge di quelle dieci che pretendono di fare il bello ed il cattivo tempo parlando a nome di tutte le lesbiche.
Ma a nome di quali lesbiche? Di lesbiche separatiste, sessuofobe e transfobiche che vogliono decidere per tutte.

Già solo analizzando quello che tu scrivi si deduce che:

Non Una di Meno è una realtà collusa col maschilismo;

L’ideologia transessuale si identifica totalmente con interventi medicalizzanti adolescenti;

non ci si può definire donna sulla parola ovvero si abbisogna che un’autorità superiore (medico o giudice) dica chi è veramente donna o uomo (a proposito delle persone Ftm, che ne facciamo?);

i maschi possono intraprendere la prostituzione, una pratica da voi considerata terribile mentre le donne se ne devono tenere fuori. Quindi, gli uomini si sminuiscano pure…che problema c’è?

Se le donne usufruiscono di cosmesi e selfie sono solo stereotipi negativi;

il sesso occasionale non fa parte della vita femminile ed è negativo a prescindere.

Ed alla fine le tematiche che sono il male assoluto: GPA e Transfemminismo.

La quantità di offesa delle donne stesse, violenza e discriminazione contenute nelle tue parole mi lasciano sempre basita e disgustata.

Non sei l’unica a portare avanti queste idee, Giovanni Dall’Orto ne condivide parecchie ma forse è più bravo ad analizzare e a scrivere perché con lui mi pongo sempre in condizione di ascolto. Così come faccio con altre donne che la pensano come te e con le quali discuto ma dalle quali non mi sento discriminata.

Non posso non tornare indietro nel tempo ricordando una trans mtf buttata fuori dalla Seconda Settimana Lesbica da quelle come te, a distintivi osteggianti il nostro gruppo di lesbiche Bdsm alla Terza Settimana Lesbica durante la quale la proiezione di nostre foto è stata interrotta con violenza dalle pseudo pacifiste di Non Mixitè, gruppo auspicante la partenogenesi.

Sono ricordi che si perdono nel tempo e si stemperano in una consapevolezza data dall’età ma la sensazione è la stessa di adesso: dovete essere come noi per essere lesbiche valide a tutti gli effetti.

Noi abbiamo la verità in tasca e dovete ascoltarci.

Anzi, estendiamo pure l’atteggiamento dittatoriale anche alle donne in genere. Decidete voi, lesbiche perfette e non desiderosè ne’ di maternità ne’ di genitorialità, cosa debbano fare le donne con il loro corpo.

Sono tanto contenta che vi stiano isolando.

Forse questo vi spingerà a riflettere e ad imparare i termini di un discorso costruttivo, di un dialogo che possa farci percorrere strade parallele ma con un fine comune.

Io non voglio che tu sia come me.

Saresti favolosa e la cosa ti infastidirebbe.

Non puoi esserlo perché la favolosità passa per l’ironia, per la proiezione scanzonata del sè, per la lotta attraverso la decostruzione di corpi e stereotipi.

Stereotipi di cui sei intrisa e me ne dispiace perché sei una donna intelligente e colta e della quale gli studenti parlano benissimo, salvo trovarsi in piena transizione di fronte alle tue parole.

Buona vita a te e alle altre. Cercate di parlare per voi stesse. Non per tutte noi. Io parlo per me.

RITA PIERANTOZZI

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

1 pensiero su “Lettera aperta alla non-favolosa presidente di Arcilesbica”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.