Annunci

Diario di una CamGirl: Feticismi e perversioni

 

Feticismi e perversioni, che uso e userò come sinonimi per quanto teoricamente non lo siano, sono all’ordine del giorno nel mio lavoro.

Vorrei iniziare spiegando a che cosa mi riferisco e a che cosa, almeno da quanto ho letto, ci si riferisce quando si parla di feticismi e perversioni. Questa analisi non è di linguistica, né mi arrogo il diritto di dare definizioni assolute, ciò di cui parlo è quanto ho imparato leggendo su internet e sperimento nella mia vita.

I feticismi sono semplicemente ciò che devi dalle norme imposte nel sesso dalla nostra società. Questo vuol dire che tutto ciò che non è coito è feticismo, il che a me piace un sacco: adoro masturbarmi, essere masturbata e masturbare quindi teoricamente sono una feticista!

Togliendoci da questa logica assurda che vede come bello e buono solo il sesso eteronormato e mettendoci in una logica differente per me perversioni e feticismi sono solo legati a pratiche particolari in cui usi parti del corpo o sostanze di un certo tipo.

I feticismi con cui mi sono rapportata di più lavorando sono quello della cacca (coprofilia\scat), quello della pipì (urolagnia\piss) e quello dei piedi (podofilia).

Quando mi sono iscritta al sito mi è stato chiesto di segnare che cosa farei e che cosa no, io ho inserito anche piss e scat senza pensarci più di tanto, non avevo nessuna esperienza e ciò a cui pensavo era mettere tutto per avere più clienti.

Nel corso del tempo ho realizzato che per me non è un problema soddisfare i desideri altrui, faccio scat, piss e più o meno qualunque altra cosa, il solo limite che ho è quello legato ai sadici: se non c’è nessun piacere e solo dolore per me non accetto di lavorare.

Ci sono volte in cui mi piace molto lavorare con chi ha delle perversioni, siamo entramb* portati a nascondere parte di noi (per me il mio lavoro, per loro i propri gusti) nella nostra vita quotidiana e questo, a volte, crea una straordinaria intimità. Costruiamo un mondo in cui non dover nascondere chi siamo cosa facciamo e come lo facciamo, c’è un immenso mondo sotterraneo che le norme sociali si rifiutano di vedere.

In conclusione viva la perversione!

Baci baci
Clarissa

Clarissa si racconta nella rubrica de L’Ombrellino Rosso. Lei scriverà quel che vive quando e come vuole. Per seguirla ecco la categoria dove raccogliamo i suoi scritti. QUI la sua presentazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: