Annunci

#RepealEight #Irlanda #Aborto: appello alla solidarietà transnazionale

Lei scrive:

Ciao
mi chiamo Paola e scusa se scrivo un po’ all’improvviso, ma lo faccio perché vorrei portare alla tua attenzione che, tra meno di un mese, in Irlanda ci sara’ un importante referendum sull’aborto.

Più specificamente, si tratta di rimuovere dalla Costituzione l’ottavo emendamento, ovvero l’emendamento che equipara la vita della gestante alla vita del feto, di fatto rendendo illegale l’interruzione di gravidanza. La pena per l’aborto è 14 anni di carcere. La pillola abortiva, che è illegale in Irlanda, si può ordinare via Internet e arriva via posta. Anche essa “porta con sé” una pena di 14 anni di carcere.

La pratica più comune per le persone che hanno necessità di interrompere una gravidanza (l’emendamento infatti non solo criminalizza l’aborto, ma ha ripercussioni su un ampio raggio di pratiche/cure mediche che non possono essere applicate se considerate potenzialmente dannose per il feto, e questa è una causa di morte tra le donne incinte molto diffusa, vedi caso di Savita Halappanavar) è quella di andare in UK e avere un aborto li. Dal 1993, le donne incinte possono viaggiare (prima era vietato anche quello).

Naturalmente, questa possibilità non vale per le donne migranti che hanno una situazione più precaria a livello di documenti, senza contare che le donne richiedenti asilo sono semplicemente impossibilitate a lasciare l’Irlanda. Se incinte quindi (magari a seguito di uno stupro avvenuto durante il viaggio o in altre situazioni di violenza) sono obbligate a portare avanti la gravidanza (vedi caso di Miss Y, minorenne incinta causa stupro e richiedente asilo, obbligata a proseguire la gravidanza nonostante i ripetuti tentativi di suicidio).

Faccio parte di un gruppo di donne migranti chiamato MERJ, Migrants and Ethnic Minorities for Reproductive Justice: insieme facciamo parte della coalizione Together for Yes, che è la coalizione nazionale a favore della rimozione dell’ottavo emendamento. Siamo attive nella campagna per il Repeal the 8th e con altre iniziative.

Ti contatto perché l’esito del referendum qui in Irlanda sarà fondamentale a livello internazionale. Le voci anti-abortiste in Italia, che sono aggressive e forti sia economicamente che in termini di appoggi politici, sarebbero enormemente rafforzate da un esito negativo del referendum qui.

Al momento, l’Irlanda è al centro di movimenti di capitali che arrivano dai gruppi cristiani originari degli Stati Uniti, e sappiamo che sono arrivati sull’isola diversi predicatori anti-abortisti che stanno facendo campagna per il no – come successe anche per il referendum che introdusse, nel 1983, l’emendamento anti-aborto nella costituzione.

Ti scrivo perché vorrei proporti di ospitare un intervento sul tema. Credo sia importante parlarne e riflettere sulle possibili conseguenze per l’Italia. Il pezzo lo posso scrivere con le altre compagne di MERJ, o posso chiedere a qualche altra persona della coalizione di scriverlo.

Non sto proponendo questo per visibilità personale ma perché penso che sia davvero una battaglia strategica, quella del referendum irlandese, che sarà fondamentale anche per noi in Italia tra qualche tempo.

Infine, l’esperienza di essere attiva in una campagna referendaria (in cui non potrò votare) mi sta insegnando molto sulla solidarietà transnazionale, e su come le battaglie di persone/sorelle geograficamente lontane sono in realtà anche le nostre (e non certo per carità o paternalismo, ma per vero interesse intersezionale).

Grazie mille!

Paola

Leggi anche:

I santi un tempo praticavano l’aborto – era considerato un peccato minore rispetto al sesso orale

La mia gravidanza critica/non programmata

#Irlanda #RepealEight: l’ombra di me stessa

#Irlanda #RepealEight: la storia di Sheila Hodgers, vittima del divieto di aborto

Questo è il mio aborto

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: