Antisessismo, R-Esistenze, Violenza

“Il nostro prossimo santo”: come gli Incels stanno festeggiando la strage di Toronto

QUI l’articolo in lingua originale. Traduzione di M.

Articolo di Kimberly Lawson

Negli istanti prima di lanciarsi giù per una strada principale di Toronto in un camioncino preso in affitto, uccidendo 10 persone e ferendone altre 14, il sospetto Alek Minassian ha postato, secondo quanto riportato, quella che sembra una chiamata alle armi su Facebook. “La ribellione Incel è cominciata!” si legge nel post pubblico “Spodesteremo tutti i Chad e le Stacy! Tutti salutino il Supremo Gentiluomo Elliot Rodger!”

Il criptico messaggio del venticinquenne, che è stato rimosso ma che Facebook conferma essere autentico, era rivolto a tutti coloro che hanno familiarità con la subcultura dei “Celibi involontari” o “Incel” affinché ne prendessero nota. Il termine è stato originariamente coniato da una donna queer di Toronto che stava cercando un modo per descrivere un periodo solitario della sua vita; oggi, tuttavia, gli Incel sono dei misogini che danno alle donne la colpa della propria incapacità di fare sesso, e si riferiscono alle persone che sono sessualmente soddisfatte come “Chad” e “Stacy”. La loro comunità anonima prospera online in posti come 4chan e altri forum – prima che Reddit chiudesse r/incels, la comunità vantava oltre 40000 membri. Essi considerano il sopra menzionato Rodgers (che è stato identificato dal Southern Powerty Law Centre (SPLC) come il primo killer dell’alt-right) il proprio eroe; nel 2014 ha ucciso sette persone, incluso se stesso, dopo aver messo online un manifesto caratterizzato dal suo odio per le giovani donne.

Come il giornalista di Toronto Arshy Mann ha spiegato in un thread su Twitter “Gli Incel differiscono per aspetti importanti dai Men Right Activists. Entrambi i movimenti sono misogini alla base, ma i MRA utilizzano una impalcatura di diritti umani per dichiarare che gli uomini sono oppressi. Gli Incel non parlano di diritti, odiano e basta.” Gli Incel si radicalizzano, egli continua, quando provano a usare “tecniche di seduzione pseudo scientifiche/deumanizzanti” copiate dalle comunità “Red pill/Pick up artist”. Comunque sia non riescono a concludere nulla con le donne e ciò li fa infuriare.

Quello che è particolarmente inquietante da quando i media hanno scoperto la connessione fra il presunto messaggio di Minassian e l’attacco di lunedì è la reazione della cosiddetta “manosfera”.

Roosh V., che in passato ha proposto la legalizzazione dello stupro e ha fondato il gruppo “return of kings” recentemente classificato come un gruppo di incitamento all’odio, ha twittato “Alek Minassian non avrebbe ucciso la gente con un camion se i media non avessero istigato lui ed altri uomini soli contro gente come me che è in grado di insegnare come si gioca la partita. Dormire con due o tre puttane di Tinder di Toronto sarebbe stato sufficiente a fargli passare la voglia di ammazzare”. Ci sono conseguenze per tutta la società quando le persone seguono la china di queste ideologie, e queste ideologie piene di odio è facile che portino a gesti di violenza.

Altri hanno proprio celebrato la strage che Minassian ha realizzato. Secondo un post pubblicato ieri per SPLC, una persona che utilizza l’alias Crustaciouse ha scritto su un popolare forum online di Incel “Un bel momento quello in cui questo tizio ha ucciso a caso più persone del supremo gentiluomo Elliot. Spero che questo ragazzo abbia scritto un manifesto perchè potrebbe essere il nostro nuovo santo”.

Lo scrittore David Futrelle, che ha approfondito per anni la misoginia, gli Incel e i movimenti dei men’s right, ha evidenziato una serie di thread che sono comparsi di recente. In uno screenshot pubblicato sul suo sito “We hunted the Mammoth”, Futrelle ha catturato il commento di un utente chiamato BlkPillPress, che ha scritto di essere “felice che questa merda stia succedendo”.

“Quello per cui non sto nella pelle, che davvero fotterà tutti i normie, che davvero punirà la società” scrive BlkPillPress in un thread che è stato poi rimosso “E’ quando il primo stupro di massa Incel avrà luogo, quando qualcuno, dopo essersi suicidato, lascerà un manifesto che descrive nel dettaglio tutti gli stupri che ha commesso, quello sarà il miglior ER di sempre perchè le sue vittime non hanno la fortuna di morire e le loro famiglie non hanno la fortuna di ‘superarlo’. Queste donne saranno traumatizzate, alcune si suicideranno…” (ER è un riferimento a Elliot Rodger).

In un articolo scritto per Elle, pubblicato mercoledì, Futrelle parla dei pericoli della comunità Incel e scrive “Gli Incel odiano le donne, certo, ma odiano (quasi) altrettanto se stessi, e la subcultura Incel non solo incoraggia entrambi i tipi di odio ma insegna che non c’è una maniera per uscirne. Questo è quello che rende la sottocultura Incel così velenosa verso tutto ciò che tocca”.

All’inizio dell’anno la SPLC ha pubblicato la sua lista annuale di gruppi che incitano all’odio, includendo per la prima volta due gruppi di supremazia maschile. Keegan Hankes, un analista senior all’ SPLC, dice Broadly che ha cominciato a notare che le comunità per i diritti maschili, inclusi gli Incel, sono usate come punti di accesso che guidano le persone verso altre aree dell’estrema destra. “In alcune di queste comunità online si è visto quanto è violento il linguaggio, in particolare verso le donne, [inclusi] aperti incitamenti allo stupro e a commettere crimini violenti verso le donne. Noi crediamo che queste comunità rappresentino un reale pericolo in quanto conducono le persone in queste ideologie che sappiamo giustificano ed istigano violenza.”

Hanker fa inoltre presente che l’attacco di lunedì e la successiva risposta è un esempio di qualcosa di cui la SPLC parla molto: “Le parole hanno conseguenze” dice “Non è solo un esercizio del diritto di parola e gente che posta su Internet. Ci sono conseguenze per tutta la società quando le persone scendono la china di queste ideologie, e in queste ideologie piene di odio progrediscono nel commettere violenza.”

“Quello che è così pericoloso in alcune di queste idee di supremazia maschile è che molto viene coperto dalla maschera di (un ragionamento che dice) ‘E’ la cultura del politicamente corretto andata troppo oltre‘”, continua “La passano liscia, a differenza di discorsi più violenti e aggressivi verso altre classi protette. Io penso che con la crescente attenzione mediatica sarà veramente importante che la gente dica in maniera chiara e forte quanto sono tossiche alcune di queste idee”.

Leggi anche:

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!

1 pensiero su ““Il nostro prossimo santo”: come gli Incels stanno festeggiando la strage di Toronto”

  1. Grazie mille. Mi sono interessato all’argomento dopo un articolo su Intrnazionale. Fatalità oggi ho visto un telefilm il cui assassino era un Incel. Ciò che mi colpisce e che è così tipico dell’oggi è la classificazione e la nomenclatura precisa sino all’ossessione di personalità che non nascono oggi ma che, anche grazie al web, si definiscono, si diagnosticano (si fa per dire) e si organizzano come mai prima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.