Annunci

Cucino con sensualità. Questo è il mio lavoro

 

Lei scrive:

Cara Eretica,

il femminismo mi ha aiutata a rinascere. Vorrei raccontarti la mia storia affinché sia utile anche ad altre donne. Ho studiato per diventare cuoca, un lavoro ancora troppo maschile. La donna può anzi deve cucinare a casa ma l’uomo ha l’onore di essere definito chef e viene invitato in televisione a spiegare a tutt* noi come si fa la besciamella o la maionese.

Al mio primo lavoro avevo sette persone in cucina da dirigere e non avevo il loro rispetto perché donna. Il mio datore di lavoro mi aveva assunta perché costavo meno. Gli chef sulla piazza costavano molto di più e io avevo bisogno di lavorare. Chef che univano la tecnica alla voglia di guadagnare qualche stella. Io invece ho sempre messo passione nel mio lavoro perché l’olfatto e il gusto, insieme alla vista e al tatto, sono sensi importanti e per me cucinare è sempre stato un modo per suscitare desiderio. Il cibo preparato senza sensualità non ha molto gusto, secondo me.

Dopo un anno e mezzo di quel lavoro, durante i quali ho cambiato ben tre ristoranti e in tutti mi sono sempre trovata male, ho deciso che avrei cucinato solo per un pubblico che avrebbe apprezzato. Sono una Cam Girl e la mia specialità è preparare piatti sempre in contatto con i miei desideri ed il mio corpo. Quelle pietanze le gusto sul piatto più sensuale del mondo: il mio corpo.

Mi sento padrona di me stessa e sento che questa è la mia vocazione. Guadagno abbastanza da poter vivere bene e ho deciso che nelle mie performance quello che preparo avrà un nome tutto nuovo e adatto per l’occasione. Alcuni amici e amiche che sanno quello che faccio mi hanno invitato a rifarlo per pochi intimi. Io preparo e poi mangiamo insieme e se non fosse stato per il femminismo che è l’altra mia passione non avrei potuto fare niente di tutto ciò.

Avrei sopportato quel lavoro di merda, non avrei scelto di fare quello che faccio adesso o se mai lo avessi fatto la mia vita sarebbe stata caratterizzata da vergogna e senso di colpa. Ma ho imparato che il corpo è mio e lo gestisco io e che la mia passione non deve cambiare per il giudizio moralista di alcun*. Perciò ringrazio tutte le femministe che hanno lottato prima di me per permettermi di sentirmi così libera.

Un abbraccio a te Eretica e grazie a chiunque mi leggerà

ps: ieri ho aderito allo sciopero e non ho lavorato. :)”

>>>^^^<<<

Abbatto I Muri vive di lavoro volontario e tutto quello che vedete qui è gratis. Aggiornare e gestire questo spazio è un lavoro che costa tempo e fatica. Se mai vi passasse per la mente di esprimere la vostra gratitudine basta un obolo per un caffè (alla nocciola). :*

Donate Now Button
Grazie davvero a chi vorrà contribuire alla causa!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: